Cerca Hotel al miglior prezzo

Il Castello di Azzurrina a Montebello di Torriana

Il fantasma di Azzurrina vi aspetta al Castello di Montebello in provincia di Rimini: una suggestiva visita notturna vi fare scoprire questa leggenda medievale.

21 Giugno 1375. La piccola Guendalina, figlia del feudatario di Montebello, scompare nella ghiacciaia del castello mentre gioca. Secondo la leggenda, a distanza di secoli, Azzurrina, così soprannominata per i riflessi color celeste dei suoi capelli (in realtà era nata albina e la madre le tingeva i capelli con pigmenti naturali per proteggerla dalle dicerie del tempo), abiterebbe ancora nella fortezza del borgo di Montebello, graziosa frazione di Poggio Torriana, in provincia di Rimini.

Nella valle del Marecchia e dell’Uso, in Emilia Romagna, dall’alto dei suoi 436 metri, Mons Belli ospita una famosa rocca che, oltre a essere stata teatro di scontri e battaglie sanguinose, vide anche la scomparsa di questa sfortunata bimba dalla pelle pallida e gli occhi color del cielo.

Il Castello del fantasma di Azzurrina

Si narra che da quell’increscioso episodio, ogni 5 anni, il giorno del solstizio d’estate, strani suoni provengano dai sotterranei del castello: per alcuni si tratterebbe del pianto di una bambina, per altri di una voce o di una risata; per altri ancora sarebbero i semplici rumori prodotti dalla pioggia o dal tuono. Fatto sta che nel 1990, dopo un solo anno di apertura al pubblico della fortezza, vennero effettuate alcune registrazioni con apparecchiature sofisticate, ripetute poi nei lustri successivi, per capire la natura di quei fenomeni paranormali.

La leggenda del fantasma di Azzurrina è stata tramandata per oltre tre secoli solo oralmente prima di essere scritta nero su bianco dal parroco di un paesino assieme ad altre storie popolari della Valmarecchia. Seppur senza reali fondamenta (nessuno ha mai potuto leggere il documento realizzato dal religioso né tantomeno accertarne l’esistenza), questa singolare storia alimenta ancora oggi le fortune della fortezza restaurata dai conti Guidi di Bagno e poi aperta al pubblico a pagamento.

La visita al castello

I turisti che visitano il castello, inserito fra i monumenti nazionali italiani per il suo alto valore storico, ascoltano i suoni registrati a fine visita; che credano oppure no a questa leggenda, sono comunque sempre più numerosi coloro che percorrono le stradine di questa rupe millenaria per raggiungere la rocca e andare alla scoperta della sua storia e dei suoi antichi segreti.

Informazioni utili, visita notturna e diurna, orari e prezzi 

Si può scegliere di visitare la fortezza in orario diurno (adatta a tutti) con un percorso storico alla scoperta della struttura millenaria che ospita al suo interno mobili unici realizzati fra il 1300 e il 1800. Complementare a questo tour guidato, ne viene proposto uno in notturna (non indicato per i bambini) che tratta soprattutto gli aspetti oscuri dell’epoca medievale con riferimenti alle ricerche sul paranormale.

Biglietti d’ingresso. Visite diurne: 8€ intero; gratis da 0 a 5 anni; 4€ da 6 a 10 anni; 6€ a persona per gruppi di almeno 25 (su prenotazione); 5€ a persona per scuole (sempre su prenotazione). Visite notturne: 9€ intero; gratis da 0 a 5 anni; 4€ da 6 a 10 anni; 7€ a persona per gruppi con minimo 25 persone (su prenotazione). Non sono previsti rimborsi: nel caso la visita dovesse essere interrotta per mancanza di energia elettrica o cause legate al maltempo, i visitatori potranno utilizzare lo stesso biglietto in un altro giorno.

Orario di apertura estivo (dal 1° giugno al 16 Settembre): diurno, tutti i giorni escluso il lunedì dalle 14.30 alle 19 (con chiusura biglietteria alle 18.30); notturno, con biglietteria aperta dalle 21.30 alle 23, un ingresso alle 22.30 e uno alle 23 il venerdì, sabato e domenica dal 1° al 21 Giugno e dal 3 al 15 Settembre mentre dal 22 Giugno al 2 Settembre stessi orari d’ingresso tutte le sere escluso il lunedì. Orario invernale (dal 17 Settembre al 31 Maggio): diurno, sabato, domenica e festivi dalle 14.30 alle 18.30 (chiuso il 25 Dicembre) con biglietteria aperta sino alle 17.30; notturno, sabato sera con ingresso alle 22.30 e alle 23. Il castello è chiuso in caso di neve; nel mese di Agosto rimane aperto anche i lunedì.

Gli amici a quattro zampe sono ben accetti.

Il castello può essere raggiunto in auto (uscita Rimini Nord - S. Arcangelo di Romagna e poi indicazioni per Torriana) oppure in treno (dalla stazione di Rimini autobus n° 9 per la stazione di S. Arcangelo di Romagna o treno regionale; poi autobus n° 166 per Montebello).

Sito ufficiale: www.castellodimontebello.com

 Pubblicato da il 18/12/2018 - 682 letture - ® Riproduzione vietata