Cerca Hotel al miglior prezzo

In moto con Suzuki: itinerario dal Cilento alla Costiera Amalfitana

In viaggio con Suzuki, giorno 3: il Cilento si unisce alla Costiera Amalfitana! E il terzo giorno di viaggio fu per il Bonzo Team la Costiera Amalfitana.

5 maggio 2017. Edoardo, Massimo e Alessio lasciano il Cilento per la Costiera Amalfitana in sella alle Suzuki V-Strom 650 e 1000 e alla GSX-S1000F. La parola ad Alessio, Presidente del Bonzo Team, che del tratto campano dice un gran bene.

Diario di Alessio
Il sole è diventato una piacevole costante che battezza la nostra colazione presso l’Agriturismo Villa Vea. Quest’ultima giornata sarà anche la più impegnativa ma non chiediamo di meglio!

Lungo la suadente SS166 attraversiamo Corleto Monforte, per sbucare sulla SP12c diretta a Castelcivita. La strada ci permette di entrare a contatto con la bellezza del Parco del Cilento e suoi molteplici paesini disposti sulle varie alture e a diverse altitudini, così da formare un bucolico mosaico d’altri tempi all’ombra dei Monti Alburni.

Riprendiamo la SR488 nei pressi di Canneto, diciamo arrivederci al Parco del Cilento e Vallo di Diano promettendoci di scolpirlo nella nostra memoria, se l’è meritato!

Ci fiondiamo alla volta di Salerno, ansiosi di vivere le curve della Costiera Amalfitana, tratto situato a sud della penisola sorrentina, affacciato sul golfo di Salerno e delimitato a ovest da Positano, a est da Vietri sul Mare. Tornante dopo tornante, viviamo l’ebbrezza del centauro famelico, bruciamo l’asfalto e ovunque il panorama si estende fantastico.

Seguono Cetara, Maiori e Minori prima della principesca Amalfi: là ci aspetta quieto il Fiordo di Furore, un specchio d'acqua adagiato allo sbocco di un vertiginoso strapiombo, qualcosa di unico, difficile da immaginare.

Il gran cerimoniere del nostro pranzo (a base di pesce, ovviamente) è Positano, non potrebbe essere altrimenti. Arrivati nella Capitale intorno alle 19.00, ci lasciamo alle spalle ricordi superbi e 1.050 chilometri macinati in un trittico di giorni fantastici.

Che piacere sentire l’energia dirompente delle V-Strom 650 e 1000 e la GSX-S1000F: abbiamo percorso le arterie d’asfalto del Cilento, contemplato i paesaggi, conosciuto persone affabili e gentili, posti elettrizzanti.

Ringraziamo casa Suzuki: il test dei suoi esemplari modelli è stato assolutamente positivo. Un grazie a TrueRiders per aver materializzato questo nostro viaggio, e al lettore per aver condiviso gioie e passioni di tre allegri giovani sempre in cerca di emozioni.
  •  

 Pubblicato da il 04/06/2017 - 1.405 letture - ® Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittā World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close