Cerca Hotel al miglior prezzo

Lo Stabilimento termale delle Terme di Comano in Trentino

Lo Stabilimento termale delle terme di Comano Ŕ uno degli impianti all'avanguardia del Trentino. Specializzato nella cura delle malattie della pelle, grazie alle sue acque che hanno proprietÓ antinfiammatorie.

Terme di Comano è uno degli stabilimenti termali del Trentino Alto Adige, che si trova in provincia di Trento, a circa 30 kilometri dal capoluogo. Sorge attualmente appena fuori il centro abitato della frazione di Comano, nel comune di Ponte Arche, affacciato sulle sponde del fiume Sarca.

Questo centro termale è famoso non solo in Trentino Alto Adige ma in tutta Italia per essere un centro di eccellenza nella cura delle malattie croniche della pelle, quali psoriasi e dermatiti e inoltre per essere uno degli stabilimenti più prestigiosi della Penisola per i trattamenti termali in età pediatrica, soprattutto con riguardo alle patologie croniche della pelle e delle vie respiratorie quali le allergie.

Oltre ad offrire trattamenti curativi e di Medical Spa all’avanguardia, il centro termale si fa apprezzare anche per la collocazione paesaggistica nell’ambito del Parco Naturale dell’Adamello Brenta, grazie alla quale una vacanza estiva fatta di aria pura, tranquillità e magnifiche escursioni in montagna si può abbinare ai cicli di terapie termali, rendendo più piacevoli momenti dedicata alle cure. Inoltre, l’assenza di rumori e di inquinamento, i ritmi lenti e tranquilli della natura incontaminata ed una moderata ma tonificante attività sportiva sui sentieri di montagna sono in effetti il modo migliore per rendere ancora più efficaci i trattamenti effettuati presso Terme di Comano.

Storia dello stabilimento termale

Le sorgenti curative erano note già nel periodo medioevale e nel Rinascimento, come testimoniato dalla presenza già allora di un albergo inteso alla ricezione di ammalati e pellegrini che venivano a curarsi.

Travolto da una frana, il sito termale cadde in disuso fino alla fine dell’Ottocento quando Gian Battista Mattei, un medico locale comprò l’area dell’antica fonte e ricostruì a proprie spese un piccolo stabilimento termale. Alla sua morte, istituì con il proprio testamento una fondazione per la gestione dello stabilimento termale, cui devolveva il suo interno patrimonio, affidandola ai nove parroci delle Giudicarie esteriori, cioè Bleggio, Lomaso e Banale, ovvero i territori delle Pievi al cui confine sgorgava la sorgente termale.

Viene quindi costruito un secondo stabilimento termale dall’altra parte del fiume Sarca e proprio di fronte al primo, assieme ad un ponte che collegasse i due edifici. A partire dagli anni Sessanta del Novecento, la gestione delle terme di Comano è stata assunta dalla Provincia Autonoma di Trento, che ha provveduto a sviluppare le esigenze turistiche del complesso, facendo demolire il primitivo stabilimento, ristrutturare il secondo, e costruire un terzo nuovo di zecca, oltre a provvedere alla sistemazione delle aree adiacenti allo stabilimento come parco pubblico ed alla costruzione di un nuovo ponte.

Acque e trattamenti termali

L’acqua di Comano è classificata come bicarbonato calcio magnesiaca e sgorga in superficie alla temperatura costante di 27 gradi. Possiede spiccate proprietà antinfiammatorie, emollienti e lenitive.

Viene impiegata per la cura della psoriasi e delle dermatiti soprattutto tramite balneoterapia, spesso associata alla fototerapia con esposizione ai raggi UVB a banda stretta ed alla cura idropinica che contribuisce dall’interno a inibire i processi infiammatori di produzione di citochine che accentuano la desquamazione della pelle. L’acqua di Comano viene inoltre impiegata sotto forma di inalazioni, aerosol, docce nasali e ventilazioni polmonari contro patologie delle vie respiratorie quali infiammazioni croniche recidivanti tipo bronchiti, laringiti e faringiti e contro le allergie di adulti e bambini, grazie alla notevole efficacia nel potenziamento delle mucose, di stimolo del sistema immunitario, di riduzione della produzione di sostanze infiammatorie e di aumento della detersione dei canali respiratori.

La sezione Medical Spa delle Terme di Comano mette a disposizioine anche ulteriori trattamenti quali irrigazioni contro le infiammazioni vaginali e al collo dell’utero, idromassaggi termali per combattere insufficienze venose, disturbi circolatori e ritenzione idrica, cura idropinica depurativa grazie al potere detossinante dell’acqua ricca di calcio e magnesio e in più interventi di dermatologia estetica correttiva e percorsi relax e bellezza.

Informazioni utili per visitare le terme

Indirizzo, telefono, sito ufficiale
Loc. Terme di Comano, 6 - 38070 Ponte Arche (TN) – Italia

tel. 0465 701277
www.termecomano.it


Come arrivare
Sia coi mezzi pubblici che in auto, moto e camper, si può prendere Trento come tappa obbligata per arrivare fino alle Terme di Comano. In auto, dopo aver raggiunto il capoluogo trentino, si prosegue sulla Statale 45-bis Gardesana Occidentale fino a Sarche, dove si devia sulla Statale 237 del Caffaro fino a destinazione, con un tempo di percorrenza di poco più di mezz’ora. Altrimenti, si può prendere il bus del servizio locale dall’Autostazione di Trento che, in meno di cinquanta minuti arriva a Comano, alla fermata da cui basta attraversare il ponte sul fiume Sarca per raggiungere lo stabilimento termale.