Cerca Hotel al miglior prezzo

I falō della notte di San Giovanni a La Coruna, Spagna

La notte tra il 23 e il 24 giugno a La Coruña, nella regione della Galizia, tutto diventa possibile. Nella città spagnola si festeggia San Giovanni, ma se il nome fa pensare a una canonica festa di origine cristiana, si tratta invece di un rituale dalle molteplici sfaccettature, in cui i significati religiosi si fondono a elementi pagani, e la magia di antichi incantesimi sembra rivivere sulle spiagge di La Coruña. La notte più breve dell’anno, cui corrisponde il giorno più lungo, ha affascinato uomini di tutte le epoche: è il trionfo della luce sulle tenebre, la vittoria del bene sul male, e merita una sensazionale celebrazione a suon di musica, lauti banchetti e migliaia di falò che divampano in riva al mare.

Hogueras de San Juan”, nome ufficiale della festa, significa proprio “Falò di San Giovanni”. Dichiarata festa di Interesse Turistico Nazionale, è celebrata in numerose località della Galizia, ma a La Coruña regala uno spettacolo particolarmente suggestivo. Qui la tradizione è fortemente sentita, e le belle spiagge di Riazor e Orzàn, le più frequentate della città, si prestano bene alla grandiosità dell’evento. È qui che la sera del 23 giugno, dopo lunghi e accurati preparativi, gli abitanti del posto e i fortunati turisti si radunano in massa per appiccare il proprio fuoco, arrostire le sarde fresche sulla brace e mangiare insieme tra musiche e danze, in un’atmosfera conviviale da tribù, che ricorda una cerimonia ancestrale.

A mezzanotte, finalmente, il culmine della festa: sul finire del 23 giugno, nei primissimi istanti del 24, ecco che la Meiga Mayor (la “Strega Maggiore”, interpretata da una ragazza di La Coruña) accende il falò principale. È il segnale: migliaia di altri fuochi, quasi all’unisono, sbocciano nel buio del litorale e trasformano la notte in un commovente tripudio di luce. Dai falò le fiamme salgono alte, vibrano nella brezza della notte galiziana e si specchiano nel mare nero, tremando e scoppiettando, illuminando di un giallo caldo i volti dei “commensali”, radunati intorno al fuoco con chitarre, pesce arrosto e bibite fresche. Ma c’è anche chi partecipa all’antico culto del sole: una folla si riversa in mare per compiere il “bagno purificatore”, a ribadire il trionfo del bene sul mare e la cancellazione di tutte le negatività.

Come se non bastasse, altre pratiche magiche vengono diligentemente eseguite la notte di San Giovanni. Per annientare gli spiriti malvagi e allontanare il malocchio è bene saltare per nove volte attraverso le fiamme di uno stesso falò, e per far realizzare i propri desideri bisogna preparare un infuso di erbe e lavarsi con esso la mattina del 24 giugno. Le erbe magiche di San Giovanni si possono raccogliere fuori città, nei campi e nei boschi (sono felci, camomilla, origano, rose selvatiche, verbena e malvarosa), oppure si possono acquistare ai mercatini di La Coruña: basta lasciarle in acqua per tutta la notte, esporle alla rugiada il mattino seguente, ed ecco che la pozione purificatrice è pronta.

Come ogni grande evento che si rispetti, anche quello dei Falò di San Giovanni viene preparato con cura nelle giornate precedenti. Si fa festa per tutta la settimana che precede il 23, con appuntamenti culturali sparsi per la città, mostre, laboratori gastronomici e degustazioni, concerti, cavalcate guidate e momenti ad hoc per i più piccoli. Poi, la mattina del gran giorno, il fermento comincia alle prime luci dell’alba: gli abitanti di La Coruña si svegliano pregustando la serata e la notte in bianco, e mentre il sole si leva nel cielo già passeggiano per il mercato del paese, accaparrandosi il pesce fresco migliore. Le sardine saranno le protagoniste dell’imminente mangiata, e bisogna farne una scorta abbondante. Poi, in giornata, comincia l’esodo verso la spiaggia, dove si sceglie la propria postazione e si predispone il necessario per un grandioso falò: una fatica piacevole, che si tradurrà, come recita lo slogan 2013 dell’evento, nella “noche más maravillosa del año”.

Un evento da sogno a portata di mano, quello della notte di San Giovanni. La Coruña è infatti comodamente raggiungibile da ogni parte della Spagna e d’Europa, grazie alla vicinanza dell’aeroporto di Alvedro, a 15 minuti dal centro, che offre collegamenti diretti con Madrid, Barcellona, Siviglia e Londra e, solo durante l’estate, con Amsterdam e Lisbona. Dall’Italia ci sono i voli delle compagnie Air Europa, Iberia (via Madrid) e Vueling (via Barcellona), ma anche quelli estivi della Ryanair da Bergamo-Orio al Serio a Santiago de Compostela, a 70 km circa da La Coruña.
  •  

 Pubblicato da il 10/05/2013 - 3.445 letture - ® Riproduzione vietata

close