Cerca Hotel al miglior prezzo

Kaiser Wilhelm Gedachtniskirche, a Berlino la chiesa del ricordo

Gli appassionati di James Bond la ricorderanno sicuramente in una scena del film Octopussy-Operazione Piovra del 1983 con l’attore Roger Moore nei panni del famoso agente segreto di Sua Maestà. La Kaiser Wilhelm Gedachtniskirche, eretta fra il 1891 e il 1895 in stile neoromanico, è uno dei principali edifici religiosi di Berlino.

Storia della chiesa

Apparsa anche in Il cielo sopra Berlino – l’angelo Damiel, interpretato dallo svizzero Bruno Ganz, scruta la città dai ruderi del campanile -, la chiesa fu fatta costruire dall’imperatore Guglielmo II° per il nonno Guglielmo I°: ad occuparsi del progetto, l’architetto Franz Schwechten che si ispirò ai luoghi sacri della valle del Reno, fra cui la cattedrale di Bonn. L’imponente edificio religioso, consacrato nel settembre 1895, costò poco meno di 7 milioni di marchi oro del periodo, raccolti in gran parte grazie a donazioni e lasciti.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, il 23 novembre del ‘43, la Kaiser Wilhelm fu gravemente danneggiata dai bombardamenti: solo uno spezzone del campanile rimase indenne, tutto il resto andò in briciole tanto che le rovine vennero ribattezzate “der hohle Zahn”, il dente cavo.

La proposta di abbattere anche quest’ultima testimonianza dell’antica costruzione fu decisamente respinta: venne invece affidato incarico all’architetto Egon Eiermann di progettarvi proprio accanto una nuova chiesa a base ottagonale, suggestiva per l’effetto della luce che traspare, soprattutto all’imbrunire, dalle vetrate blu a nido d’ape. Per tutti è oggi la chiesa del ricordo della rinascita di Berlino dopo le rovine della guerra.

La Chiesa ottagonale

La prima pietra dell’edificio venne posta nel maggio del 1959 e le campane consacrate due anni più tardi: quattro strutture realizzate in cemento, acciaio e vetro sorgono attorno al rudere. L’attuale Kaiser Wilhelm, per via della sua forma, è nota ai berlinesi come Puderdose (la scatola di cipria) mentre il campanile è affettuosamente ribattezzato Lippenstiff (il rossetto).

A rendere particolarmente suggestivo questo luogo di culto di fede luterana sono le pareti che si presentano con una struttura a nido d’ape in cemento completata da oltre 20 mila finestrelle in vetro, tutti colorate, che prendono spunto dagli inserti della cattedrale francese di Chartres: blu, rosso, verde e giallo creano all’interno della chiesa che s’innalza per 20,5 metri un bellissimo gioco di luci e colori.

La torre campanaria, alta 53,5 metri, culmina con un’asta su cui si trova una sfera con una croce dorata; al suo interno vi sono invece 6 campane in bronzo, materiale ricavato dai cannoni francesi della guerra del 1870-71.

All’interno della chiesa, che ospita sino a mille fedeli, si può ammirare una statua di Cristo posta sopra l’altare: opera dello scultore Karl Hemmetar, è realizzata in lega di ottone; sull’altare si trova invece una graziosa croce con 37 cristalli incastonati creata da Peter Tauchnitz. Di grande pregio artistico sono anche il fonte battesimale in marmo di Carrara con l’acquasantiera in maiolica; l’organo a 5 mila canne; una targa di bronzo in ricordo dei martiri protestanti morti all’epoca della dittatura del nazismo; la croce di chiodi di Coventry, cattedrale britannica distrutta dai raid aerei tedeschi del 1940, divenuta simbolo di riconciliazione fra i due popoli.

Fra gli oggetti sacri esposti spicca inoltre la Stalingrad Madonna, disegno a carboncino eseguito da Kurt Reuber, prete e soldato tedesco, nel 1942 durante l’assedio alla città russa.

La chiesa antica

Nella Gedankhalle, una sorta di museo e monumento commemorativo allestito alla base della torre in rovina, si possono ammirare resti dei mosaici del soffitto (fra cui quello degli Hohenzollern) e dei bassorilievi di marmo nonché fotografie della chiesa scattate prima e immediatamente dopo i bombardamenti oltre a oggetti liturgici.

A dicembre 2016 i mercatini di Natale che qui si svolgono durante l'Avvento nella piazza antistante alle chiese, furono teatro di un grave attentato terroristico costato la vita a 12 persone. Il luogo dell'attentato è segnalato dalla presenza di numerosi mazzi di fiori.

Informazioni utili ed orari per visitare le due chiese

Indirizzo: Breitscheidplatz, fra Budapester Strasse e Kurfurstendamm Tauentzienstrasse.

Orario di apertura: tutti i giorni dalle 9 alle 19.

Per raggiungere la Kaiser Wilhelm si possono utilizzare i mezzi di trasporto pubblico: metro linea U2 e U9 (Zoologischer Garten Bhf); autobus 100 e 200 (Breitscheidplatz); autobus 109, 110, 204, 245, 249, M45, M46, M49, N1, N10, N26, X10, X34, X9 e N9 (Zoologischer Garten Bhf).

Sito ufficiale www.gedaechtniskirche-berlin.de

 Pubblicato da il 20/10/2017 - 328 letture - ® Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittà World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close