Cerca Hotel al miglior prezzo

Newry. Visita alla cittą irlandese sulle orme di St Patrick

Pagina 1/2

Oggi si chiama Newry, ma il nome irlandese più antico è Iuir Cinn Tra, e significa “l’inizio della riva”. Secondo la leggenda, infatti, nei pressi della cittadina attuale, all’inizio della riva di Carlingford Lough, San Patrizio piantò un albero di tasso che sarebbe sopravvissuto per ben 700 anni, proteggendo i cittadini e vedendoli crescere a poco a poco nei secoli.

Oggi Newry è una bella città dell’Irlanda del nord, quarta del paese per dimensioni, situata a 60 km da Belfast e a 108 km da Dublino. Nel cuore del centro abitato scorre placido il fiume Clanrye, che costituisce il confine storico tra Armagh e Down e riflette il cielo sublime d’Irlanda, con le sue sfumature affascinanti di grigi e azzurri e i nuvoloni che si gonfiano di vento e corrono veloci.

Fondata nel lontano 1144 intorno a un antico monastero cistercense, Newry è una delle più vecchie città d’Irlanda, ma lo spirito giovanile si fa sentire in ogni occasione: conosciuta anche come Gateway to the North, ovvero “porta d’ingresso verso il nord”, è una città aperta, divertente e emozionante, dove la vita presente incontra un passato ricco di ricordi e si immerge in un paesaggio da cartolina.

Tra i cittadini più autorevoli c’è la Cattedrale di San Patrizio e San Colmar, costruita in Hill Street nel 1829 in granito locale. La struttura fu progettata e realizzata dall’architetto Thomas Duff, il più famoso architetto del luogo, su cui circola una storia curiosa: impegnato nello stesso periodo anche nella costruzione della Cattedrale di Dundalk, cittadina dell’Eire oltre il confine della contea di Louth, pare che abbia scambiato all’ultimo momento i due progetti.

Un’altra chiesa interessante è la St Patrick’s Church del 1578, che si erge lungo la Church Street, nella zona orientale del centro, ed è considerata la prima chiesa protestante del paese. Notevole anche il municipio di Newry, eretto sulle rive del fiume Clanrye, confine naturale tra le contee di Down e Armagh, e il museo artistico, che ultimamente ha ospitato una grande quantità di mostre periodiche di rilievo. Da vedere, infine, il Craigmore Viaduct, nella zona settentrionale della città, all’interno delle principali linee ferroviarie nordirlandesi. Concepito e progettato da Sir John O’Neill, il ponte fu iniziato nel 1849 e inaugurato ufficialmente nel 1852. La struttura, di dimensioni imponenti, è costituita da 18 arcate che raggiungono, nel punto più alto, i 126 piedi: queste misure ne fanno il viadotto più alto d’Irlanda, realizzato in granito locale e lungo quasi un chilometro.

Oltre alla natura sublime che l’abbraccia, e alle bellezze cittadine che testimoniano la cultura di Newry nei secoli, verrà voglia di conoscere gli usi e la vita quotidiana della città. Occasioni d’eccezione sono le manifestazioni locali, che vengono organizzate durante l’intero arco dell’anno. Tra le principali si ricorda il Fiddlers’ Green International Festival, che attira artisti da tutto il mondo nella vicina località di Rostrevor.
... Pagina 2/2 ...
Ma la vita culturale del luogo si fa sentire anche attraverso il Mourne Textiles & Loom Weaving Workshop, laboratorio in cui si può ammirare il lavoro della tessitura e se possono sperimentare i primi passi, oppure nella Thomas Kinkade Gallery of Ireland, galleria d’arte che ospita le opere più belle di Kinkade, conosciuto anche come “pittore della luce”.

Per finire, gli irriducibili amanti dello shopping non resisteranno ai due grandi, convenientissimi centri commerciali di Newry: tutti gli abitanti dell’Irlanda del Nord hanno ormai scelto la località come luogo privilegiato delle compere, grazie ai prezzi visibilmente più bassi rispetto al resto del paese. Anche i turisti potranno quindi apprezzarne i vantaggi, dedicandosi a un tour completo delle boutique e dei negozi, ma attenzione: chi cerca di raggiungere Newry in automobile, proprio per la sua popolarità di paradiso commerciale, può facilmente trovarsi bloccato nel traffico.

Traffico permettendo,comunque, raggiungere la città in auto sarebbe molto semplice: è sufficiente, da Dublino, prendere la M1 in direzione Belfast e uscire a Newry/Warrenpoint sulla Dublin Road, seguendo poi le indicazioni stradali fino alla meta. In questo modo il viaggio dura circa un’ora e 20 minuti. Chi non ha a disposizione un’auto può in alternativa, sempre da Dublino, prendere un autobus a Connolly Station oppure servirsi del treno. Per raggiungere Dublino in aereo, invece, si atterra all’aeroporto collocato poco fuori città, collegato con tutte le principali città europee tra cui Milano e Roma.

Arrivati a destinazione ci si accorgerà con piacere di essere atterrati nella regione più soleggiata dell’Irlanda del Nord. Qui il clima, rispetto al resto del paese, è piuttosto mite, e le atmosfere sono meno cupe che altrove, benché le precipitazioni rimangano abbastanza frequenti. Le temperature medie del mese più freddo, gennaio, si aggirano intorno ai 5°C, mentre in luglio si mantengono sui 15°C.

Cortesia foto, sito istituzionale
loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close