Cerca Hotel al miglior prezzo

Tour tra i luoghi della Guerra Civile Americana

Abramo Lincoln fu uno dei più importanti presidenti degli Stati Uniti d'America, passato alla storia soprattutto per avere emanato nel 1863 l'Emancipation Proclamation, il Proclama di emancipazione dei neri che portò successivamente all'abolizione della schiavitù nel 1865.
Le decisioni di Lincoln in materia di schiavitù furono una delle cause scatenanti della Guerra Civile Americana, ma affermarono in modo definitivo il principio di uguaglianza. Il resto è storia e, anche se la discriminazione razziale non è ancora stata definitivamente estirpata negli USA (né altrove) a distanza di oltre centocinquant'anni, quel periodo fu certamente significativo per un miglioramento delle condizioni di vita di molte persone.

Il tema della guerra di secessione americana (1861-1865) è complesso e al tempo stesso interessantissimo. Per meglio comprendere l'importanza di quei momenti, oggi chi vuole conoscere gli Stati Uniti può visitare alcuni luoghi che consentono di approfondirne le vicende e le dinamiche.
Di seguito proponiamo un itinerario tra i luoghi della Guerra Civile Americana come spunto per un viaggio dal taglio storico e culturale.

Lincoln Memorial a Washington D.C.


La capitale satunitense è simbolicamente il punto di partenza del tour dei luoghi relativi alla Guerra Civile, che proseguirà principalmente lungo gli stati della costa atlantica.
Per onorare il sedicesimo presidente americano consigliamo di iniziare il viaggio dal Lincoln Memorial a Washington DC, ormai trasformato in un simbolo delle lotte per i diritti sociali.
Il memoriale sorge al termine del National Mall. All'interno del grande tempio in stile dorico eretto nel 1922 si trova la grande statua di Abramo Lincoln seduto su un trono, immortalata anche nelle scene di molti film, ma non solo: il Lincoln Memorial è stato storicamente teatro di imporanti manifestazioni politiche, come la Marcia su Washington per il lavoro e la libertà del 1963. In quell'occasione, fu proprio da qui che Martin Luther King tenne il famoso discorso che cominciava con la frase "I have a dream...".

Prezzo: l'ingresso National Mall e al Lincoln Memorial è libero e gratuito. Il complesso è aperto 24/24h.
I guardaroba, i musei e l'ascensore sono chiusi nelle ore serali.
Maggiori informazioni: sito ufficiale del Lincoln Memorial.

Gettysburg National Military Park, Pennsylvania


Il Parco Nazionale Militare di Gettysburg si trova in Pennsylvania, dunque relativamente vicino a Washington DC, considerando le distanze statunitensi. Siamo infatti circa 90 miglia a nord della capitale, dove questo sito della Guerra Civile Americana è stato preservato per commemorare la sanguinosa battaglia di tre giorni che si svolse dall'1 al 3 luglio 1863 e che costò la vita a migliaia di soldati da entrambe le parti.
Qui, circa sei mesi dopo la battaglia, venne pronunciato il celebre Lincoln's Gettysburg Address, il discorso del presidente che costituisce uno dei fondamenti dell'unità nazionale americana.
Oggi il Gettysburg National Military Park è una meta turistica molto frequentata e ospita anche un enorme ciclorama storico, ovvero una tela panoramica lunga quasi 115 metri posizionata nel Visitor Center.
Il parco offre visite guidate con tour in auto per vedere luoghi celebri come le rocce di Devil's Den, la collina di Little Round Top, i due picchi di Culp's Hill e il Cemetery Ridge, una lunga collina dal nome eloquente, fondamentale nella storia della battaglia, in cui si trovano numerosi monumenti e memoriali.

Prezzo: l'ingresso al parco, al cimitero e agli edifici è gratuito. L'ingresso al Museo, alle gallerie espositive del Centro Visite, ai film e al ciclorama sono a pagamento.
Maggiori informazioni: sito ufficiale del Gettysburg National Military Park.

Antietam National Battlefield a Sharpsburg, Maryland


Il campo di battaglia di Antietam è un sito protetto della guerra civile che si trova lungo l'Antietam Creek presso Sharpsburg, città del Maryland a circa 45 miglia da Gettysburg.
L'Antietam National Battlefield Park commemora la prima grande battaglia della Guerra Civile Americana, che avvenne il 17 settembre 1862, anche se le prime scaramucce militari erano iniziate nella primavera del 1861. La battaglia di Antietam pose termine alla prima invasione nel Nord da parte dell'esercito confederato della Virginia del Nord e permise ad Abraham Lincoln di emettere il proclama preliminare di emancipazione.
In quello che è ricordato come The Bloodiest Day in America History, il giorno più sanguinoso della storia americana, si ebbe un totale di 23.000 soldati uccisi, dispersi o feriti tra i due schieramenti.
Oggi i turisti che visitano questo parco vengono introdotti al tema da un documentario che ripercorre la storia della guerra civile che portò al cruento scontro di Antietam.
Il parco accoglie vari importanti monumenti di guerra e luoghi particolari che segnarono le fasi della battaglia; i punti di riferimento più popolari conservati nel parco sono la Dunker Church, il Burnside's Bridge (uno dei ponti più fotografati d'America) e il Miller's cornfield, un campo di grano scenario delle prime fasi dello scontroa. Non mancano cannoni commemorativi e una serie di monumenti sparsi tra le colline che furono teatro di guerra.

Prezzo: l'ingresso all'Antietam National Battlefield Parkcosta 10 $ a testa e 20 $ per veicolo.
Maggiori informazioni: sito ufficiale dell'Antiatem National Battlefield.

Cortesia foto: Malachi Jacobs / Shutterstock.com

Harper's Ferry National Historic Park, West Virginia


Appena 18 miglia separano Sharpsburg dalla confluenza tra i fiumi Potomac e Shenandoah, dove si trova Harper's Ferry, piccola località della Contea di Jefferson, nel West Virginia (proprio sul confine con Maryland e Virginia), che ebbe un ruolo fondamentale e al tempo stesso simbolico poco prima dello scoppio della guerra civile.
La città fu infatti teatro dell'azione della mitica figura di John Brown il 16 ottobre del 1859, quando l'uomo attaccò il locale arsenale militare per combattere contro la schiavitù armando la popolazione nera ed esortandola alla rivolta. L'incursione fallì, John Brown venne catturato e poi giustiziato per impiccagione nel dicembre dello stesso anno. Da allora Brown è divenuto un simbolo nazionale della lotta contro la schiavitù.
Harper's Ferry fu inoltre un luogo chiave durante le fasi della guerra e passò di mano ripetute volte nei quattro anni del conflitto. Visitando la cittadina consigliamo di non perdere, oltre ai magnifici paesaggi dei Monti Appalachi, la celebre Cobblestone Street, che consente di respirare ancora le atmosfere della metà del XIX secolo.

Prezzo: l'ingresso all'Harper's Ferry National Historic Park costa 10 $ per presona, 15 $ per le moto e 20 $ per veicoli privati (esclusi gruppi e van con oltre 7 posti).
Maggiori informazioni: sito ufficiale dell'Harpers's Ferry National Historic Park.

Manassas National Battlefield Park, Virginia


Proseguiamo il viaggio verso sud per 57 miglia e arriviamo a Manassas, località della Virginia lungo il Bull Run Creek che commemora lo scontro del 21 luglio 1861 tra le truppe federali e le forze confederate. Un'altra battaglia si svolse qui dal 28 al 30 agosto 1862 e fu vinta ancora una volta dalle truppe confederate (i sudisti).
Il parco è stato istituito per preservare i luoghi di guerra più importanti connessi con le due battaglie di Manassas. I punti principali del parco sono il centro visitatori di Henry Hill, che offre escursioni auto-guidate nei luoghi più importanti delle battaglie come la Stone House, quartier generale delle truppe dell'Unione, e poi ancora lo Stone Bridge, ponte distrutto nei combattimenti ma ricostruito nella stessa forma originale.
Segnaliamo inoltre che nei weekend e nei mesi estivi si svolgono dimostrazioni con armi e cannoni d'epoca.

Prezzo: l'ingresso al Manassas National Battlefield Park è gratuito.
Maggiori informazioni: sito ufficiale del Manassas National Battlefield Park.

Richmond National Battlefield Park, Virginia


L'ultimo tratto è il più lungo del nostro viaggio. Si percorrono 100 miglia verso sud per raggiungere il Richmond National Battlefield Park commemora diversi siti del periodo della Guerra Civile Americana in cui l'attuale capitale della Virginia era la capitale degli Stati Confederati.
Questo non era solo il centro della produzione degli stati secessionisti, ma qui aveva sede anche uno dei più grandi ospedali del sud, il quale si occupò dei malati e dei feriti, mentre tutt'attorno gli eserciti combattevano in campo aperto e in chilometri di terrapieni difensivi.
Il parco di Richmond è stato istituito per ricordare i luoghi teatro della campagna di Overland che ebbe luogo nel 1864, la battaglia dei Sette Giorni del 1862 e l'assedio di Petersburg del 1864.
Si può iniziare la visita dal Civil War Visitor Center del Tredegar Iron Works, situato al 470 di Tredegar Street, in centro città, dove forniscono anche le mappe dei siti più importanti della guerra e tutte le informazioni relative ai monumenti.

Prezzo: l'ingresso al Richmond National Battlefield Park è gratuito, ma il parcheggio dell'American Civil War Center all'Historic Tredegar è a pagamento.
Maggiori informazioni: sito ufficiale del Richmond National Battlefield Park.

Cortesia foto: Ritu Manoj Jethani / Shutterstock.com

Il nostro tour in sintesi

Itinerario: Washington D.C. - Gettysburg (Pennsylvania) - Sharpsburg (Maryland) - Harper's Ferry (West Virginia) - Manassas (Virginia) - Richmond (Virginia).
Lunghezza: circa 472 km (293 miglia).
Durata: almeno 6 giorni.
Cosa vediamo: Lincoln Memorial e National Mall, Gettysburg National Military Park, Antietam National Battlefield Park, Harper's Ferry National Historic Park, Manassas National Battlefield Park e Richmond National Battlefield Park.

Ti piace viaggiare? Visita il nostro canale dedicato agli itinerari negli USA.
  •  
07 Maggio 2021 Green Pass italiano ed europeo: come funziona ...

Nelle prossime settimane un nuovo sistema permetterà ai cittadini ...

NOVITA' close