Cerca Hotel al miglior prezzo

Larache, viaggio nella cittą del Marocco contesa tra Africa e Spagna

Larache, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

La storia di Larache è ricca di alterne dominazioni, ma comunque nasce per la presenza del grande fiume Oued Loukos (Loukkos) che poco prima di sfociare placido,nelle acque dell'Oceano Atlantico, disegna una seria di grandi meandri ad ovest dei quali si sviluppa il centro urbano di Larache, che domina la costa dall'alto di un terrazzo, mentre ad est giace il notevole sito archeologico di Lixus.

Per arrivare alla città di Larache si può utilizzare l'autostrada A1 o la N1, in alternativa anche la strada costiera n° 2301 : da Casablanca si imbocca la A3 fino a Rabat, e da qui si prosegue sulla A1 con direzione Tangeri fion al'uscita di Larache. Da Tangeri, dove per altro si trova l'aeroporto più vicino a Larache, si seguono le indicazioni per Rabat utilizzando la A1 oppure scendendo lungo la costa con la N1 in direzione di Asilah, Lixus e arrivando a Larache subito dopo aver superato il ponte sul fiume loukos.
Se si proviene dalla città imperiali di Fes e Meknes si devono utilizzare rispettivamente la N4 e la n° 413 che poi si innesta alla N1 presso Souk-el-Arba-du-Rharb da dove si raggiunge con facilità prima Ksar el Kebir e poi Larache

Larache si affaccia sull'oceano Atlantico, ed il suo clima risente dall'azione mitigatrice oceanica, con inverni miti, spesso battuti dal vento e con piogge che cadono più abbondanti da ottobre a aprile. Le temperature diurne in questo periodo rimangono comprese tra i 15-20 °C mentre di notte le minime scendono a valori di 7-9 gradi.
Il periodo migliore per visitare Larache è pertanto l'estate, quando le acque dell'Oceano raggiungono una temperatura più adatta alla balneazione (22-23 °C), il clima risulta più secco e di giorno il sole porte i valori massi mi a livello di 26-28 °C come valor medio.

Cosa vedere e cosa fare a Larache?
Larache offrre la sua storia, e le testimonianze del suo passato così variegato sono numerose.
A pochi chilometri dal centro troviamo i resti di Lixus, antica città romana, il sito archeologico più importante del marocco dopo Volubilis. Qui si trova un anfiteatro, unico del suo genere in tutto il Marocco.
Dentro Larache troviamo numerosi riferimenti alla fase di dominazione spagnola: la Place de la Liberation presenta elementi architettonici iberici e da essa le strade della città si aprano a raggiera. Al centro viene ornata da palme e da un grande cedro.

Attraverso la Bab el Khemis, una porta a fianco della piazza, si può accedere alla Medina, sempre affascinante con il suo dedalo di stradine, La piazza principale, quella del mercato, è il Socco de la Alcaiceria
All'estremità della Medina, in corrispondenza dell'Oceano Atlantico si trovano il Castillo de las Ciguenas, il cui nome svela le origini spagnole. Altro forte è quello di Kebibat, anch'esso eretto durante la dominazione spagnola.
Spiagge per fare il bagno si trovano a nord. oltre l'estuario del Oued Leukkos e a sud di Larache, in direzione di Kenitra

  •  

News più lette

close