Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Windsor

Windsor e il Castello residenza di Sua Maestą la Regina d'Inghilterra

Pagina 1/2

A una manciata di chilometri da Londra, sulle sponde del fiume Tamigi, che ne segna il confine con l’adiacente Eton, si erge la celebre cittadina inglese di Windsor, famosa soprattutto per l’omonimo regale castello. Quella che oggi chiamiamo Windsor, in realtà, è stata nominata New Windsor sino al 1974, dal momento che il villaggio di Old Windsor sorge tre chilometri più a sud, e ha preceduto la fondazione dell’attuale moderna città di circa 300 anni.

La storia della sua fondazione, prima che venisse eretto il famoso castello, è perlopiù sconosciuta, ma è da escludere che le origine dell’insediamento vadano collocate soltanto in quel periodo: oggi abbiamo infatti testimonianze di tempi ben più lontani, come la vecchia Peascod Street, la via principale, che potrebbe essere stata creata addirittura dia romani. Solo a metà del XIX secolo, invece, sono nate molte delle strade che attualmente garantiscono i collegamenti da una parte della città all’altra e di Windsor con il mondo esterno. Grazie a questo sviluppo Windsor è potuta diventare un’ambita e rinomata meta turistica, che essendo sede reale gode di comodità eccezionali, generalmente riservate alle grandi città: le stazioni ferroviarie sono ben due, c’è un elegante e attivo teatro e vi si trovano moltissimi hotel.

Il Windsor Castle è il castello abitato più grande e più antico del mondo, Residenza Ufficiale di Sua Maestà la Regina. Per ripercorrere la sua avvincente storia bisogna fare un salto nel passato di almeno mille anni, all’epoca di Re Guglielmo d’Inghilterra, che per primo ne desiderò la costruzione; in seguito, numerosi furono gli interventi di rinnovamento. La Proprietà ricopre un’area di circa 5 ettari e contiene magnifici appartamenti arredati con un mobilio prezioso, oltre ad ospitare varie prestigiose mostre periodiche. Dato che il palazzo funzione ancora a pieno titolo come residenza reale, ci sono precisi orari e giorni in cui è consentita la visita, quindi è necessario informarsi a dovere per non rischiare di trovarsi davanti a un cancello chiuso.

Fanno parte del paesaggio reale il Savill Garden, i Valley Gardens e il Virginia Water. Si tratta di più di 35 acri di giardini ornamentali finissimi, rigogliosi di fiori e piante rare che paiono vere e proprie opere d’arte. Rododendri, camelie, azalee spandono nell’aria primaverile i loro profumi inebrianti, mentre le estati si riempiono dei colori delle rose e l’autunno si incendia di colori infuocati. Una singolare e simpatico attrazione che è stata realizzata a Windsor è Legoland, un parco divertimenti dedicato ai più piccoli, costruito utilizzando i famosi mattoncini colorati Lego, nello splendido scenario di un parco di 150 acri. I bambini saranno emozionati all’idea di giocare in questo mondo fantastico, dove potranno cimentarsi con giochi interattivi o assistere a spettacoli ideati apposta per loro.

Da vedere è poi l’Eton College, fondato nel 1440 da Re Enrico VI per provvedere all’istruzione gratuita di 70 scolari poveri. L’iniziativa era nobile e lodevole, ma all’interno del college la vita dei ragazzi non era affatto una passeggiata: basti pensare che i ragazzi erano costretti a lavarsi al di fuori dell’edificio, utilizzando esclusivamente acqua fredda. Da questi primi 70 scolari si è poi passati gradualmente a numeri sempre più elevati, sino agli attuali 1290 ragazzi circa, di età compresa tra i 13 e i 18 anni. L’ammissione al College viene approvata in seguito a una dura selezione, in quanto la scuola è ormai diventata una delle più esclusive del mondo.
... Pagina 2/2 ...
Ben 18 Primi Ministri inglesi hanno ricevuto qui la loro educazione.

La visitata guidata al College costituirà un’esperienza interessante, durante la quale sarà possibile dare un’occhiata alla College Chapel, alle classi più vecchie e al Museum of Eton Life. Il più importante evento che veste a festa la cittadina di Windsor è il Winndsor Festival, che si ripete ogni anno nel mese di settembre e offre ben due settimane di musica, letteratura, tour guidati della città e visite del Castello. Per questo motivo il festival è apprezzato non soltanto dagli abitanti, ma sarà un’occasione utile per i turisti per scoprire gli angoli più interessanti del luogo.

Per raggiungere Windsor conviene atterrare all’aeroporto Gatwick di Londra, servito da numerose compagnie aeree da varie città europee e italiane, e da qui prendere il treno partendo dalla stazione London Waterlo. Si arriva a Windsor in meno di un’ora.

Il clima di Windsor è quello tipico della gran Bretagna: le piogge sono frequenti durante tutto l’arco dell’anno, specialmente nel mese di ottobre, e una caratteristica fondamentale, talvolta spiazzante per un turista italiano, è l’incredibile variabilità del cielo: in un solo pomeriggio si può infatti passare da nuvolosi grigi carichi di pioggia a qualche ora piacevole di sole, per poi tornare alla pioggia. Proprio l’alto tasso di umidità fa sì che gli inverni risultino piuttosto freddi, nonostante le temperature reali rimangano più elevate della media delle altre città del Nord dell’Europa: le minime di rado scendono al di sotto dei 2°C. In estate, le massime raggiungono a malapena i 18°C: è il momento ideale per visitare la città senza soffrire il freddo ma nemmeno patendo l’afa.
loading...
close