Cerca Hotel al miglior prezzo

Vacanze nella penisola di Samaną e Cayo Levantado

Samanį, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Se sentite parlare di Repubblica Dominicana e Santo Domingo e la vostra reazione è quella di chi non gradisce i villaggi turistici e i pacchetti all inclusive, avrete un occasione di ricredervi visitando la magnifica penisola di Samanà, dove ancora si riesce a trovare òl'antico fascino della Repubblica Dominicana prima del boom turistico.

Una delle ragioni del lento sviluppo turistico della zona è proprio la mancanza di collegamenti rapidi, e questa scomodità scoraggia molta parte del flusso turistico, che predilisce mete più facilmente raggiungibili con gli areoporti di Puerto Plata e La Romana. Questo finchè non sarà ultimato l'aeroporto di Samanà, che portando nuove opportunità alla regione ne decreterà probabilmente anche la fine del suo aureo isolamento.
Al momento si può pensare di volare a Santo Domingo, da qui attraversare l'interno in direzione di San Francisco de Macoris, per poi puntare sulla costa nord fino alla penisola di Samana.
Se non avete timore di utilizzare dei voli interni su piccoli aerei, si può volare all'areoporto di El Portillo o a quello di Arroyo Barril, nei pressi di Samanà.

La penisola si estende in direzione ovest-est lungo la costa nord-orientale della Repubblica dominicana e conta una lunghezza di circa 50 km per una larghezza variabile tra i 7 e 15 km. Il suo territorio si presenta abbastanza ondulato, con rilievi collinari che superano i 500 m di quota neklla zona ad est di Puerto Valle, e a sud di Las Terrenas. I rilevi sono ricoperti da fitta vegetazione e l'abbondante pioggia crea torrenti che erompono in spettacolari cascate.

La Penisola ha due zone turistiche bene delineate: a nord c'è la zona più evoluta dal punto di vista delle strutture alberghiere, parliamo della regione di Las Terrenas, quella lato oceano atlantico, famosa per alcune spiagge molto interessanti. Partendo dall'estremità ovest troviamo infatti Playa Bonita, accanto all'omonima punta, struggente lido lambito da un mare splendifo, con palme spettacolari che si protendono in orizzontale quasi volessero accarezzare l'oceano. Spostandosi in direzione di Punta Popy incontriamo le belle spiagge di Playa Ballenas, Playa Colibrì, Playa de los pescadores dove è immancabile la foto del mare con le barche tirate a secco, e la particolare Punta Popy, sabbiosa e accuminata, con belle piante che si stagliano sul blu dell'oceano e l'azzurro del mare. Anche le spiagge di El Portillo sono parecchio interessanti, mentre se cercate un relax a cinque stelle qui si trova l'Hotel Gran Bahia Principe, con 204 camere a tutto lusso e 111 suites che vi attendono con la loro accogliente esclusività.

Trasferendosi in direzione di Santa Barbara de Samaná, il nome per esteso di Samanà City, opiù semplicemente Samana, vale la pena andare a visitare le cascate del Limon, splendide in mezzo alla foresta. L'escursione permette di vedere degli scorci autentici di vita dei villaggi intoccati da turismo, e le cascate sono alquanto spettacolari, specie durante la stagione più piovosa.
Samana si affaccia sull'omonima Bahia de Samanà, una profonda insenatura che si crea con la penisola di Samanà ed il prosieguo della costa della Repubblica Dominica, In questo lembo di mare è facile avvistare le balene e compiere whale watching a caccia di megattere. A circa metà strada si trova Cayo Levantado (vedi foto), molto spettacolare con spiagge bianchissime, mentre se si attraversa la bahia si giunge alla zona del parco nazionale Haitises, con una costa spettacolare, frastagliata di mangrovie e spiagge, il luogo scelto per una serie dell'Isola dei Famosi.

Le spiagge di Semana sono anch'esse molto interessanti, mentre il paese mantiene una sua atmosfera davvero verace, la più genuina della regione, ma non mancano i resort di lusso come il rinomato Hotel Gran Bahia Principe, che porta lo stesso nome del suo "cugino" di Las Terrenas. Escursioni raccomandate sono quelle che portano a Playa Rincon, Boca de Diablo e Playa Fronton.

  •  
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close