Cerca Hotel al miglior prezzo

Le Terme per bambini in Italia, dove andare con la famiglia?

Una vacanza alle terme con i propri bambini è una delle migliori soluzioni per far divertire tutta la famiglia senza rinunciare ad una pausa rilassante e rigenerante, che permetta di spezzare lo stress di tutti i giorni e ripartire poi pieni di energia e di entusiasmo. Si tratta di un modo per passare del tempo con i propri figli (piccoli e non) e, allo stesso tempo, dedicarsi ad una delle proprie attività preferite: il benessere ed il relax termale.

Da qualche anno a questa parte, infatti, le terme rappresentano una vacanza che fa contenta tutta la famiglia: genitori costantemente alla disperata ricerca di un buon compromesso fra il proprio relax e il divertimento dei bambini trovano infatti negli ultimi tempi strutture ed offerte pensate per mettere tutti d'accordo, garantendo ai più grandi un break gratificante, e ai più piccoli spazi e situazioni divertenti ed animate.

Fino a pochi anni fa le terme erano infatti interpretate per lo più come destinazioni di viaggio per anziani (per quanto riguarda gli impianti termali curativi, come Salsomaggiore, Chianciano e Montecatini) o per giovani in cerca di svago e di divertimento (che prediligono da sempre le terme libere). Le proposte di viaggio degli stabilimenti termali si adeguavano di conseguenza, tagliando fuori da una buona fruizione le famiglie con bambini, con programmi termali "tradizionali" che risultavano noiosi per i figli e difficili da gestire per i genitori, anche in base al pregiudizio per cui l'intenso calore dell'acqua termale facesse male ai più piccoli.

Una volta sfatato il mito delle terme "solo per i grandi" (le terme presentano grandi vantaggi anche per i bambini dai 6 mesi ai 12 anni), gli stabilimenti termali più lungimiranti hanno capito la grande opportunità rappresentata dalle famiglie con bambini piccoli, e si sono organizzate di conseguenza. Tutto ad un tratto, quindi, si è verificata una specie di "rincorsa" fra i vari impianti termali a chi offriva più agevolazioni alle famiglie. Oggi sono quindi disponibili tantissime proposte di vacanze alle terme coi bambini: basta sapere quali sono le migliori località termali per tutta la famiglia e come scegliere fra le tante offerte a disposizione.

Come scegliere le terme per una vacanza coi bambini


I punti da considerare per scegliere bene una meta termale piacevole per tutta la famiglia, sono almeno tre. In primo luogo, è importante scegliere una destinazione che sia opportunamente attrezzata per accogliere i bambini e farli divertire. Secondo, deve mettere d'accordo naturalmente anche i genitori, con trattamenti e servizi in grado di garantire un momento di relax e di gratificazione. Infine, è importante vagliare la presenza di specifiche proposte termali che, sotto forma di pacchetti-vacanza per le famiglie, sconti per i bambini od offerte ad hoc, siano appositamente pensate per incentivare i genitori a portare i figli alle terme.

Sotto il primo profilo, cioè dal punto di vista dei bambini, la meta termale va scelta attentamente in modo da individuare una location che dia loro soddisfazione, grazie a spazi e strutture appositamente dedicati, giochi divertenti e, se possibile, anche la possibilità di familiarizzare e divertirsi assieme agli altri bambini. In altre parole, per portare i bambini alle terme è importante che essi abbiano a disposizione spazi pensati appositamente per loro, e che questi abbiano un'impostazione marcatamente "ludica".
In termini pratici questo può significare sia scegliere uno dei tanti stabilimenti termali improntati ad un approccio del benessere simile a quello degli aquapark, cioè una specie di parco di divertimenti termale, oppure anche uno dei molti bagni liberi che, in Italia, si trovano in ambientazioni "avventurose" e rappresentano quindi validi diversivi per tenere impegnati i bambini mentre ci si rilassa nell'acqua calda.
Il top sarebbe uno stabilimento che propone un servizio di animazione per i bambini, per farli giocare e favorire l'interazione in modo che non si annoino.
Bisogna fare attenzione anche a scegliere una destinazione termale "per famiglie", cioè il cui target di utenti è composto in prevalenza da altri genitori coi figli: solo così i bambini potranno sentirsi a loro agio e trovare altri bambini con cui divertirsi.
Per quanto riguarda le terme libere bisogna ricordare che, di solito, sono più scomode rispetto agli impianti a pagamento, data la naturale mancanza di servizi (soprattutto le toilette).

Dal punto di vista dei genitori, invece, la scelta dipende in parte dalle tipologie di servizi e trattamenti ricercati e in parte dalla facilità con cui è possibile gestire i bambini nel corso del proprio relax.
Se da un lato è infatti importante potersi concedere quel piacere termale che rappresenta il principale movente di ogni vacanza di questo tipo, dall'altra è importante per un genitore capire in anticipo quale località termale consente di rilassarsi e gustarsi un bagno termale o una sauna, senza doversi preoccupare per i bambini.
Sotto quest'ultimo profilo è importante, per non minare il relax e la pace dei genitori, che siano presenti strutture termali adeguate ai bambini, come ad esempio piscine termali con profondità ridotta e vasche con temperatura dell'acqua non troppo elevata (i bambini potrebbero non aver percezione del fatto che in una vasca di acqua molto calda si può stare solo pochi minuti di seguito) e, possibilmente, personale che si occupi della sicurezza e dell'incolumità dei bambini (in pratica: che li controllino mentre i genitori fanno le terme). Altra considerazione da fare per i genitori è scovare location termali frequentate soprattutto da famiglie: i bambini giocando possono risultare chiassosi e addirittura fastidiosi per gli altri utenti, soprattutto in contesti termali "tradizionali" in cui il piacere delle benefiche acque termali trova il suo apice nel silenzio più profondo. Le terme frequentate da altre famiglie con bambini, naturalmente, non vi daranno questi problemi, dato che sono nella vostra stessa situazione.

Da ultimo, ma non per importanza, le migliori destinazioni per le terme con bambini al seguito propongono specifici pacchetti, sconti ed offerte appositamente pensati per le famiglie (per i bagni liberi naturalmente non ci sono problemi al riguardo). Molte strutture termali infatti, cercano di invogliare le famiglie con specifiche proposte che tengano conto delle peculiari esigenze di un nucleo familiare in vacanza.
Le agevolazioni proposte possono spaziare dagli sconti sull'ingresso dei bambini (fino ad una certa età) e da ingressi "cumulativi" per la famiglia a veri e propri pacchetti ed offerte che collegano i vantaggi della vacanza termale a condizioni di favore sull'alloggio e sui relativi servizi. Quasi tutti gli stabilimenti ormai propongono incentivi alle famiglie, quello che conta è riuscire a scovare quelle più vantaggiose e adatte alle proprie esigenze.
Il "trucco" per trovare le offerte migliori, in questo caso, è tenere sempre d'occhio le strutture che si trovano in località molto frequentate dalle famiglie: è più probabile in tal caso che vengano proposte offerte ricorrenti ed allettanti a quello che rappresenta il bacino di utenti più importante.

Le località e gli impianti migliori per le Terme con i bambini


Dopo una panoramica completa sulle considerazioni per scegliere una vacanza alle terme con i bambini che sia divertente, rilassante e anche vantaggiosa, vediamo quali sono le località termali consigliate.Le migliori località per fare le terme con i bambini piccoli e non sono quelle che si trovano nelle zone più frequentate dalle famiglie: per attirare e fidelizzare il loro pubblico prevalente, infatti, le strutture ricettive e termali offrono di solito pacchetti appositamente pensati per i genitori che viaggiano con bambini al seguito.
Le migliori offerte per le terme in famiglia e gli stabilimenti più attrezzati a ricevere i bambini si trovano quindi, di solito, nella classiche destinazioni di vacanza al mare o in montagna, o comunque in zone particolarmente rinomate per le vacanze estive e natalizie.

Fra le più all'avanguardia nelle proposte termali per famiglie non poteva mancare il complesso termale di Abano e Montegrotto, il più grande in Europa ed uno dei più famosi per la fangoterapia. Il vasto comprensorio termale si è infatti dotato di un circuito di strutture alberghiere termali, che prende il nome di "Fate Family Hotel" che garantisce uno standard di impianti, strutture e servizi appositamente dedicati ai bambini, con spazi giochi interni ed esterni adatti alle diverse età, animazione, videoteca e così via. Fra le decine di hotel termali della zona, una menzione specifica merita l'Hotel Terme Antoniano, che già da anni, fa della vacanza termale per le famiglie il suo "cavallo di battaglia", mettendo a disposizione dei bambini una stanza dei giochi nei pressi della reception dedicata al gioco, alla lettura, alla scrittura e al cinema, una stanza dei giochi nella palestra con calcio balilla, vasca con palline colorate e ulteriori giochi, un parco giochi all'aperto e attività di animazione.

Bambini + Terme + Montagna, dove andare?


Per quanto riguarda le località termali per la famiglia in montagna, le migliori sono Bormio, Merano, Levico e Comano, grazie al contesto delle Alpi che, oltre all'aria di montagna e alle molte possibilità di escursioni regala alcuni fra i gli stabilimenti più moderni e innovativi rispetto all'accoglienza dei bambini.
La proposta termale per bambini delle Terme di Comano è adatta alla famiglia sia per il magnifico paesaggio alpino, che per l'aria buona di montagna e anche perchè è una meta turistica frequentata da numerose famiglie. Le Terme di Comano propongono un'offerta molto particolare: hanno cioè un programma di trattamenti curativi termali (soprattutto balneoterapia e inalazioni per bronchite cronica, dermatite e rinite allergica) specificamente pensato per le malattie in età pediatrica. Il percorso di cura diventa così non invasivo e addirittura divertente per i piccoli degenti, grazie alla presenza di un reparto bagni colorato con vasche a misura di bambino, una grande sala giochi, e la nursery in cui le mamme possono allattare o scaldare il biberon, cambiare il pannolino o semplicemente cullare il proprio bimbo. Il servizio comprende anche la presenza di animatori qualificati che organizzano attività di fattoria, spettacoli e la merenda nell'ambito dello specifico programma di animazione Comano Junior. In più, il complesso delle terme comprende anche un grande parco giochi, un oasi verde con attrazioni come il "Castello della Sibilla".

Levico, in provincia di Trento, offre invece un padiglione completamente rinnovato e dedicato esclusivamente ai bambini mentre a Bormio, in Valtellina presso il Park Hotel Miramonti i bambini potranno divertirsi nella piscina termale pensata appositamente per loro (animata da personaggi divertenti) con scivoli e giochi.

A Merano, infine, è stato allestito uno Spazio Bimbi, dedicato ai bambini dai 2 ai 10 anni e le sue terme si possono coniugare facilmente, nel periodo dell'Avvento, coi tradizionali Mercatini di Natale che fanno impazzire i più piccoli.

Bambini + Terme + Mare, dove andare?


Fra le mete termali adatte alle famiglie che vogliono fare le classiche vacanze al mare, si segnalano soprattutto Bibione, Ischia e Vulcano. Bibione è l'ideale per far divertire i bambini e rilassare i genitori, grazie al fatto che tutto è pensato per i più piccoli: spiagge attrezzate, aree gioco disseminate ovunque, mini club gratuiti a disposizione dei turisti e perfino un’area pediatrica nelle famose terme locali. Ischia presenta il vantaggio di mettere insieme i più grandi e attrezzati Parchi Termali, un paio di terme libere e poi spiagge, mare ed escursioni di tutti i tipi. Vulcano, con le sue fumarole che riscaldano direttamente l'acqua del mare, è l'ideale per godersi una pausa termale (gratuita) mentre i bambini si divertono sulla spiaggia e a fare il bagno fra le bolle termali.

Oltre confine? Terme per Bambini anche in Austria e Slovenia


Alcune delle migliori proposte termali per le famiglie si trovano subito oltre i confini italiani, cioè in Austria e Slovenia: questo avviene perchè le strutture termali slovene e austriache sono veri e propri parchi giochi dotati di scivoli e giochi d'acqua, pensati prima di tutto per il divertimento di tutta la famiglia; con in più, il bonus dell'acqua termale che rende piacevole una vacanza in costume anche nel periodo invernale.

Fra i parchi giochi termali più divertenti e attrezzati in Austria ci sono ad esempio le Terme di Loipersdorf nella Stiria, in cui agli adulti è riservata una silenziosa area per i bagni relax, mentre i bambini si divertono nell'enorme parco acquatico "Terme da vivere" fornito di Acquafun con ben 9 scivoli; o l'Aqua Dome di Langenfeld, nelle Alpi tirolesi, in cui le piscine termali convivono con "l'Arca di Noè alpina", una zona termale per famiglie con due grandi piscine divise dal ponte di una nave e uno scivolo gigante a forma di serpente.

In Slovenia, si trovano per il divertimento dei bambini alle terme strabilianti parchi termali come il parco Aqualuna delle Terme di Olimia, con piscine, vasche con onde, serpenti ondulati, palme con noci di cocco che spruzzano acqua e numerosi scivoli – tra cui il "King Kobra" con una caduta alla velocità di 50 chilometri all’ora; e le Terme di Catez, che fra piscine e giochi d'acqua presenta attrazioni acquatiche come la ricostruzione dell'Isola dei Pirati.
  •  
loading...
close