Cerca Hotel al miglior prezzo

Saint Barthelemy (St. Barth), viaggio nel gioiello delle Antille Francesi

Saint-Barthélémy, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Dal punto di vista prettamente geografico sarebbe giusto suddividere le Antille in Piccole e Grandi Antille, in realtà predomina una suddivisione di tipo colonialista che rende più complicata la descrizione di questi veri giolielli caraibici. I possedimenti francesi sono infatti frammentati, spezzettati dai possedimenti britannici e olandesi e dalle isole indipendenti di Antigua Barbuda e Dominica, e quindi una descrizione generale sulle Antille francesi ha il difetto di trattare località tra loro non contigue, creado uno scenario un po' discontinuo. Ma tutte queste divisioni sono cumuque parte della storia dei Caraibi e non possono essere ignorate.

Tra le varie isole di questa zona Saint-Barthélémy è sicuramente una meta esclusiva per la vostra vacanza. Situata a sud-est di Saint Martin e a nord-ovest di Saint Eustatius l'isola di Saint-Barthélémy, detta anche più familiarmente Saint-Barth (St. Barts, St Barths, St. Barth), è costituita da un isola principale a forma di boomerang (con una lunghezza totale di circa 10 km), circondata da isolotti minori disabitati.
E' un isola dal clima tropicale, quindi caldo tutto l'anno e con temperature in genere comprese tra i 28-32 gradi centigradi di giorno e minime che si attentastano intorno ai 21-23 °C, ideali per una perfetta vacanza di mare. A livello di precipitazioni i rovesci tropicali si fanno in genere sentire a maggio e lungo il periodo estivo, specie ad agosto e settembre, mentre un clima piacevolmente secco lo si trova in inverno ed inizio a primavera.

L'arrivo a Gustavia, in aereo, è una piacevole sorpresa, La città vi accoglie con le delicate geometrie dei suoi tetti rossi e la splendida baia costellata di bianche imbarcazioni, in uno strano mix di architettura europea piacevolmente inserita in un contesto naturale tipicamente tropicale.
Il nome Gustavia deriva da un interregno scandinavo del diciottesimo secolo, quando l'isola fu vendurta dalla Francia alla Svezia che nominà la città in onore di Gustavo III di Svezia, ma poi l'isola tornò alla Francia nel 1878 mantenendo il particolare nome. L'aeroporto di Gustavia si trova a nord del centro e la pista termina in corrispondenza della bella spiaggia di St. Jean Beach.

Gustavia è una città elegante, ricca di negozi esclusivi e di classe, ristoranti di ottima qualità ed è un luogo ideale dove passeggiare alla sera alla ricerca di un po' di fresca brezza. La vita notturna di Gustavia ruota intorno ad alcuni locali tipici tra i quali sono da ricordare La Select, come pure altri due locali dove spesso viene suonata musica dal vivo, La Plage e Bête à Z'Ailes.
L'isola poi offre oltre una dozzina di splendide spiagge sabbiose e, considerando le dimensioni ridotte dell'isola, questo è quasi un primato!
Tra i quattordici arenili dell'isola, tutti rigorosamente coperti da sabbie bianchissime e cinti da acque turchesi e cristalline, ricordiamo sicuramente Shell Beach, la piccola spiaggia a sud di Gustavia, la bella St. Jean, divisa in due parti da Eden Rock, un promontorio su cui si erge un hotel. Altra spiaggia da sogno, e in genere meno affollata, si trova a sud dell'isola e si chiama Anse des Salines così poco frequentata che spesso accoglie i praticanti del nudo integrale.
Una scelta ottima per le famiglie sono invece le due spiagge denominate Cul de Sac, Petit e Grand, che essendo molto raccolte in baie profonde presentano le acque sempre calme e favorevoli ai bagni in sicurezza. Sulla punta nord dell'isola si trovano altre splendide spiagge come l'Anse des Flamands e Anse De Colombier.

  •  
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close