Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Vitalpinum

Vitalpinum, benessere e natura a Lienz in Austria

Pagina 1/2

In una società ogni giorno più frenetica in cui le giornate sono scandite da un’interminabile serie di impegni è fondamentale essere in grado di ritagliarsi qualche parentesi per la cura e il benessere di sé stessi. Ad attestare questa esigenza sono i numeri relativi ai frequentatori dei centri benessere, tra le poche attività che paiono non risentire in maniera eccessiva della contrazione dei consumi da parte delle famiglie italiane. Ebbene, per vivere un’esperienza leggermente diversa da quelle a cui siamo abituati ci si può recare in Osttirol (Tirolo orientale), pochi chilometri oltre il confine italiano, dove nel giugno del 2010 è stato inaugurato il Vitalpinum.

Quest’ultimo è un progetto pioneristico, innovativo sotto tanti punti di vista, che unisce il relax tipico di un centro benessere ad una serie di esperienze sensoriali e didattiche rivolte a tutta la famiglia. Gli ingredienti che stanno alla base del successo del Vitalpinum sono due: la natura incontaminata di quest’area della Val Pusteria e la secolare tradizione familiare nella distillazione dell’essenza di pino mugo. Da questo paio di semplici prerogative è nato il parco di oltre 5.000 mq declinato secondo varie tematiche del benessere naturale che, da un lato, consente di provare sensazioni estremamente appaganti, dall’altro offre spunti interessanti per migliorare alcuni ambiti della propria vita quotidiana.

Per raggiungere il Vitalpinum si impiegano all’incirca 30 minuti di auto dal confine tra Italia e Austria posto poco dopo San Candido, in Val Pusteria. Il parco si trova nei pressi dell’abitato di Assling, accanto all’edificio della storica prima distilleria tirolese dell’essenza di pino mugo, direttamente sulla statale B 100 che collega Sillian a Lienz correndo parallela alla Drava ed alla sua pista ciclabile. Notarlo è tutt’altro che impossibile, viste le linee architettoniche contemporanee del grande edificio in cemento a vista prospiciente la strada coperto da un tetto verde piantumato con oltre mille piante di pino mugo.

Varcato l’ingresso ci si immerge in uno spazio moderno ed accogliente, contraddistinto da pregevoli rivestimenti in legno e soprattutto da grandi vetrate che offrono scorci incantevoli sul retrostante giardino del benessere, il cuore pulsante del Vitalpinum. All’interno della struttura si trovano la biglietteria, aperta sette giorni su sette, e lo shop, oltre al “bar olfattivo” ed alla “sala dei sensi” posti al termine del percorso di visita. Nel negozio troverete tutti i pregiati prodotti della Unterweger, “die Marke der Natur”, tra cui creme alle diverse essenze vegetali, tisane alle erbe ed olii essenziali.

Il parco del benessere è suddiviso in tre macroaree, ciascuna delle quali connotata da una precisa destinazione. La prima è la cosiddetta “zona attiva/vitale”, che ospita diverse stazioni presso le quali sperimentare attività disparate e stimolare altrettante zone sensoriali. C’è il sentiero a piedi nudi su aiuole di castagne, bacche di ginepro, fiori di rosa ed altre specie vegetali, il percorso Kneipp e la fontana dell’arnica adatta alla cura dei più diffusi acciacchi muscolari e non solo. Accanto a quest’ultima si erge l’edificio in legno della distilleria dimostrativa, all’interno della quale vengono svelati alcuni dei segreti utilizzati dal lontano 1886 per ricavare oli essenziali purissimi da diverse essenze vegetali tra cui, naturalmente, il pino mugo tirolese.
... Pagina 2/2 ...
La seconda area in cui è virtualmente diviso il giardino del benessere è la “zona di cura”, separata dalla precedente dalla collina del pino mugo e dall’oroscopo dell’olio alle erbe, un piccolo spiazzo caratterizzato dalla presenza di 12 colonnine artistiche ad ognuna delle quali è stato assegnato un segno zodiacale e la relativa essenza. Della zona di cura fanno parte le docce alle erbe aromatiche, che non bagnano ma avvolgono in gradevoli fragranze, l’alveare didattico, con tanto di film interattivo, ed i giardini delle erbe, dove ammirare alcune delle tantissime specie vegetali che crescono al Vitalpinum.

Infine, prima di rientrare nell’edificio principale, si passa in rassegna la “zona relax”, quella delle distese di lavanda, del sentiero dell’anniversario inaugurato in occasione del 125esimo compleanno dell’attività, e della nuova ciotola dell’acqua saltellante, l’ultima delle attrattive del Vitalpinum in ordine cronologico; qui, sfregando le mani inumidite sulle maniglie di un ampio contenitore in metallo, l’acqua contenuta al suo interno comincia a “saltare e suonare”, regalando a colui che si sta esibendo vibrazioni calmanti ed una piacevole sensazione di pace interiore. A completare l’offerta del Vitalpinum è il parco giochi per bambini situato accanto alla distilleria dimostrativa, un’area pensata appositamente per mettere a proprio agio i più piccoli con attrattive quali scivoli, vasche acquatiche ed una palestra di roccia in miniatura.

Il Vitalpinum è accessibile ai visitatori da maggio ad ottobre, ad eccezione dello shop aperto anche d’inverno, con orari differenti; a luglio e agosto l’apertura va dalle 9.00 alle 18.00, a maggio, giugno, settembre e ottobre dalle 10.00 alle 17.00. Per gli adulti il biglietto di ingresso costa 3.50 €, è gratuito per i minori di 6 anni, mentre costa 2 € per i bambini tra 7 e 15 anni. Per quanto riguarda le visite guidate dei gruppi (minimo 8 persone), l’offerta si articola su due alternative: standard, che prevede un itinerario di circa 45 minuti tra giardino del benessere, distilleria e prova sensoriale-olfattiva al costo di 5.50 € ciascuno; e plus, che alla precedente aggiunge un’esaustiva illustrazione del campo delle erbe con un sovrapprezzo di ulteriori 2.50 €. Per maggiori informazioni e conoscere il ricco calendario di manifestazioni, corsi ed esposizioni potete cliccare www.vitalpinum.com o scrivere direttamente all’indirizzo office@vitalpinum.com

 Pubblicato da il 08/08/2014 - 4.401 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close