Cerca Hotel al miglior prezzo

Port Moresby, visita alla Capitale della Papua New Guinea

Port Moresby, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Port Moresby è una città di quasi 325.000 abitanti situata nella parte meridionale dello stato insulare della Papua Nuova Guinea, un paradiso equatoriale immerso nell’Oceano Pacifico, di cui è capitale dal 1975. Attualmente Port Moresby è l’unico centro abitato di discrete proporzioni di tutto lo stato, i cui scenari sono dominati dalla natura incontaminata o tutt’al più da distese di piantagioni. Dal punto di vista geografico, la città è situata all’interno della meravigliosa baia di Fairfax, facente parte del più esteso Golfo di Papua, una zona scenograficamente spettacolare e molto apprezzata dai turisti. Tra gli aspetti negativi di Port Moresby, una città cresciuta troppo in fretta e senza regole, vi sono l’alto tasso di disoccupazione e l’elevato tasso di criminalità, logica causa della prima considerazione, che comunque non devono dissuadere il visitatore dal recarsi alla scoperta di una delle città più remote ed allo stesso tempo più affascinanti del pianeta.

Mentre i primi abitanti della regione di Port Moresby furono alcune tribù autoctone insediatisi nel territorio alcuni millenni fa, i primi documenti scritti sulla città risalgono al XIX secolo, quando il navigatore ed esploratore britannico John Moresby solcò le acque della baia di Fairfax a bordo della sua HMS Basilisk. Dopo aver doppiato il capo meridionale del golfo, Moresby fece ritorno sui suoi passi fino al punto all’approdo, avvenuto nel luogo dove oggi sorge il centro, dove nel 1873 fu conficcato lo Union Jack. 15 anni dopo il governo di Londra rivendicò la sovranità sulla regione, istituendo la colonia della Nuova Guinea Britannica, la cui capitale divenne Port Moresby. Nel corso della seconda guerra mondiale, la città ha rappresentato un’importante base di appoggia per le forze alleate.

Nonostante le descrizioni spesso troppo negative, Port Moresby è una bella città che nasconde diverse attrattive tutte da scoprire. Tra queste ricordiamo la zona di Gordons, un quartiere vivace e particolarmente conosciuto per via del suo celebre mercato, da sempre in concorrenza con l’altro grande mercato cittadino, il Mercato di Koki, specializzato nella vendita di frutta e verdura fresca e di pesce appena pescato. Uno dei punti di riferimento della città è la Parliament House, la nuova sede del parlamento, un edificio realizzato in stile maprik, lo stile delle haus tambura, ovvero delle “case dello spirito”. Per fare shopping il luogo migliore è Boroko, un importante centro commerciale che ospita anche bar, ristoranti e banche.

Molti turisti giunti a Port Moresby non vedranno l’ora di concedersi un tuffo nelle miti acque del Pacifico. In tal caso, i luoghi migliori sono: Idler’s Beach, una spiaggia situata qualche chilometro ad est del centro; Sinasi Reef, un tratto di litorale particolarmente adatto agli amanti del surf; e Daugo Island, delimitata da spiagge di sabbia bianchissima.

Per quanto riguarda i musei, Port Moresby vanta due allestimenti di grande valore: il National Museum and Art Gallery ed i National Botanic Gardens. Il primo è un classico museo dove si avrà modo di conoscere la storia, la natura e la cultura della Papua Nuova Guinea, mentre il secondo è più una sorta di percorso verde, situato all’interno del campus universitario e famoso per la grande varietà di orchidee.

Spostandosi al di fuori del centro abitato si potrà conoscere da vicino il ricchissimo panorama naturalistico della Papua, fatto di una miriade di specie di piante ed animali, e da scenari profondamente diversi tra loro ma accomunati dalla straordinaria bellezza. A nord-est di Port Moresby si incontrano le spettacolari Rouna Falls, cascate nei pressi delle quali si trova il Varirata National Park, il più antico parco nazionale del paese. All’interno dell’area protetta si snodano numerosi sentieri dai quali si potrà godere di suggestive vista sulla baia ed anche sulla città. A nord scorre invece il Brown River, ideale per una toccata e fuga condita da un picnic sulle verdeggianti rive del fiume. Per gli amanti delle escursioni, il tragitto più battuto della zona è il Kokoda Trail, un itinerario lungo ed impegnativo che collega la costa meridionale con quella settentrionale.

La barriera determinata dalla vicina catena montuosa dell’Owen Stanley Range fa sì che Port Moresby sia caratterizzata da un clima sensibilmente più arido rispetto al resto del paese, con le perturbazioni che si infrangono sulle montagne non riuscendo a raggiungere la città. In totale sono poco più di 1.100 i mm di pioggia che mediamente bagnano l’abitato ogni anno, a fronte di una media nazionale di 1.500/1.600 mm. La maggior parte dei fenomeni si verifica tra i mesi di gennaio e marzo, mentre nel restante periodo dell’anno la città è esposta al rischio di improvvise carenze d’acqua. In compenso le temperature sono sempre piuttosto elevate, con valori che si scostano poco dai 27/28 gradi per tutti i dodici mesi dell’anno.

Per quanto riguarda i trasporti, Port Moresby è dotata dell’aeroporto più importante di Papua: il Jackson International Airport, lo scalo che rappresenta la vera e propria porta di ingresso al paese per la maggior parte dei turisti. Una volta a terra ci si potrà muovere noleggiando un’automobile o attraverso i Public Motor Vehicle (PMV), i mezzi pubblici locali, ovvero minibus giapponesi che si muovono ininterrottamente scarrozzando turisti a prezzi risibili.
  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close