Cerca Hotel al miglior prezzo

Trinidad e Tobago, in viaggio nei Caraibi orientali

Trinidad e Tobago, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Oltre il termine della collana di isole delle Piccole Antille, ridossata alle coste sudamericane, sorge una coppia particolare di isole, indipendenti dal 1962 e repubblica dal 1976, chiamate Trinidad e Tobago. Due isole totalmente diverse tra loro, sia per dimensioni che configurazione geografica, con una vita intensa e frenetica la prima, dai peasaggi rilassanti con un mare bellissimo, e più tranquilla, la seconda.

Trinidad è un isola piuttosto grande, circa 4.800 chilometri quadrati con una forma che ricorda vagamente quella della Gran Bretagna, in piccolo. La città princpale è Fort of Spain, una delle città caraibiche più interessanti ma anche caotiche e frenetiche dell'intero sudamerica. E' anche meta di tantissimi turisti che scelgono le sue strade per fare shopping specie nel periodo del Carnevale, una vera istituzione per gli abitanti dell'isola.

Il nord di Trinidad, che comprende anche la capitale, è prevalentemente montuoso con cime sfiorano i mille metri di quota e sono contraddistinte dalla rigogliosa vegetazione. Ci sono molte località interessanti dove potere fare bird watching e osservazioni naturalistiche. Ad esempio il Caroni bird Sanctuary è un luogo magico, dove gli Ibis scarlatti rendono il paesaggio davvero unico. Interessante anche il centro naturale di Asa Wright che nel mezzo delle montagne permette di esplorare e comprendere le meraviglie della foresta vergine. Nel nord-ovest sono da ricordare le grotte di Gasparee, che si trovano al largo in un gruppo di isolette non distanti da Chaguaramas, e la famosa Maracas Bay con la spiaggia più celebre dell'isola. Il sud di trinidad è meno movimentato dal punto di visto orografico, e la costa risulta più sabbiosa, a tratti paludosa ma sembre spettacolare. Da segnalare le spiagge presso le località di Cocos Bay, Manzanilla bay e la Mayaro Bay forse la più bella.

Tobago è una meta molto più tranquilla e i suoi paesaggi non deludono i turisti che decidono di passare la loro vacanza in questa isola remota. C'è un po' di Italia nella sua storia, Cristoforo Colombo avvistò su questi lidi nel 1498, ma poi la storia vide succedersi vari dominatori in dominazioni continue. Alla fine rimase agli inglesi e con il nome che indica il nome indigeno della pianta del tabacco.

Il centro più importante è Scarborough ma a dire il vero non offre molto ai turisti che in genere prediligono la costa occidentale per le spiagge e i fondali meravigliosi. Il Buccoo reef è la barriera corallina più nota, meta di numerose escursioni che offrono possibilità di snorkelling, diving e escursioni con barche con il fondo trasparente. Si può risalire la costa in direzione di Plymouth e oltre fino a Charlotteville, simpatico villaggio di pescatori con alle spalle le montagne ricoperte di foresta fluviale della Tobago Forest reserve. Lungo la costa orientale da non perdere sono le cascate di Argyle Waterfall, spettacolari e con la possibilità di un bagno nelle limpide acque della baia.

  •  

News più lette

close