Cerca Hotel al miglior prezzo

Tempio cambogiano di Angkor Wat: l'India ne sta costruendo una copia

Pagina 1/2

Maestri del copia-incolla a grandezza reale, si sa, sono i cinesi, che da qualche tempo, oltre che le tecnologie occidentali si sono messi a “clonare” anche attrazioni turistiche, ad esempio copiando villaggi interi come nel caso del villaggio di Hallstat ad esempio. Ma troviamo altre copie sparse per il mondo, come ad esempio a Las Vegas la città dove tutto è clonato o quasi dal mondo reale.

La notizia di oggi è che anche l'India si sta avventurando in un'impresa simile, se vogliamo ancora più ambiziosa: la costruzione di una replica di un intero Patrimonio dell'Umanità dell'UNESCO, e cioè il celebre tempio di Angkor Wat in Cambogia. Questa copia “abusiva” sta sorgendo lungo le rive del fiume Gange, nello stato di Bihar, nell'India settentrionale..

I lavori sono iniziati da poco, appena due giorni fa quando si è svolta la cerimonia per la posa della prima pietra del complesso. Il sito prescelto, che si svilupperà su di una superficie di 16 ettari complessivi, sorgerà nei pressi della città di Hajipur, una città posata a circa 25 chilometri a nord della capitale Patna Bihar.

Quanto costa clonare un Patrimonio dell'Umanità del calibro si Angkor Wat? La fondazione, denominata Mahavir Mandir Trust, che finanzia l'opera, investirà una cifra superiore ai 15 milioni di euro, e il progetto si stima verrà completato in circa 10 anni di lavoro. La stessa fondazione è attiva d tempo nello stato, e annovera nelle sue imprese la costruzione di un certo numero di ospedali e templi, finanziati principalmente da donazioni.

... Pagina 2/2 ... Il lancio di questo progetto turistico è stata effettuato in concomitanza con le celebrazioni in corso del centenario della fondazione del Bihar, ma a prima vista rimane incomprensibile che per festeggiare un evento indiano si voglia costruire una copia di una attrazione cambogiana. Angkor Wat è infatti l'icona nazionale della Cambogia ed è stata costruita nei primi anni del 12° secolo, il re Suryavarman II. Però, in origine, e cioè prima del suo passaggio ai buddisti, il tempio cambogiano è stato un luogo di culto indù dedicato alla divinità Vishnu, e quindi alla luce di ciò, una certa rivendicazione indiana appare più comprensibile.

La copia di Angkor Wat sarà chiamata come Virat Angkor Wat Ram Temple e cercherà di rivendicare il primato del più grande tempio indù del mondo. A suggellare ciò è previsto che la torre più alta raggiunga i 67,6 metri, una quota leggermente più alta rispetto all'originale. Non basta quindi la copia, ci sarà anche una sorta di "umiliazione” all'originale! Il sito prescelto per la costruzione del tempio ha per gl indiani anche un significato mitologico, cosa che dovrebbe favorire un buon successo turistico.

Ricordiamo che l'originale Angkor Wat è il sito turistico più importante della Cambogia, al punto che compare sulla stessa bandiera cambogiana. La sua popolarità è in forte crescita, nel gennaio 2012 oltre 205.000 turisti lo hanno visitato, con un incremento di quasi il 30% in più rispetto al gennaio 2011. Sarà da vedere quanto uno sua copia potrà sottrarre visite a questo magnifico e storio tempio della Cambogia.

Fonte: Cnngo.com

 Pubblicato da il 07/03/2012 - 3.564 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close