Cerca Hotel al miglior prezzo

Il primo campo da golf a 9 buche alle Maldive, sull'isola di Villingili

Sembra impossibile a dirsi, ma nessuno dei più lussuosi resort alle Maldive aveva mai pensato di offrire un grande campo da golf ai suoi clienti, in tutto l'arcipelago! Ma dalla prossima settimana, e più esattamente dal 27 marzo, il primo campo da golf da nove buche alle Maldive diverrà una realtà: la catena Shangri-La ha confermato che all'interno dal territorio maldiviano nascerà la prima Golf Court, che verrà inaugurata il prossimo lunedì. C'era un solo piccolo campo golf da 6 buche al momento, sulla Kuredo Island.

Il nuovo campo avrà per l'appunto una estensione di nove buche, che sono state progettate sul lato meridionale dell'isola di Villingili. La superfice del golf club si estende su 7 ettari e mezzo, e le buche mediamente saranno par 3, mentre il costo di una giocata si aggira sui 60 euro, compreso il noleggio delle mazze.

Non sono mancate, ovviamente, le polemiche sull'opportunità di creare un campo di golf alle Maldive, e soprattutto sull'isola di Villingili: ci sono timori infatti sull'impatto ambientale relativo alle tartarughe, che dovrebbero essere facilmente avvistate tra le buche 6 e 9, e quindi potrebbero essere disturbate dai giocatori, e si è discusso sull'opportunità di utilizzare acqua dolce per l'irrigazione dei green e dell'uso di fertilizzanti organici, che secondo Shangri-La sono stati ridotti al minimo, per evitare conseguenze ambientali sul mare, ma che un certo impatto potrebbero averlo.

Shangri-La potrà quindi vantare il primato di essere stata la prima catena di resort ad offrire il golf alle Maldive, ma la sua “celebrità” potrebbe durare poco, dato che c'è il progetto di costruire un campo da golf galleggiante, su di una isola artificiale dal costo di 500 milioni di dollari, che dovrebbe essere completata entro il 2015.

Secondo questo secondo progetto, i golfisti non dovrebbero far altro che salire su di un motoscafo per raggiungere il sito proposto, che disporrà di ben di 27 buche distribuite su tutte le tre isole del complesso, collegate tra loro da tunnel sottomarini. Il progetto è piaciuto allo stesso governo delle Maldive, ed è stato ritenuto più rispettoso dell'ambiente anche rispetto alle bonifiche dei terreni e alle tecniche di costruzione utilizzate a Dubai in questi anni, per la creazione dei suoi alberghi su isole artificiali. Sembra proprio quindi che il futuro del golf sia veramente appannaggio delle Maldive!
  •  

 Pubblicato da il 19/03/2012 - 8.222 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
24 Maggio 2017 Il Festival del Pesce a Lignano Sabbiadoro ...

Sapore di mare e di quell’Adriatico che si estende calmo davanti ...

NOVITA' close