Cerca Hotel al miglior prezzo

Lo Stabilimento termale delle Terme Santa Lucia a Tolentino

Situato a 3 km dal centro di Tolentino, lo stabilimento di Terme Santa Lucia offre un ampio spettro di cure termali che spaziano dalla balneoterapia alle cure inalatorie, con anche la possibilitÓ di cure idropiniche con le sue acque curative.

Si chiama Terme Santa Lucia ed è lo stabilimento termale di Tolentino, in provincia di Macerata e sorge di un colle a 450 metri di altitudine, ad una manciata di km dal centro abitato, in posizione di assoluta tranquillità e pregio panoramico.

Si colloca fra gli stabilimenti termali più importanti delle Marche e del Centro Italia grazie allo sfruttamento di ben tre acque differenti che consentono di trattare quasi ogni genere di patologia, ed è quindi un centro molto funzionale per le cure con acqua termale. È inoltre dotato di servizi accessori particolarmente importanti quali il Presidio Ambulatoriale di Recupero e Rieducazione funzionale e di un Centro di Medicina dello Sport entrambi convenzionati con il Servizio Sanitario Nazionale, ed è famosa sotto il profilo curativo soprattutto per la cura delle malattie delle vie respiratorie tramite i vari tipi di inalazioni erogati.

Grazie all’apposito reparto di pediatria termale, riservato ai bambini che devono eseguire le cure inalatorie, fornito di seggiolini ad altezza variabile, zone gioco attrezzate ed apposita animazione, lo stabilimento è fra i migliori in Italia per la cura e la prevenzione della sordità rinogena ed altre patologie otorinolaringoiatriche dei più piccoli, che vengono così messi in condizione di affrontare più serenamente i cicli di terapia.

Storia dello stabilimento termale

La storia termale di Tolentino inizia al principio del Quattrocento, quando si inizia a registrare nella vicina località di Rofanello un’importante affluenza di viaggiatori attirati dalla ormai consolidata fama delle relative acque termali, al punto che si arriva a dubitare che la modesta portata della fonte benefici potesse essere sufficiente a soddisfare le richieste di tutti i forestieri.

Un primo rudimentale stabilimento termale viene realizzato all’inizio del secolo successivo, nel 1507, quando presso la primitiva struttura di sosta ed accoglienza vengono già impiegate a scopo terapeutico oltre alle acque della fonte Rofanello anche quella detta dell’Acquacece, che affiora in località Santa Lucia. La prima documentazione scientifica di rilievo sulle proprietà curative delle acque di Tolentino si ha nel 1587 con il trattato De Thermis, opera dell’archiatra del papa Sisto V, Andrea Bacci, mentre ulteriori studiosi che si occuparono di analizzare le acque termali di Tolentino furono il dottor Massimo Moreschini di san Ginesio nel 1784 e un secolo più tardi Saverio Santini.

Ulteriori studi medici vennero realizzati in occasione dell’inaugurazione del nuovo stabilimento termale nel 1938, ad opera dei dottori Baroni, Filippella e Francescani, ed ancora nel 1961 dai professori Federici e Palombi.

Acque e trattamenti termali

Terme di Santa Lucia sfrutta per i suoi trattamenti ben tre sorgenti di acqua termale, cioè la sorgente di Santa Lucia che dà il nome allo stabilimento e le due fonti di Rofanello. L’acqua santa Lucia è minerale e ricca di calcio e bicarbonato, e viene impiegata prevalentemente nella cura idropinica contro patologie delle vie urinarie e disfunzioni del metabolismo. Le acque di Rofanello sono una salsobromoiodica, minerale e ricca di cloruro di sodio e l’altra sulfurea con un elevato contenuto di idrogeno solforato ma anche sodio, calcio e magnesio.

Mentre la salsobromoiodica di Rofanello è utile soprattutto per la sua azione antinfiammatoria, immunostimolante e antisettica e viene usata sotto forma di irrigazioni vaginali, cure inalatorie e balneoterapia, la sulfurea di Rofanello è medicina di elezione per le vie respiratorie, per la pelle e le malattie reumatiche e viene somministrata soprattutto tramite inalazioni e balneoterapia.

Grazie alla varietà di acque a disposizione Terme di santa Lucia è quindi in grado di curare la maggior parte delle patologie, grazie ad una gamma di terapie che spazia dalla classica balneoterapia, dalle cure inalatorie e idropiniche fino alle cure ginecologiche e alle sordità rinogena.

Fra i servizi complementari alle cure termali i più utili sono quelli relativi alla Medicina dello Sport, alla Rieducazione Funzionale, alla cura del mal di schiena e lo specifico centro riservato alla cura delle flebopatie sebbene siano previsti anche trattamenti ed interventi a carattere estetico.

Informazioni utili per visitare le terme

Indirizzo, telefono, sito ufficiale
Viale Terme Santa Lucia, 62029 Tolentino MC

tel. 0733 968227
www.termesantalucia.it


Come arrivare
Chi ha a disposizione un’auto o un altro mezzo di spostamento proprio, deve percorrere la Statale 77 della Val di Chienti che collega Foligno alla costa adriatica, prendere uno dei tre svincoli per Tolentino, quindi fare gli ultimi quattro kilometri fino allo stabilimento termale. Dal capoluogo Macerata ci vuole ad esempio mezz’ora di tempo.
Chi viaggi coi mezzi pubblici può invece prendere sia il treno che il bus (direzione Camerino-Foligno) e arrivare a Tolentino in circa mezz’ora, per poi decidere se coprire i tre kilometri fino allo stabilimento a piedi oppure con le linee del bus locale gestito dalla ASSM.