Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Terme di Sardegna

Lo Stabilimento delle Terme di Sardegna a Fordongianus

Pagina 1/2

Si chiama Terme della Sardegna ed è lo stabilimento termale annesso alla struttura albeghiera di lusso Sardegna Grand Hotel Terme e, assieme all’impianto di Is Bangius, uno dei due centri termali della cittadina di Fordongianus, in provincia di Oristano. Il complesso ricettivo-termale si trova sulla riva destra del fiume Tirso, dall’altra sponda rispetto al centro storico e praticamente di fronte alla famosa area archeologica che conserva le impressionanti vestigia, ancora ottimamente conservate, delle terme romane, che hanno inaugurato la più importante stagione termale della storia di Fordongianus.

Con i suoi impianti moderni e un’ampia gamma di trattamenti termali, sia estetici che wellness, e di servizi collegati, rappresenta l’alternativa prestigiosa e confortevole ai servizi più essenziali proposti nello spartano stabilimento di Is Bangius.

Storia dello stabilimento termale

La storia della cittadina di Fordongianus è inscindibilmente legata alle sue sorgenti termali, dato che, come dimostrano gli scavi archeologici, le acque bollenti che affiorano in superficie venivano utilizzate sin dall’epoca protosarda per scopi non solo curativi ma anche cerimoniali e votivi, dagli antichi abitanti della zona, gli Ypsitani. Questa popolazione pre-romana ha lasciato un’importante traccia nella storia termale di Fordongianus, tanto che i nuovi dominatori latini chiamarono queste sorgente Aquae Ypsitanae e probabilmente la loro presenza fu uno dei principali motivi che resero la città così importante.

Come documentato dalle imponenti vestigia archeologiche dell’antica Forum Traiani, si sono succedute nell’area due stabilimenti termali romani: il primo risale al I secolo d.C. e si imperniava attorno alla piscina dedicata alla natatio, con il suggestivo porticato che ancora lo adorna; il secondo risale al III secolo ed aggiungeva al primitivo edificio ambienti per il calidarium, il frigidarium, il tepidarium e lo spogliatoio che veniva chiamato apodyterium. Dopo secoli di oblìo, le maestose rovine delle terme romane furono localizzate e riscoperte per la prima volta nel 1825 da parte dello storico Giuseppe Manno, anche se la vera campagna di scavo che riportò completamente alla luce il sito ebbe luogo soltanto fra il 1899 ed il 1902.

Acque e trattamenti termali

L’acqua termale di Fordongianus deriva da quattro differenti fonti, che sgorgano tutte nella località detta appunto Aquas Caddas, ai piedi dell’attuale paese: di queste, particolarmente rinomate sono quella detta “del Bagno” e quella detta “del Fegato”.

L’acqua di queste sorgenti risulta limpida e inodore e sgorga dal sottuosuolo alla temperatura costante di 52 gradi. Una volta lasciata raffreddare, essa viene usata a scopo curativo come bibita termale nell’ambito della terapia idropinica, ma viene anche utilizzata sotto forma di bagni per curare le malattie della pelle e, grazie al suo calore ed ai suoi oligominerali, per far maturare il fango termale che viene applicato sotto forma di impacchi nella lutoterapia.

Presso lo stabilimento Terme di Sardegna l’acqua benefica viene inoltre impiegata per la cura della sordità rinogena, per contrastare le patologie del sistema cardio-circolatorio ed anche come efficace antidolorifico grazie alle sue comprovate proprietà antalgiche. Inoltre, quest’acqua è indicata anche per l’impiego nei trattamenti dell’idrokinesiterapia e per le tradizionali cure inalatorie.

Per quanto riguarda gli impianti messi a disposizione dei visitatori, Terme di Sardergna vanta ben sei piscine termali, di cui una outdoor con temperatura dell’acqua a 34 gradi, una indoor a 36 gradi, una dedicata ai bambini fino ai 12 anni ed una grande piscina dedicata ai percorsi di riabilitazione e fisioterapia con postazioni idromassaggio e percorso vascolare.

... Pagina 2/2 ... Oltre all’acqua termale, un altro importante fattore curativo utilizzato presso lo stabilimento Terme di Sardegna, è rappresentato dall’elevata proliferazione di specifiche alghe quali diatomee, cianoficee ed altre che, grazie all’esposizione al sole ed alla peculiare composizione chimico-fisica del fluido termale prosperano e vengono quindi impiegati nella preparazione del fango termale.

Informazioni utili per visitare le terme

Indirizzo, telefono, sito ufficiale
Strada Provinciale 23, N. 1 - Fordongianus (OR)

tel. 0783 605016
www.termesardegna.it

Come arrivare
Lo stabilimento Terme della Sardegna si raggiunge in bus o con un mezzo di spostamento autonomo, dato che non sono presenti nella zona collegamenti ferroviari. Sia chi viaggia in autobus che in moto/camper/auto propria o noleggiata percorrerà la Strada Statale 388 del Tirso e di Mandrolisai, che collega Oristano con Nuoro. Arrivati nei pressi di Fordongianus, chi viaggia in autobus scende alla comodissima fermata sulla SS 388 che si trova nei pressi del ponte sul Tirso sulla sponda destra del fiume e poi fa 200 metri a piedi, mentre chi arriva in macchina può deviare, nei pressi del medesimo ponte, sulla Sp23 ed entrare direttamente nel parcheggio della struttura ricettivo-termale.


close