Cerca Hotel al miglior prezzo

Lo Stabilimento termale delle Terme di Brisighella

Le terme di Brisighella sfruttano l'elevata concentrazioni di zolfo delle due sorgenti della Vena del Gesso.

Lo stabilimento delle Terme di Brisighella sorgono nell’omonimo paese romagnolo che si trova in provincia di Ravenna in Emilia-Romagna. Il complesso termale si colloca in posizione leggermente decentrata, a circa un km dal centro storico del paese, e a poche centinaia di metri anche anche dalle ultime propaggini meridionali del Parco regionale della Vena del Gesso Bolognese che, con le sue vaste distese di verde e di foresta arriva a circondare quasi l’intera cittadina. Per contro, lo stabilimento termale di Brisighella si affaccia direttamente sulle sponde del fiume Lamone, in una zona ricchissima di polle e affioramenti di acque sotterranee che mostra con evidenza l’abbondanza di scaturigini di cui usufruisce anche l’impianto curativo. Terme di Brisighella si trova a circa una decina di km in linea retta da Faenza, e una trentina dal capoluogo di provincia.

Storia dello stabilimento termale

Come dimostrato dai reperti archeologici presso la grotta “Tanaccia”, la zona è frequentata dall’uomo per la sua salubrità e l’abbondanza di acque sorgive sin dall’epoca preistorica, e, senza soluzione di continuità, dall’epoca celtica e infine romana. I Romani in particolare vi costruirono la via Faentina per il trasporto del sale e certamente dovevano conoscere le acque salse della zona.
La più antica menzione scritta sulla bontà delle acque di Brisighella risale tuttavia soltanto al 1594, anno in cui il vescovo di Bertinoro Andrea Calegari nella sua opera “Cronica di Brassichella e Valle di Amone” magnifica le virtù terapeutiche del territorio con le seguenti parole: ““Metterò anche questa per dote particolare di Brassichella e di Valle di Amone…l’aria, l’acque, li vini, l’olio, li casci e frutti che nascono in questa Valle son così buoni e saporiti, che non banno invidia a qualsivoglia altra regione; e quanto all’aere, ci sono sempre huomini di 90 e 100 anni e di questi alla nostra età se ne possono contare buon numero…”

Acque e trattamenti termali

Presso lo stabilimento termale di Brisighella vengono impiegati due differenti tipi di acque salutari: le acque sulfuree provenienti dalla sorgente Colombarino e le acque salso iodiche che sgorgano dalla sorgente Igea Val d’Amone. Tali acque benefiche vengono impiegate per le tre linee terapeutiche principali, che presso lo stabilimento prendono il nome di “acquaterapia”, cioè la classica balneoterapia, “ariaterapia”, vale a dire le cure inalatorie, e la “terraterapia”, che impiega invece i fanghi termali come fattore curativo. La balneoterapia avviene in vasca con acqua alla temperatura di 36-38 gradi, con effetto disintossicante, mucoregolatrice, immunostimolante ed eutrofica, grazie alla presenza di oligoelementi come lo zolfo, lo iodio ed il bromo che si sommano all’azione massaggiante di appositi getti d’acqua subacquei. La balneoterapia a Brisighella è indicata in particolare per il trattamento di patologie osteo-articolari e artroreumatiche, ma anche di malattie dermatologiche quali dermatiti e psoriasi, e di vasculopatie e insufficienze venose a carico del sistema cardio-circolatorio periferico. Le cure inalatorie vengono somministrate tramite inalazioni, aerosol, polverizzazioni, humage e ventilazione polmonare in caso di patologie delle vie aeree, con diminuzione degli episodi acuti e delle recidive ma anche favorendo l’aumento delle difese immunitarie grazie alla composizione peculiare dell’acqua salso-bromo-iodica. La fangoterapia è invece in grado di esplicare una intensa azione antalgica, di aumentare il tono muscolare, migliorare la circolazione sanguigna e favorire il recupero della funzionalità articolare. Grazie alla sua azione antinfiammatoria, analgesica, e stimolante sia del sistema immunitario che dei processi di ricambio cellulare, la fangoterapia delle Terme di Brisghella è indicata contro tutte le patologie artro-reumatiche a carico del sistema osteo-muscolo-articolare, contro dermatiti e psoriasi ed anche per trattamenti estetici intesi a ridonare tono e vitalità alla pelle.

Sempre in convenzione con il SSN come i precedenti trattamenti, viene somministrate anche insufflazioni endo-timpaniche per la cura della sordità rinogena, mentre vengono somministrati a pagamento i trattamenti dermatologici estetici, quello anti-age viso, quello dermorassodante , dermoidratante e dermocalmante.

Informazioni utili per visitare le terme

Indirizzo, telefono, sito ufficiale
Viale delle Terme, 12, 48013 Brisighella RA

tel. 0546 81068
termedibrisighella.it


Come arrivare
Grazie al collegamento diretto con Faenza, risulta abbastanza semplice arrivare alal Terme di Brisighella sia con un mezzo proprio che con i mezzi pubblici. In auto/moto/camper, infatti, è possibile sfruttare, a seconda della direzione di prevenienza, la via Emilia/Autostrada A14 (sulla direttrice Bologna-Rimini) oppure la Strada Statale 67 Tosco-Romagnola (sulla direttrice Firenze-Ravenna). Chi invece viaggia coi mezzi pubblici può semplicemente prendere il treno o il pullman e scendere a Faenza, città da cui partono poi sia i treni che i bus locali che portano a Brisighella senza cambi in meno di una mezz’ora.
close