Cerca Hotel al miglior prezzo

Gion Matsuri: a Kyoto il festival estivo pił bello del Giappone

Siamo a Kyoto, una delle città giapponesi più importanti e più ricche di storia, cultura e tradizione millenaria.

Nella città nota anche come città dei templi - tra l'altro recentemente inserita anche nella lista dei siti protetti dell'UNESCO - si tiene un festa religiosa di rilevanza internazionale, il Gion Matsuri.

La festa di Gion prende il nome proprio da quartiere Gion - il quartiere antico di Kyoto noto anche ai turisti come quartiere delle geiko (le geishe locali) e delle sale da tè - è un appuntamento fisso e ricorrente ai quali i giapponesi e i turisti che qui si trovano non possono proprio rinunciare.

Si tratta di una festa religiosa molto importante durante la quale i fedeli invocano il dio Takehaya Susanoo-no-Mikoto, noto come il dio delle tempeste e degli uragani.

La festa prende vita presso il santuario Yasaka, un altro punto di importanza nevralgica per Kyoto. Si tratta di un santuario shintoista magnificente che oltre al significato religioso, rappresenta una vera e propria testimonianza anche architettonica di antiche origini. Infatti fu costruito nel 656 e dall'869 - cioè da quando il mikoshi (santuario portatile, portantina) del santuario di Gion fu portato attraverso le vie di Kyoto per scongiurare un'epidemia - che si festeggia il Gion Matsuri.

La festa si celebra tra il 14 e il 17 luglio e parteciparvi significa entrare in contatto con la cultura giapponese in modo profondo nei suoi vari aspetti religiosi, folkloristici, storici e persino gastronomici. Le strade del quartiere, infatti, si riempiono di bancarelle che vendono spiedini di pollo alla griglia, dolci e altre prelibatezze tipiche giapponesi.

Nella serata finale, si potrà assistere a una sfilata di carri allegorici (Yamaboko ). Ben trenta carri alti 25 metri e pesanti ben 12 tonnellate, procedono verso il santuario di Yasaka. Ogni carro è sormontato da una lunga asta a forma di lancia e ornati con artigianato di fine manifattura, tessuti pregiati, sculture. Ogni carro è un'opera d'arte. Proprio questa immensa parata, probabilmente, ha reso questo festival famoso a livello mondiale essendo capace di attrarre anche molti turisti.

Durante il corteo, bambini vestiti con il celebre e antico costume della festa, salgono sul carro e siedono sul piano principale; i musicisti suonando flauti, percussioni, tamburi e campane, siedono sul secondo livello. La sfilata ha lo scopo di tenere buona la divinità Takehaya Susanoo-no-Mikoto e placare la sua ira che potrebbe scatenare tempeste. Con una buona dose di anticipo si può prenotare un posto a pagamento sul carro.

Durante i giorni del festival si possono acquistare i Chimaki, ovvero dei piccoli portafortuna realizzati con erba di bambù per allontanare il male e gli spiriti maligni.

Brulica di vivacità, di musica, di profumi, saperi e sapori la città di Kyoto durante i giorni di festa anche perchè non si potrà assistere solo alla sfilata dei carri allegorici ma a tanti altri eventi, come a esempio la cosiddetta "processione di mikoshi". Sempre il 17 luglio, con inizio alle ore 16, si parte dal santuario di Yasaka con un santuario portatile (il mikoshi) portato in spalla da alcuni devoti e si arriva a Otabisho.

Sin dalle origini è stata mantenuta la tradizione di selezionare un giovane del posto affinché rappresenti un messaggero divino: per questo motivo, la secolare tradizione vuole che costui non metta piede a terra dall'inizio fino alla fine dei festeggiamenti.

Durante le serate che precedono la sfilata, molte case giapponesi aprono le porte al pubblico esponendo oggetti di famiglia, anche di valore, collezioni private. Per i turisti è una bellissima esperienza perchè permette di conoscere le usanze private e familiari ma, per rispetto all'altissimo senso del pudore giapponese, bisogna ricordarsi di assistere all'usanza locale osservando le regole.
  •  

 Pubblicato da il 01/07/2015 - 2.684 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
21 Febbraio 2017 Il Carnevale di Acquasanta Terme

Il Carnevale di Acquasanta Terme, noto anche come Carnevale storico del ...

NOVITA' close