Cerca Hotel al miglior prezzo

Lo Stabilimento termale e Centro benessere delle Terme di Miradolo

Con la presenza di ben quattro fonti termali, le Terme di Miradolo si trovano nel sud della regione, in provincia di Pavia. Molto bello il vasto parco dalla grande piscina olimpionica.

Assieme a quelle di Rivanazzano e di Salice, Terme di Miradolo in Lombardia è uno dei tre principali stabilimenti termali della provincia di Pavia, ed uno dei più interessanti per la varietà di trattamenti sia curativi che benessere che è possibile trovare grazie alle ben quattro fonti da cui sgorgano differenti acque salso-bromoiodiche: interessanti sia per chi vuole semplicemente rilassarsi e divertirsi nella piscina all’aperto immersa nel vasto parco termale con alberi secolari, che per chi vuole curarsi con la medicina naturale, ma anche per chi desidera un’esperienza wellness e spa a base di trattamenti estetici, trattamenti benessere e terme romane.

A metà strada fra il capoluogo Pavia che dista circa 10 km e Cremona, le terme di Miradolo sorgono leggermente decentrate rispetto alla cittadina di Miradolo Terme, ad un paio di km dal centro storico, in un’area di aperta campagna fatta di verde, di fresco e di relax.

Storia dello stabilimento termale

Le prime notizie in epoca storica sulle saline da cui deriva l’acqua salsa di Miradolo risalgono addirittura al X secolo anche se, allora e fino al XVI secolo, gli abitanti della zona useranno il sale soltanto per scopi alimentari e per conservare i cibi. La prima testimonianza dell’utilizzo a scopo terapeutico delle acque salse di Miradolo risale invece al 1511, anno in cui il re Luigi XII di Francia ne riconobbe ufficialmente le proprietà curative nel corso dell’occupazione del territorio di Milano.

La popolazione della zona iniziò quindi ad impiegare queste acque per curare le proprie malattie, soprattutto ulcere e patologie dermatologiche. Studiate per la prima volta nel 1758 dal padre del celebre scienziato Alessandro Volta, anch’egli scienziato, ed in seguito anche dal fratello Andrea, illustre medico, venne infine correttamente classificata dall’Istituto di Igiene dell’Università di Pavia ai primi del Novecento.

A seguito del riconoscimento scientifico, nasce nel 1912 il primo stabilimento termale, che prese il nome di “Terme idroterapiche delle saline di Miradolo”, prima di nuove analisi effettuate nel 1919 dal prof. Ganassini che ne confermavano le caratteristiche chimico-fisiche e l’efficacia terapeutica.

Acque e trattamenti termali

Le terme di Miradolo sfruttano gli effetti benefici di ben quattro differenti sorgenti di acque medicamentose: la prima prende il nome di Fonte Cà de Rho, e viene indicata a livello terapeutico contro gotta, calcolosi renale, dispepsie e gastriti; vi è poi la Fonte Saline Santa Maria, efficace invece contro stitichezza cronica e coliti spastiche; la Fonte San Pietro è il rimedio contro gastriti, coliti catarrali, disturbi intestinali, disfunzioni del fegasto, colecisti e problemi delle vie biliari.

L’acqua della Fonte Vittoria, infine, viene impiegata per combattere situazioni infiammatorie a carattere gastro-intestinale, disfunzioni epatiche e colecisti. Impiegate a scopi diversi in base alla differente composizione chimica, sono tuttavia tutte acque classificate come salse, bromoiodiche, litio-magnesiache e sulfuree.

Ricche anche di calcio, vengono impiegate pure per la cura delle malattie dermatologiche, dell’apparato urinario, osteoarticolare e vascolare tramite l’impiego di tutta la gamma dei principali trattamenti terapeutici termali, quali fanghi e bagni, cura idropinica, inalazioni, ventilazione polmonare, insufflazioni endotimpaniche per la cura della sordità rinogena e idromassaggi per la cura delle vasculopatie.

Lo stabilimento dispone, per chi va alle terme per motivi di relax e divertimento, di un grande spazio acquatico termale all’aperto, fruibile nel corso della bella stagione, immerso in un parco di 10 ettari. E’ presente una grande piscina olimpionica termale adatta per il nuoto libero, e due piscinette circolari idromassaggio, al centro del grande prato attrezzato con lettini e terrazza-solarium.

Degno di menzione anche l’annesso centro benessere La Salina, che propone i servizi wellness&beauty e comprende piscine termali, salottini idromassaggio, percorsi vascolari a temperature diversificate, cascate per massaggio tonificante, bagno turco, docce emozionali, centro estetico termale ed area riservata all’esperienza termale secondo i canoni degli antichi Romani, con calidarium, tepidarium e frigidarium.

Informazioni utili per visitare le terme

Indirizzo, telefono, sito ufficiale
Piazzale Terme, 7, 27010 Miradolo Terme PV

tel. 0382 77012
www.termedimiradolo.it


Come arrivare
Chi viaggia coi mezzi pubblici deve necessariamente prendere come punti di riferimento le città di Pavia o di Cremona, collegate da una linea ferroviaria che prevede appunto una fermata presso la Stazione di Miradolo. Dai due capoluoghi si può allo stesso modo arrivare alla Stazione FS, senza necessità di cambi sul percorso, anche col bus che percorre la Provinciale 234. Una volta a Miradolo ci sono ulteriori 4 km fino allo stabilimento, che si possono coprire a piedi in un’oretta oppure in taxi. In auto si può uscire al casello Casalpusterlengo dell’A1 e poi imboccare la Strada Provinciale 234 fino a Miradolo, da dove si prosegue per un paio di minuti verso nord fino allo stabilimento.

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close