Cerca Hotel al miglior prezzo

Scopriamo l'Epiro la Grecia che non t'aspetti

Epiro, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

E' una Grecia che soprende, quella della sua parte nord-occidentale, chiusa tra boschi e montagne che si affacciano sullo Ionio settentrionale appena a sud dell'isola di Corfù. Siamo al confine con l'Albania, e in genere il primo contatto visivo con l'Epiro si ha al passaggio del Traghetto che dopo avere toccato l'isola di Kerkira (Corfù) attraversa lo stretto che separa l'isola dal continente e giunge fino ad Igoumenitsa, dopo avere costeggiato parte delle coste albanesi e dell'Epiro.

Igoumenitsa è un porto molto attivo, collegato con l'Italia, con corse da Venezia, Ancona, Bari e Brindisi con traghetti passeggeri e trasporto auto. La città è comunque pittoresca, circdanta da boschi e con un mare molto pulito. I boschi rigogliosi indicano che ci troviamo tra le zone costiere più piovose di Grecia, ma durante l'estate predominano le giornate di bel tempo, rendendo questi lidi perfetti per una serena vacanza.
Igoumenitsa può essere un buon punto di partenza per la vostra vacanza, con la possibilità di smaltire la stanchezza del viaggio riposandovi al sole in una delle sue calette. Belle spiagge si trovano più a sud, a Plataria e a Sivota, quest'ultima con un centro storico piacevole e tante spiagge a disposizione.

Rimanendo sulle coste dell'Epiro sono tutte da scoprire le località di Perdika e di Parga, mentre più a sud una veloce autostrada collega queste province settentrionali dell'Epiro con la prefettura di Preveza. Qui la lista delle spiagge è davvero imponente, siamo di fronte ad una costa tra le più belle dello Ionio. Luoghi come Monolithi, Kanali, Artolithia, Loutsa e Ammoudia (quest'ultima in un golfo a dir poco stupendo) sono località imperdibili, con arenili adatti alle famiglie e con la possibilità di trovare il proprio spazio di tranquillità. Da segnalare il delta dell'Aheron, un fiume spettacolare, con una zona umida dove fare bird-watching, ma anche la possibilitò di esplorare le gole poste più a monte, facendo rafting e passeggiate a cavallo immersi nella natura.

L'Epiro è infatti ricca di montagne e di boschi, con la possibilità di compiere passeggiate e trekking lungo la catena del Pindo. Si tratta di montagne molto simili ai nostri Appennini, con stratificazioni di arenarie e una vegetazione mediterranea rigolgiosa. La capitale dell'Epiro Ioannina di rova proprio al centro di questa regione, dove si trova un bel lago che porta lo stesso nome della città, ed è quindi in posizione ideale come punto di partenza per le numerose escursioni e gite che si possono compiere all'interno dell'Epiro. D'obbligo è anche la degustazione della Pitta, una focaccia ripiena che qui a Ioannina viene confezionata ad arte.
Molto bella è la zona di Metsovo, caratteristico villaggio montano tra montagne che superano i 1.500 m di altitudine. D'inverno si può sciare, d'estate compiere passeggiate e gustare i formaggi tipici della zona. Proseguendo verso la Tessaglia si può giungere alla zona delle Meteore, presso Kalambaka.

Nella sua parte più settentrionale il Pindo vi accoglie con la bella cittadina di Konitsa, splendidamente adagiata allo sbocco di una valle montana, sopra una conoide alluvionale. Siamo nelle zone più selvagge della Grecia continentale, e Konitza è un ottimo punto di partenza per escursioni verso le cime del Pindo. Il monte Smolikas supera i 2.600 m di altitudine, mentre il parco nazionale di Vikos-Aoos contiene le splendide gole di Vikosm meta di numerosi visitatori. Da segnalare comunque per intero tutta la regione di Zagoria disseminata di villaggi e vallate ricche di vegetazione e fauna, che meritano di essere esplorate con attenzione.

  •  

News più lette

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close