Cerca Hotel al miglior prezzo

MOG: visita al Mercato Orientale di Genova

Con una storia di oltre un secolo il MOG, il Mercato Orientale di Genova, una delle attrazioni tipiche del centro del capoluogo ligure. Il suo nome deriva dalla sua posizione nella parte est del centro storico.

Il Mercato Orientale di Genova è una realtà orgogliosamente italiana dal lontano 1899, hanno in cui ha preso vita all’interno del suggestivo chiostro appartenente alla Convento degli Agostiniani con Chiesa della Consolazione annessa.

Il termine “orientale” non si riferisce al tema merceologico bensì all’ubicazione rispetto al centro storico. È il ritrovo di moltissime bancarelle in cui si possono trovare in vendita i principali prodotti agricoli della Val Bisagno, area particolarmente florida in Liguria. L’intera area mercatale occupa una superficie totale di 5.500 metri quadrati e vi si accede tramite cinque accessi, due dei quali posti in via XX Settembre. Lo spazio, dapprima outdoor e in seguito al coperto, si avvale di una bella location tempestata di lucernai per offrire un’illuminazione ottimale e garantire una luce che esalti le varie decorazioni in marmo bianco.

È perciò ufficialmente un mercato coperto che ha previsto fino a ora una divisione in piano sotterraneo annoverante ben 42 magazzini e in un pianterreno dal perimetro colonnato sviluppato in complessivi 360 metri. Fino a ora… poiché il 7 maggio 2019 ha avuto luogo l’inaugurazione del nuovo piano rialzato studiato per esaltare ulteriormente quello che si configura come autentico e incrollabile polo d’attrazione trainante in parte il turismo genovese.

Cosa comprare al MOG, il Mercato Orientale di Genova

Dopo 120 anni di attività, il Mercato Orientale veste nuovi e più sgargianti abiti arricchendosi di 11 food corner imperniati sul moderno street food e la prospettiva gourmet, un bar che vanta una drink list di più di 100 prodotti, una scuola di cucina e una di arte bianca. Questi ambienti riqualificano e valorizzano appieno una parte della struttura che versava da anni in completo stato di abbandono, oltre 2.000 metri quadrati oggi attivi e funzionali.

Ecco allora una bipolarità che parte dai banchi storici per salire laddove la materia prima è resa piatto gustoso nell’ottica di un cibo di strada sempre più in auge ma rispettoso di una tradizione imperitura. Ai “piani alti” si possono acquistare punte di diamante gastronomiche come il pesto di Roberto Panizza, varie tipologie di pasta fresca (tortelli di magro e trofie), la mitica focaccia di Massimo Travaglini e un caleidoscopio di panini da apologia del gusto, nonché preparazioni culinarie a base di trippa, fegato e frattaglie ben amalgamate secondo i preziosi dettami dello chef Ivano Ricchebono.

Le pescherie e i banchi delle carni al MOG

Carne ma soprattutto pesce fresco, inserito nel circuito dell’ittiturismo fatto di buridda e salsicce al pesce, concludono l’offerta insieme a favolose pizze al padellino e il gelato per mitigare le calde giornate d’estate.

Pensato come polo aggregativo, il Mercato Orientale di Genova si inventa la Piazza del Gusto, riservando 270 posti al tavolo per gustare prelibatezze come i tacos fra una chiacchiera e l’altra. Il ristorante dello chef Daniele Rebosio prevede ben 50 coperti e un’ampia vetrata per sentirsi a proprio agio a pranzo e a cena.

Informazioni utili, date, orari per visitare il MOG

Nome: MOG – Mercato Orientale di Genova e Piazza del Gusto
Dove: via XX Settembre, 75 - Genova.
Orari di apertura: lunedì, martedì e mercoledì con orario 7.30 - 13.00 e 15.30 - 19.30, giovedì, venerdì e sabato con orario 7.30 - 19.30, domenica chiuso.
Contatti: chiamare il tel. 010/8973000 o inviare una e-mail all’indirizzo info@moggenova.it.
Maggiori informazioni: consultare il sito ufficiale o consultare la pagina Facebook dedicata.

Come arrivare

Dalla stazione Genova Principe, raggiungere a piedi la fermata della Metropolitana di fronte alla Stazione Marittima, procedere in metro fino al capolinea De Ferrari e proseguire a piedi fino al museo; vi arrivano anche i bus 35 e 35b; i bus 18 e 18b partono invece da stazione Genova Brignole.

 Pubblicato da il 17/06/2019 - 879 letture - ® Riproduzione vietata