Cerca Hotel al miglior prezzo

Gli Hotel e i Resort pił prestigiosi di Mauritius

Pagina 1/2

L’isola di Mauritius incanta così com’è, selvaggia e libera. Per stupire ha a disposizione colori, luci e profumi eccezionali, un Oceano Indiano più limpido del cielo e una vegetazione indomabile. Non avrebbe bisogno di altri vezzi. Tuttavia, se ciò non bastasse, offre un’ampia gamma di alloggi per tutti i gusti e tutte le tasche, dagli appartamenti in affitto ai grandi resort di lusso, fino alle antiche dimore coloniali trasformate in agriturismi e agli hotel storici che nel tempo hanno investito sulla qualità dei servizi e della ristorazione.
Noi vi proponiamo un viaggio tra alcuni dei resort e hotel più prestigiosi di Mauritius, alla scoperta di ville eleganti, appartamenti da sogno, infinity pool protese verso il mare e centri benessere a cui si può chiedere tutto, o quasi.

Il nostro viaggio comincia nella parte sud dell’isola, lungo la Riviere des Galets. Qui, accanto al piccolo villaggio di St. Felix, sorge il boutique resort Shanti Maurice, abbracciato dalla vegetazione tropicale, i campi di canna da zucchero e la baia corallina. La costa bassa e sabbiosa e l’estensione del resort, che si sviluppa su 15 ettari di giardini, danno un’idea di ampiezza e libertà totali, e la sensazione di sperimentare l’autentica natura mauriziana senza rinunciare al comfort. Gli alloggi sono 61, tutti affacciati all’oceano, di cui 17 ville con piscina privata, doccia all’aperto e zona per il pranzo; le 44 junior suites sono appartamenti incantevoli, con ambienti spaziosi e terrazzo o giardino che dà sulla spiaggia. Gli alloggi – spiega lo staff del resort – sono disposti in modo che ognuno abbia il proprio spazio vitale e possa godere di privaci, quiete e silenzio: anche nei momenti di maggiore affluenza non si avverte l’affollamento della struttura.
Il servizio, impeccabile, fa sentire coccolati, così come i trattamenti disponibili alla pluripremiata Nira Spa. Incorniciata di laghetti, sculture e piante fiorite, la Spa dello Shanti Maurice occupa 7 mila mq e comprende 25 stanze per trattamenti, in cui terapisti, medici ayurvedici e massaggiatori esperti regalano agli ospiti una pausa rigenerante. Le proposte spaziano tra massaggi, talassoterapia, lezioni di yoga o pilates, trattamenti ayurvedici e allenamenti watsu; i prodotti benessere utilizzati sono della linea Africology, e al termine di una seduta ci si può concedere un tè allo zenzero o uno spuntino salutare, così come una sauna, un bagno turco o una nuotata in piscina.
Gli sportivi hanno a disposizione palestra e campi da tennis, le famiglie possono contare sul Kids Club per bambini fino a 12 anni, e tutti possono godere della cucina squisita dello Shanti Maurice, che concede ampio spazio alla tradizione mauriziana.
In un mix di sapori africani, indiani, cinesi e europei, tutti i ristoranti del resort offrono prodotti di alta qualità e vantano cornici suggestive: Stars è il ristorante d’autore dedicato alla cucina contemporanea, Pebbles serve un menu internazionale, mentre Fish and Rhum Shack – tra i top 10 beach bar al mondo secondo CNN - si trova sulla spiaggia e valorizza le bontà del territorio con un gustoso barbecue di pesce e carne. Ma l’iniziativa culinaria più interessante è il Grandma’s Kitchen, che dà agli ospiti la possibilità di cenare a casa di una vera nonna mauriziana, dopo aver fatto la spesa con lei e aver contribuito alla preparazione del menu. Il prezzo della cena è di 25 euro, 5 dei quali vengono devoluti alla fondazione Grandma’s Shanti Home per anziani e bambini bisognosi.
Lo Shanti Maurice non è solo un oasi di pace, ma un ottimo punto di partenza per l’esplorazione della parte meridionale dell’isola. Lo staff del resort potrà proporvi numerose attività, come una nuotata coi delfini alla Baia Tamarindo o una visita guidata alla fabbrica del tè Bois Cheri. (http://shantimaurice.com).

La seconda tappa è lungo la costa nord-occidentale dell’isola, nell’avvolgente Turtle Bay. Il boutique resort Angsana Balaclava è a 15 minuti di macchina da Port Louis, capitale di Mauritius: le 52 suite, disposte in piccole ville dallo stile esotico, si raccolgono intorno alla piscina e al bel ristorante, mentre la spiaggia costellata di palme guarda all’oceano e al porto sulla sinistra. Design e rispetto del paesaggio si fondono in questa struttura moderna, spaziosa e allo stesso tempo raccolta, agghindata di frangipane e bouganville. Tutte le camere hanno una piscina privata vista mare, ad eccezione delle Garden Suite che dispongono di un grazioso giardino, mentre la piscina centrale comune ha un fondo di sabbia bianca preso in prestito dalla costa e lambisce il bancone del bar, in modo che i clienti possano sorseggiare un cocktail nell’acqua, comodamente seduti sugli sgabelli sommersi.
Anche qui non manca la Spa, grande, curata e completa dal punto di vista dei servizi: una culla profumata in cui beneficiare di massaggi e trattamenti rigeneranti, nelle mani esperte delle terapiste formate dalle Banyan Tree Academies.
Durante il giorno si possono svolgere numerose attività, dagli sport acquatici alle lezioni in palestra, dalle lezioni di cucina ai laboratori di biologia al Balaclava Conservation Centre. Per i peccati di gola invece ci sono vari ristoranti: si può sempre scegliere di cenare nella quiete della propria suite, magari a bordo piscina, ma vale la pena di provare l’Oryza e i suoi piatti esotici di ispirazione asiatica, il Passion Grill e i suoi barbecue, i cocktail del bar Sylea e la romantica formula Destination Dining, che propone un’esclusiva cena sulla spiaggia a suon di onde e a lume di stelle. (http://www.angsana.com/en).

Poco più a nord, a 25 km da Port Louis, la Grand Baie accoglie il Royal Palm Hotel, un vero paradiso dell’ospitalità. Membro dei Leading Hotels of the World, forte di una lunga esperienza, di una Spa da sogno, una spiaggia idilliaca e una cucina sublime, il Royal Palm è tra gli indirizzi più prestigiosi di Mauritius e la sua fama ha varcato da tempo i confini dell’isola. L’impatto è grandioso e scenografico, ma non guasta l’aspetto selvaggio della costa: il verde e il blu dell’oceano hanno comunque la meglio, e gli edifici del resort si inseriscono tra le palme con garbo, mimetizzandosi. Eppure ci sono ben 84 alloggi di varie categorie, tra cui una Penthouse di 122 mq, tre Presidential Suite di 178 mq e una Royal Suite di 300 mq, il cui salotto si prolunga all’aperto in una bella veranda con piscina privata a idromassaggio e gazebo.
L’ampiezza non va a scapito della qualità: tutto al Royal Palm è curato nei dettagli, e l’ospitalità è trattata come una vera e propria arte. A partire dalla buona cucina, protagonista dei due ristoranti: Natureaty privilegia la cucina contemporanea e propone tre diversi menu a tema, dedicati rispettivamente al benessere, alle ricette mediterranee e alla cucina orientale; La Goélette, con 80 coperti affacciati sulla baia, vanta la firma dello chef stellato Michel de Matteis, che valorizza i prodotti locali per dar vita a combinazioni squisite di tradizione e novità.
... Pagina 2/2 ... Alla Spa Clarins – un dedalo di vasche disposte su vari livelli, camere dalla luce soffusa ma anche intime zone all’aperto – c’è l’imbarazzo della scelta tra saloni di bellezza e coiffeur, massaggi ayurvedici e thai, algoterapia, saune, hammam e lezioni di yoga. Un benessere totale che continua nel centro sportivo, con palestre all’avanguardia, campi da tennis e un campo da squash.
Tra i fiori all’occhiello del Royal Palm c’è il Kids Club, che ogni giorno accoglie gli ospiti al di sotto dei 12 anni e organizza per loro giochi, laboratori e attività all’aperto. C’è posto per tutti, a patto che i minori di 3 anni siano accompagnati dai genitori o da una baby sitter, e ogni dettaglio è a misura di bambino: tavolini, sedie a forma di animale, e persino delle tenere sedie a sdraio formato mignon. (www.royalpalm-hotel.com).

Il viaggio si conclude lungo la costa nord-orientale, dove sorgono due Constance Hotel, il Belle Mare Plage e il Prince Maurice, entrambi perfetti per gli amanti del golf. Il Belle Mare Plage, incastonato lungo una baia sabbiosa di 2 km, ha due campi regolamentari a 18 buche, “The Legend” e “The Links”. Tutti possono prendere lezioni di golf, ma non c’è bisogno di essere dei campioni per apprezzare il resort: i 15 ettari di giardini tropicali racchiudono ben 256 alloggi, tra Camere Prestige, Junior Suite vista mare o fronte spiaggia, Deluxe Suite di 96 mq, Ville con piscina privata e una grandiosa Villa Presidenziale.
Con una capienza così, i ristoranti non potevano che essere numerosi, ma anche degni di qualsiasi pretesa: il Blue Penny Café, La Citronnelle, La Spiaggia, Deer Hunter, l’Indigo Beach Restaurant, La Kaze e Le Swing servono piatti originali, sofisticati o veloci, preparati con ingredienti locali di qualità.
Nella Spa, con Padiglione Shiseido, si può usufruire del centro fitness con palestra attrezzata, sauna, bagno turco e piscine a idromassaggio, e si può partecipare a lezioni di aerobica, yoga, t’ai chi e aquagym. A pagamento sono disponibili massaggi, trattamenti beauty e parrucchiere.
Il gemello Le Prince Maurice non è da meno. Il nome principesco si rifà al governatore olandese Maurice Van Nassau, e si addice all’ambiente regale: sin dall’ingresso, proteso verso l’oceano, l’impressione è di grandezza e eleganza, confermata nelle 76 Junior Suite, nelle 12 Ville e nella prestigiosa Princely Suite di 350 mq.
I campi da golf del Belle Mare Plage sono a soli 5 minuti d’auto, accessibili gratuitamente, ma si possono praticare anche il tennis, la pesca e numerosi sport acquatici. Anche qui il relax è assicurato dall’Health and Fitness Centre, e l’ottima cucina mauriziana è protagonista dei tre ristoranti: l’Archipel offre menu à la carte e buffet a tema, Le Beach Deck sorge su una piattaforma di legno situata sulla spiaggia e Le Barachois è un ristorante galleggiante dall’atmosfera romantica, che si sviluppa su cinque piattaforme fluttuanti e serve grigliate di pesce e altre delizie locali. (www.constancehotels.com).

Per maggiori informazioni sulle strutture ricettive e il turismo a Mauritius visitate il sito www.mauritius-turismo.com del MTPA – Ente del Turismo Isola di Mauritius, o chiamate lo 02 67074703 (linea dedicata al viaggiatore).


MTPA - Mauritius Tourism Promotion Authority
Ufficio stampa AIGO
Visita Mauritius-turismo.com
 

 Pubblicato da il 21/05/2012 - 14.672 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close