Cerca Hotel al miglior prezzo

Il Castello Stockalper a Briga

Il grande palazzo in stile barocco il simbolo di Briga, bella cittadina della Svizzera francese, Canton Vallese.

Al suo mecenatismo si devono la chiesa parrocchiale di Maria Assunta in frazione Glis e il monastero delle Orsoline. Nativo di Briga, il barone Kaspar Jodok von Stockalper diede un grande impulso allo sviluppo del Vallese con la costruzione di edifici religiosi e civili e creando un importante sentiero (che tutt'ora porta il suno nome) che collegava Briga con Domodossola: a fare da cornice alla brillante attività di questo geniale mercante e notaio svizzero fu soprattutto questa graziosa cittadina ai piedi del Passo del Sempione.

Piccolo gioiello di arte e architettura, Briga, borgo del Canton Vallese (Svizzera) con i suoi 12 mila abitanti, è celebre ai più per l’elegante palazzo in stile barocco eretto nel XVII° secolo per volere di von Stockalper che fu anche astuto militare e politico. Il palazzo, che deve il proprio nome al barone, fu progettato come residenza fortificata per ospitare merci e prodotti che transitavano dal Passo del Sempione.

Stockalperschloss: Il Palazzo che domina Briga

A pianta rettangolare e quattro piani, questa dimora, situata a fianco dell’abitazione in cui nacque e visse von Stockalper, subì un profondo degrado a fine Ottocento prima di essere acquistata nel 1948 dal Comune di Briga che ne ordinò una serie di restauri fra il 1954 e il 1961. Aperta ai visitatori, è oggi in ottimo stato di conservazione e ospita oltre all’archivio Stockalper anche un museo, la biblioteca comunale, un teatro, gli uffici dell’Amministrazione e il tribunale.

Con una grande corte interna di quasi 1300 metri quadrati, il palazzo è circondato da un porticato (un tempo utilizzato per lo stivaggio delle merci) a tre ordini di arcate con colonne di tufo che s’ispirano al Rinascimento italiano.

Sebbene si possano riscontrare stili architettonici diversi (costruzioni gotiche, torri con cupole a cipolla e giardini tipici delle ville francesi) la dimora simbolo di Briga è elegante e omogenea a vedersi. Le torri del castello sono un omaggio ai Re Magi: il barone le chiamò infatti con i loro nomi dedicando quella più grande a Gaspare. All’interno della struttura meritano una visita la raffinata sala con il soffitto a cassettoni del XVIII° secolo, la sala dei cavalieri con la galleria di ritratti e il salone dei Tre Re Magi; ogni ambiente è ornato con pitture su seta e arazzi creati a Parigi. Altrettanto preziose sono la chiesetta, le cantine, i loggiati e il giardino con le rose a cui si accede dal cortile attraverso un cancello in ferro battuto.

Informazioni utili, orari e biglietti per la visita

Orario invernale (indicativamente gennaio/aprile): visite guidate ogni martedì alle ore 14.30. In estate (da maggio a ottobre), da martedì a domenica con ritrovo alle 9.30, 10.30, 13.30, 14.30, 15.30 e 16.30.

Tariffe (entrata e visita guidata) in tedesco (durata 1,5 ore): adulti 8 CHF (7,30€); ragazzi (7-16 anni) 3 CHF (2,70€); gruppi da 17 persone 6 CHF (5,50€); bambini fino a 7 anni accompagnati gratis. Visite a richiesta in tedesco, francese, inglese e italiano (sempre della durata di 1,5 ore): costo minimo 100 CHF (91€); gruppi da 50 persone 5 CHF (4,50€). Prenotazioni su info@brig-simplon.ch

Sito ufficiale www.brig-simplon.ch

 Pubblicato da il 16/05/2019 - 1.571 letture - ® Riproduzione vietata

18 Maggio 2021 La mostra Vespizzatevi al Museo Piaggio ...

Un mito italiano, un’icona di stile e modo di vivere: la Vespa festeggia ...

NOVITA' close