Cerca Hotel al miglior prezzo

Biennale del Muro Dipinto Dozza

Biennale del Muro Dipinto di Dozza, il programma dell'evento

Evento concluso!
Attenzione, evento concluso!
Se verrà riproposto aggiorneremo le date!

Pagina 1/2

Torna la Biennale del Muro Dipinto di Dozza, uno dei più borghi più belli d'Italia, localizzato in provincia di Bologna.

Si celebra quest'anno la XXVI edizione dell'evento nato nel 1960, che ha visto negli anni la partecipazione di più di 200 artisti che hanno trasformato di fatto Dozza in una consolidata meta turistica.

La kermesse artistica, in programma dall'11 al 17 settembre 2017, trasforma ogni due anni il suggestivo borgo medievale di 6.600 abitanti dominato dalla Rocca Sforzesca, sede dell'Enoteca Regionale dell'Emilia-Romagna, in un laboratorio artistico. I muri delle abitazioni diventano tele virtuali sulle quali i pittori concentrano la forza creativa realizzando opere uniche e irripetibili sotto agli occhi dei visitatori.

Nel tempo, la biennale ha trasformato le strette vie in una galleria a cielo aperto che ospita 150 dipinti fra affreschi, murales, stucchi e acrilici. Per conservare memoria dei più amati e dei loro autori, gli organizzatori hanno messo alla prova professionisti locali e studenti dell'Accademia delle Belle Arti di Bologna nel restauro di alcune delle opere entrate di diritto nella galleria open air "Dozza Imolese", come "Muro 150" realizzato nel 2011 dall'artista e scenografo Gino Pellegrini, scomparso di recente, "Libertà di pensiero", firmato nel 1997 da Simon Benetton, "La scalata", opera di Concetto Pozzati datata 1971, "La festa della Segavecchia" di Tonino Dal Re, che dal 1962 compare in via De Amicis.

Altri lavori saranno cancellati per lasciare posto alla creatività dei nuovi protagonisti, pittori e artisti noti a livello nazionale e internazionale. Si tratta, per citarne alcuni, di Umberto Zanetti, bolognese, maestro nell'uso del vetro, Maria Agata Amato, docente all'Accademia di Belle Arti di Bologna, Omar Galliani, legato all'Accademia delle Belle Arti di Brera, Paolo Barbieri, illustratore alla pari di Maria di Stefano, Fabrizio "Bicio" Fabbri, vignettista e disegnatore.

Al termine della kermesse, i muri delle abitazioni di Dozza potranno sfoggiare i nuovi dipinti. L'avvio della manifestazione nel salone della Rocca Sforzesca prevede la presentazione degli artisti che daranno concretezza al percorso creativo. Nei giorni successivi, inizieranno a dipingere sotto lo sguardo dei passanti i muri che gli verranno assegnati.

Sono quattro gli artisti invitati per l'occasione: Andrea Mario Bert, che lavorerà in vicolo Campeggi, e Andrea Gualandri, pittore, grafico e illustratore, al lavoro nella stessa strada; spostandosi in piazza Carducci si vedranno all’opera lo scultore Giorgio Bevignani e il maestro d'incisione e graffio Mattia Turco.

... Pagina 2/2 ...

Il titolo della XXVI Biennale del Muro Dipinto di Dozza è “(Ri)Generazioni”. L'iniziativa ancora una volta è organizzata dalla Fondazione Dozza Città d’Arte in collaborazione con il Comune di Dozza. Quest'anno, oltre agli artisti al lavoro in paese, se ne potranno ammirare altri all'opera anche nella vicina frazione di Toscanella.

A Toscanella sono due le location scelte per l'evento: la prima è quella della parete dell’edificio posto sulla via Emilia presso il semaforo che regola il traffico con via Poggiaccio. Il muro sarà affidato ad Alberonero, che propone lavori con le forme geometriche, mentre a Marco Lazzarato sarà concesso la facciata del centro comunale polivalente in Piazza Libertà sul lato di via Marmane.

Ci sarà spazio anche per i restauri: presso la Rocca sarà accolto il dipinto “Paesaggio con figure” eseguito da Francesco Tabusso nel 1967, restaurato dagli studenti dell’Accademia Belle Arti di Bologna.
Gli stessi studenti lavoreranno nel cortile della Rocca Sforzesca sull’opera “Sole su muro rosso” del maestro Bruno Saetti (1967), mentre il veneziano Paolo Scarpa interverrà sul dipinto “Uomini che volano tra le vigne”, realizzato in via De Amicis nel 1981.

Sempre la Rocca ospita la mostra “#Murales”, dove sono esposte opere del maestro Bruno Saetti e dei suoi allievi Paolo Scarpa e Virgilio Mazzetti. La mostra è aperta fino al 29 ottobre.

Informazioni utili per partecipare

Nome: XXVI Biennale del Muro Dipinto
Dove: Dozza (Bologna)
Date: dall'11 al 17 settembre 2017
Orari: da definire. Gi artisti lavorano durante la giornata, con la luce del sole.
Prezzo: ingresso gratuito.
Programma: maggiori informazioni sul sito ufficiale.
Tipologia: festival artistico.
Come arrivare: Dozza è facilmente raggiungibile dalla via Emilia. Tra le località di Toscanella e Piratello (immediatamente a ovest di Imola), le indicazioni per Dozza segnalano la strada (via Calanco) che conduce in paese.

Scopi tutti gli eventi dell'Emilia-Romagna.

Calendario delle aperture
Attenzione: evento terminato!

Settembre 2017
D L M M G V S
         
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
             
Diniego di responsabilità: la Redazione cerca di mantenere sempre aggiornate le date di apertura, ma consigliamo di visionare i siti ufficiali prima di organizzare una visita.

 Pubblicato da il 31/08/2017 - 5.288 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close