Cerca Hotel al miglior prezzo

Lo Stabilimento termale delle Terme di Amerino e Furapane ad Acquasparta

Sono anche conosciute come le terme di San Francesco, e in effetti la sorgente prende il nome dal Poverello d'Assisi che sembra aver usufruito e benedetto queste acque dalle proprietÓ curative.

Le Terme di Amerino e Furapane sono lo stabilimento termale del comune di Acquasparta e rappresentano uno dei sei impianti termali attualmente disponibili tra le Terme dell'Umbria. Sono uno dei due stabilimenti termali della provincia di Terni, assieme al resort termale di Sangemini, e distano poco più di una ventina di km dal capoluogo, e circa una sessantina da Perugia.

Sono fra le terme più antiche di tutta l’Umbria, assieme a quelle di Fontecchio, e la loro importanza rispetto alle comunità locale è da sempre molto grande, come si evince dal nome della sede comunale Acquasparta, che fa già riferimento all’abbondanza di acque sorgive in loco.
Queste sorgenti sono intimamente legate alla vicenda storica e religiosa di San Francesco d’Assisi, patrono d’Italia, che si narra aver visitato e addirittura benedetto le loro acque meritando loro l’appellativo di “Terme di san Francesco”.

Storia dello stabilimento termale

La storia delle terme di Amerino comincia con sicurezza in epoca romana: il nome dell’abitato, infatti, cioè Acquasparta, deriva con sicurezza dal suo sorgere in mezzo alle sorgenti idriche di Amerino e Furapane, e furono per questo definite dai latini “Ad aquas partas”, cioè “alle acque divise”, facendo riferimento ad un insediamento incastonato fra due fonti.

Il sito termale viene ricordato a livello storico come Terme di san Francesco perché secondo la tradizione le loro acque sarebbero state visitate e benedette dal Poverello di Assisi.

La maggior parte della loro fama risale in epoca moderna al periodo Belle Epoque, a cavallo fra la fine dell’Ottocento e l’inizio della Prima Guerra Mondiale, torno di tempo in cui furono in auge particolarmente sul modello della nota stazione termale di Vichy, le località in cui bere le acque curative, passeggiando e dilettandosi all’interno del grande parco circostante. E’ in questo periodo infatti che arrivano personaggi illustri a fare la cura idropinica ad Acquasparta.

Acque e trattamenti termali

L’acqua che alimenta le Terme di Amerino deriva dalla sorgente San Francesco, che sgorga in superficie in un angolo ritirato del grande parco termale immerso fra gli olivi, fra due rupi che lasciano immaginare come lo stesso San Francesco possa aver cercato la solitudine di questa fonte per raccogliersi in preghiera. Le acque minerali dello stabilimento si classificano come oligominerali e risultano ricche di minerali preziosi e benefici per il riequilibrio dell’organismo umano, quali il calcio, il potassio e il magnesio.

La loro composizione deriva dalla loro origine presso un bacino alle pendici dei Monti Martani, che è costituito da rocce di travertino protetto dalla superficie da strati di argilla che la mantengono perfettamente pura. Leggera e medio minerale, per la sua composizione fisico-chimica risulta bicarbonato-alcalino-terrosa, e vengono prevalentemente impiegate come bibita termale nella cura idropinica per l’elevato potere diuretico e contro le affezioni del sistema urinario grazie alla sua efficacia decongestionante rispetto agli acidi urici. E’ indicata nel trattamento della calcolosi, ma anche delle malattie del ricambio, dell’artrite e per i problemi legati alla motilità intestinale.

Caratteristica particolarmente interessante dell’acqua termale di Amerino è quella di non perdere le proprie caratteristiche benefiche qualora conservata in bottiglia. Questo la rende ideale per l’imbottigliamento come acqua di uso quotidiano e è quindi anche perfetta per proseguire delle dieta di ogni giorno una terapia idropinica iniziata direttamente presso la fonte di Acquasparta, che dura solitamente fra i 12 e i 20 giorni. Grazie al suo potere diuretico e alla sua leggerezza è particolarmente indicata per le esigenze di bambini e sportivi.

Informazioni utili per visitare le terme

Indirizzo, telefono, sito ufficiale
Piazzale Alibrando Santini, 05021 Acquasparta TR

Come arrivare
Le terme di Amerino si raggiungono in auto, comodamente, percorrendo la statale 3-bis Tiberina. Pochi km dopo aver superato Todi si trova l’apposito svincolo “Acquasparta” che conduce immediatamente all’interno del borgo omonimo e, con qualche altro centinaio di metri, si raggiunge lo stabilimento termale. Anche i mezzi pubblici sono molto comodi, grazie alla linea E620 di Busitalia – Sita Nord che da Perugia arriva direttamente ad Acquasparta in circa tre quarti d’ora, cui aggiungere una ventina di minuti a piedi fino allo stabilimento termale.