Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Pamplemousses

Pamplemousses (Mauritius): la cittą e il suo giardino botanico

Pagina 1/2

Pamplemousses è una località molto interessante dell'entroterra mauriziano, non ha da offrire spiagge paradisiache, per altro non molto distanti, ma è celebre per il suo splendido giardino tropicale, ed è anche una città storica dell'isola di Mauritius in grado di sorprendere il turista con la sua piccola chiesa ed una serie di negozi tipici che cattureranno la vostra attenzione ed il vostro desiderio di shopping. La storia di questo villaggio risale ai primi tempi della colonizzazione di Maurizio e cioè ai primi decenni del diciottesimo secolo, quando nel 1729 fu concessa la possibilità di edificare in questa zona e dove nacque l'insediamento di Mon Plaisir ad opera di Mahé de La Bourdonnais. Lo sviluppo definitivo di Pamplemousses è però da attribuire a Pierre Poivre, che subentrando nella possessione di Mon Plaisir dette il via alla creazione del magnifico giardino che è poi diventato il vanto odierno di tutto il villaggio. Pierre Poivre era davvero affascinato dalla fertilità di questi luoghi ed importò numerosi tipi di piante esotiche che ora possiamo ammirare in questo straordinario parco botanico.

Una visita al giardino Botanico, deve essere un must della vostra vacanza Mauriziana. Il parco ha due ingressi uno principale ed uno secondario, e poi tocca a voi e alla vostra resistenza (sono in totale 26 ettari!) compiere la visita tra le magnifiche piante. Per questo scopo potete procurarvi un depliant illustrativo a pagamento (presso l'ingresso principale) oppure affidarvi ad una delle tante guide disponibili, in grado di portarvi velocemente ad ammirare le piante più significative di tutto il parco. Il nome ufficiale del parco è Jardin Botanique Sir Seewoosagur Ramgoolam, dato che nel 1988 fu intitolato al defunto Primo Ministro di Mauritius.

Il tempo minimo per una visita è un ora, ma di certo è troppo poco per riuscire a vedere la vastità di questo giardino. Qualunque sia il vostro tempo a disposizione alcune piante sono assolutamente da non perdere: innanzitutto l'incredibile varietà di palme, qui se ne contano almeno 80 specie. Ciascuna con le sue peculiarità nelle forme delle foglie e dei loro fusti.
Da non perdere la bella Kigelia Africana. Più comunemente conosciuta come l'albero delle salsicce, questa pianta è in grado di stupire per le forme bizzarre dei suoi frutti, che ricordano appunto quelle degli appetitosi insaccati. Molto bella è anche la collezione di Ninfee dell'Amazzonia, qui davvero di giganti dimensioni, fino ad arrivare a 2 metri di diametro e, rimanendo tra le piante acquatiche molto belle anche le zone in cui trovate le piante di loto, ancora più attraenti durante la fioritura. Il parco si completa con una zona a recinto dove poter osservare numerosi cervi, che una volta popolavano in gran numero l'isola, ed un reginto che ospita delle testuggini, e cioè delle tartarughe giganti di terra, tipiche delle isole Seychelles.

... Pagina 2/2 ...Da visitare in città abbiamo la chiesetta più antica di Mauritius, costruita verso la metà del '700 utilizzando locale pietra vulcanica. E' dedicata a S. Francesco ed ha un originale facciata sormontata da una grande torre campanaria. Anche l'interno si presenta interessante con delle originali decorazioni intrecciate ed un bel pulpito. Nelle vicinanze si trova anche un antico cimitero, merita una visita. Un'altra attrazione turistica a Pamplemousses è costituita dalla “L'Aventure du Sucre” un museo dedicato allo zucchero e la sua storia, che merita sicuramente una visita. Viene fatta la storia dell'isola parallelamente a quella della canna da Zucchero, un tempo erano attive a Mauritius fino a 259 zuccherifici, ed è un occasione ghiotta per imparare qualcosa in più su di questa isola tropicale. E' anche possibile fari acquisti e cioè acquistare un campionario delle 15 varietà di zucchero ivi prodotte.

Il periodo migliore per visitare Mauritius corrisponde a quello della nostra estate, e cioè i mesi che vanno da giugno ad ottobre. E' il periodo del monsone più secco, ed è quindi possibile godersi la visita al giardino botanico sperando di non incamparre in uno dei tipici rovesci tropicali. Anche la minor umidità rende la passeggiata sicuramente meno faticosa. Da Novembre fino a maggio è di scena il monsone più umido, con piogge abbondanti specie a febbraio e caldo decisamente più afoso, con temperature che superano i 30 °C e che quindi consigliano una visita al parco nelle prime ore del mattino.

Pamplemousses si raggiunge con facilità dalla Capitale si Port Louis. Una volta arrivati all'aeroporto internazionale Plaisance, si segue la M2, l'autostrada che conduce verso nord fino alla capitale, e poi si prosegue olte in direzione di Grand Baie e Cap Malheureux-Grande Gaube, arrivano in pochi minuti all'uscita di Pamplemousses.

loading...
07 Agosto 2017 Cinecittą World: biglietti per ingresso ...

Il parco divertimenti di Cinecittà World ha appena iniziato la ...

NOVITA' close