Cerca Hotel al miglior prezzo

Garda by bike, la pista ciclabile tra Capo Reamol e Limone sul Garda

Pronti all'arrivo della primavera e le sue tentazioni? Se siete amanti della natura e dell'attività all'aria aperta c'è una novità in arrivo: Il nuovo tratto della pista ciclabile del Lago di Garda è in fase di completamento, ed entro Pasqua dovrebbe essere pronto e percorribile!

Si chiama Garda by bike ed è gia candidata a diventare una delle piste ciclabil più spettacolari d’Europa. Chilometri di percorsi e ardite passerelle sospese alle pareti rocciose a picco sul lago, al confine tra Lombardia,Veneto e Trentino Alto Adige.

Si tratta di un progetto di mobilità sostenibile che ha visto coinvolte le tre Regioni bagnate dal Lago di Garda, con un investimento in milioni di euro ripartiti in base alle rispettive competenze territoriali.

Il nuovo tratto della ciclabile più panoramica d’Europa che si inaugurerà nell’imminenza della Pasqua 2017 collegherà finalmente Limone sul Garda con Capo Reamol, all’interno del Parco Naturale dell’Alto Garda, e Riva del Garda, nel Garda trentino.

Il percorso iniziato nell’ottobre 2016 andrà a congiungersi con piste di cicloturismo classiche e collaudate, come il Sentiero della Ponale e quelle tra Torbole e Riva del Garda, nell’Alto Garda, e raggiungerà quindi la Valle dei Laghi nel Trentino sud occidentale.

La località di Limone sul Garda era restata praticamente irraggiungibile via terra sino agli inizi del secolo scorso quando la costruzione della strada gardesana aveva posto fine alla sua condizione di isolamento. Oggi la cittadina è diventata una delle mete più ambite del turismo internazionale attratto dalla bellezza del luogo e dalla possibilità di effettuare vacanze in movimento. Molti infatti gli sport praticabili a Limone sul Garda, oltre al ciclismo e al trekking, con il limitrofo Capo Reamol che veniva ricercato dagli appassionati per la pratica di windsurf, sup, canoa e kayak. Ma presto sarà raggiungibile anche con le due ruote!

Il progetto ha voluto quindi rendere il Lago di Garda percorribile in bici in ogni direzione e completare la fitta rete di vie e di sentieri interconnessi che consentano non solo di costeggiare la distesa lacustre visitando le località turistiche note e più frequentate della zona ma anche di raggiungere le numerose penisole e i semisconosciuti territori limitrofi che caratterizzano il Benaco, sia lombardo, che veneto e trentino.

L’anello gardesano, Garda by bike, costeggiando la riviera nord del Garda consentirà ai cicloturisti di raggiungere poi San Felice del Benaco, Salò, Gardone Riviera, Toscolano-Maderno, Gargnano, Tignale, Tremosine sul Garda. Ovviamente i ciclisti potranno avventurarsi all’interno delle gallerie dimesse della gardesana e poi tocchere le località top sulla sponda occidentale del lago, come Sirmione, Desenzano del Garda, Lonato del Garda ed altri Comuni della Valtenesi, Padenghe sul Garda, Moniga del Garda e Malerba del Garda.

Il tratto compreso tra Limone sul Garda e Gargagnano risulta uno dei più difficili e faticosi della ciclabile ma non dimentichiamo che il Garda dispone di una rete efficientissima di collegamenti alternativi in grado di soddisfare le esigenze di qualsiasi viaggiatore. Le piste ciclabili sono collegate ai sentieri podistici e alle tratte di navigazione con barche e battelli.
  •  
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close