Cerca Hotel al miglior prezzo

Le Terme di Casteldoria a Santa Maria Coghinas in Sardegna

Le Terme di Casteldoria in Sardegna sono tra le pił economiche dell'isola e sono attive da pochi anni. Le sorgenti termali con temperature di 59°C sono le pił calde della Sardegna.

Lo stabilimento termale di Casteldoria si trova nel comune di Santa Maria Coghinas, in provincia di Sassari, ed è, oltre che uno dei sette principali stabilimenti termali sardi, l’unico impianto che sfrutta l’acqua termominerale nell’estremità settentrionale dell’isola: il centro termale si trova infatti ad una decina di km dal mare che bagna il lunghissimo arenile di Badesi, e a circa una cinquantina di km sia da Olbia che da Sassari. E’ dunque lo stabilimento termale più comodo da raggiungere dal capoluogo di provincia ma anche dalle lussuose località balneari della Gallura.

Lo stabilimento sorge con affaccio diretto sul fiume Coghinas in quanto deriva le acque termominerali con cui vengono effettuati i trattamenti curativi, di benessere ed estetici, proprio dalle caldissime polle che sgorgano naturalmente sulle rive del fiume.

Ottima alternativa alla spiaggia soprattutto nei giorni più ventosi dell’estate sarda, offre dalle piscine interne un panorama meraviglioso sul paesaggio circostante. Il prezzo d’ingresso risulta piuttosto contenuto ed i trattamenti curativi quali fanghi, massaggi ed inalazioni sono ritenute molto efficaci. E’ inoltre una meta termale adatta per le famiglie coi bambini, sia perchè non ci sono restrizioni in base all’età sia perchè quando il mare è mosso rappresentano una buona soluzione per far passare la giornata ai più piccoli divertendosi.

Storia dello stabilimento termale

Nonostante la storia del moderno stabilimento termale risulti molto recente, essendo stato costruito soltanto nel 2010, la tradizione termale nell’area comincia in tempi molto remoti. Già prima che l’impianto con annesso centro benessere venisse costruito, gli abitanti della zona e numerose altre persone in cerca di cura venivano sin qui da secoli per sfruttare le straordinarie proprietà terapeutiche delle caldissime acque termali che sgorgano sulle rive del fiume Coghinas mischiandosi alle sue acque. La zona dove si trova lo stabilimento si chiama per questo motivo, oggi come allora, “Li Caldani”, proprio ad identificare lo sgorgare in superficie di sorgenti di acqua bollente.

Naturalmente, proprio come nelle altre località termali sarde, la presenza di polle di preziosa acqua bollente non era sfuggita ai dominatori romani, grandi estimatori del concetto di salus per aquam.

Acque e trattamenti termali

Lo stabilimento termale di Casteldoria è alimentato da acque termominerali che sgorgano in superficie ad una temperatura bollente, la più elevata di tutta la Sardegna: possono infatti toccare alla fonte la temperatura di ben 59 gradi. Si tratta quindi di acque ipertermali, classificate come salso-bromo-iodiche, che presentano una comprovata efficacia nell’esplicare effetti antinfiammatori, rilassanti e corroboranti sul sistema immunitario.

Sono inoltre famose per le proprie virtù antisettiche e decongestionanti, e vengono impiegate principalmente per contrastare malattie reumatiche a carico del sistema osteo-articolare, quali artrosi e reumatismi, contro le malattie della pelle, quali psoriasi e dermatiti e per guarire le affezioni delle vie respiratorie come sinusiti, laringiti e faringiti. Infine, vengono anche impiegate nel trattamento delle malattie ginecologiche e per ridurre i sintomi di problemi intestinali.

Il tradizionale trattamento balneoterapico viene proposto nell’ambito di un percorso che inizia dalla vasta piscina termale di 12 metri provvista di getti cervicali, ad una temperatura di 39 gradi, dotata inoltre di una piccola vasca per getti idromassaggio dorsali e sacrali con acqua a 37 gradi e perorso plantare Kneipp per la stimolazione dell’apparato linfatico e sanguigno. Si prosegue quindi con le piscine termali Viddalba, che comprendono la piscina semiolimpionica termale, e la grande vasca termale idromassaggio: la prima è alimentata da acqua alla temperatura di 27 gradi ed in essa è possibile praticare il nuoto libero o seguire corsi di nuoto, acquagym e idrobike; la seconda offre dodici getti idromassaggianti di acqua termale alla temperatura di 37 gradi e viene utilizzata sia per la balneoterapia e inalazione dei vapori salso-bromo-iodici che per la riabilitazione tramite fisioterapia e ginnastica posturale.

Informazioni utili per visitare le terme

Indirizzo, telefono, sito ufficiale
Via delle Terme, Santa Maria Coghinas (SS)

tel. 079 585 0005
www.termecasteldoria.it


Come arrivare
Considerata la peculiare collocazione in una zona completamente isolata e priva di collegamenti effettuati tramite mezzi pubblici, utilizzare un mezzo di spostamento autonomo è quasi d’obbligo, almeno per chi desidera fare un viaggio comodo e rapido (in alternativa si può arrivare in pullman a Santa Maria Coghinas e poi farsi un paio di km a piedi, ma ci vuole tempo e, d’estate, è un percorso piuttosto faticoso per via del caldo).
Viaggiando in auto, camper o con un’auto, che sia la propria o una a noleggio (facilmente reperibile presso gli aeroporti di Olbia, Alghero e Cagliari, o presso una qualsiasi fra le principali località balneari) si percorre la grande statale che collega Sassari a Tempio Pausania, staccandosi verso nord all’altezza di Perfugas sulla SP92 che arriva diritta fino a Santa Maria Coghinas. Dall’incrocio principale del centro cittadino, costeggiando il cimitero, si imbocca quindi il Viale delle Terme, strada a sfondo chiuso che termina dopo un paio di km nel parcheggio dello stabilimento termale.
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close