Cerca Hotel al miglior prezzo

L'uragano Leslie si muove verso Bermuda, turisti in fuga

La stagione degli uragani in Oceano Atlantico, sta entrando nel vivo. Dopo il recente passaggio di Isaac, che ha portato notevoli problemi nella Repubblica Dominicana, Haiti ed il sud degli Stati Uniti, ora un nuovo ciclone tropicale, denominato Leslie, sta sconvolgendo le vacanze dei turisti presenti sull'isole Bermude, mentre i residenti locali stanno facendo incetta di generi di prima necessità, in attesa dell'arrivo dell'uragano, che si sta muovendo lentamente verso nord-ovest.

In tutta Bermuda si registrano cancellazioni delle prenotazioni di hotel ed alberghi, e la fuga di chi aveva scelto l'arcipelago, vuoi per le sue magnifiche spiagge di sabbia rosa, che come rifugio finanziario offshore. L'occhio del futuro uragano Leslie è previsto che passerà ad est di Bermuda domenica mattina, probabilmente di categoria 2 dotato cioè di venti a quasi 165 kmh. Ovviamente le previsioni dovranno essere confermate nelle prossime ore.

Ieri Leslie si trovava ancora in oceano aperto, a circa 695 km/h a sud-est dell'isola atlantica, e secondo il National Hurricane Center americano, nella giornata di oggi si intensificherà ulteriormente. A scopo precauzionale le spiagge di South Shore sono state tutte chiuse, e mentre la tempesta si avvicina, i residenti e gli appassionati di surf stanno facendo scorte di cibo, gas propano, teli, torce elettriche ed acqua.

I forti venti stanno sollevando onde che sono previste colpire, oltre a Bermuda anche la costa orientale degli USA, Porto Rico e le Isole Vergini. Queste località sono state allertate in quanto le onde potrebbero causare pericolo di vita per surfisti e nuotatori, a causa delle forti correnti che si creeranno. Ma non c'è solo Leslie a turbare il turismo nella zona caraibica.

Nel frattempo, una nuova tempesta tropicale, Michael, ancora più al largo, è infatti segnalata in aumento di intensità, e potrebbe a breve diventare un uragano della scala di Sapphir - Simpson. Fortunatamente non rappresenta al momento una minaccia per le isole caraibiche ed atlantiche, dato che si trova ancora ad oltre 1500 km a sud-ovest delle isole Azzorre. Dovrebbe mantenersi ad est, discretamente lontano da Bermuda.
  •  

 Pubblicato da il 07/09/2012 - - ® Riproduzione vietata

close