Cerca Hotel al miglior prezzo

Attica, culla della civiltÓ greca e meta turistica per eccellenza

Attica, culla della civiltà greca, la penisola che termina nel Capo Sunion.
Ci troviamo a settanta chilometri da Atene. Lo sperone di roccia che penetra nelle acque azzurre dell'Egeo è alto sessanta metri. La costa, ricca di spiagge, di porticcioli turistici, di alberghi e ristoranti, che conduce al Pireo è dedicata ad Apollo. E il tempio che splende a picco sul mare è quello di Poseidone. Risale al quinto secolo avanti Cristo e ne sono rimaste quindici colonne doriche. Un pilastro reca i nomi dei visitatori illustri, da lord Byron a Seferis.

Prima di morire trentaseienne a Missolungi, nel golfo di Patrasso, dove era accorso per difendere la libertà dei greci, Byron cantò gli olivi e le viti dell' Attica, il miele del monte Imetto e il terribile Poseidone, dio del mare e delle acque, avversario di Atena patrona delle campagne feraci.
Si racconta che Poseidone, fratello di Zeus, abitasse in un palazzo d'oro in fondo all'Egeo, proprio dinanzi al Capo Sunion. Con il suo tridente suscitava le tempeste e le calmava. Faceva nascere le isole e scaturire le sorgenti, provocava i terremoti, regnava sui vulcani. I marinai lo veneravano per ottenere buone traversate e lui condannava al naufragio coloro che lo sfidavano. Ecco perché il tempio in suo onore venne costruito in un luogo che domina l'Egeo.
Nel tempio di Capo Sunion si rendeva omaggio anche ai numerosi figli di Poseidone, grande amatore. Ne citiamo alcuni: Anteo, Procuste, Tritone, Polifemo, Pegaso.
Pegaso era un cavallo e a lui era consacrata la pista delle corse. Presso i romani, Poseidone, cambiò nome e divenne Nettuno.
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a CinecittÓ World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close