Cerca Hotel al miglior prezzo

Innovazioni tecnologiche che cambieranno il modo di viaggiare?

Pagina 1/2

  • Foto cortesia AutoNOMOS Labs
  • Foto cortesia London Luton Airport Press Office
La tecnologia sta cambiando il modo di viaggiare, oltre che il nostro modo vivere. Ultimamente sono state presentate un paio di innovazioni high-tech, che poco tempo fa sembravano uscite da un film di fantascienza, ma che ora potrebbero diventare degli standard, indispensabili quasi nei nostri viaggi.

In questi giorni di scioperi dei mezzi pubblici e dei taxi, chi si trova nelle grande città, soffre grossi disagi. Ma in un prossimo futuro la figura del tassista potrebbe venire soppiantata dalla tecnologia: sono state sviluppati alcuni prototipi di auto senza conducente. Ad esempio la società AutoNOMOS Labs ha testato la sua prima Driverless cars nel settembre 2011 a Berlino, mentre un progetto simile di Google ha convinto lo Stato del Nevada a consentire il test di queste nuove auto per le strade dello stato americano.

Il sistema è costituito da varie telecamere controllate da un computer, e una serie di scanner laser capaci di misurare i volumi degli oggetti. Il sistema è così in grado di controllare la segnaletica, i semafori e gli ostacoli, come ad esempio le altre autovetture, i ciclisti, pedoni e animali. Ovviamente l'auto è dotata di un sistema GPS interno, ad altissima precisione.

Queste auto potranno aiutare i viaggiatori che non hanno familiarità con le strade e le regole automobilistiche di altri paesi. Pensate ad un città come Shanghai, dove vi trovate in una morsa di autovetture e non riuscite a leggere i cartelli stradali con facilità. Sarebbe un inferno! Invece con una automobile senza conducente basterebbe digitare o dire all'auto dove volete andare e aspettare comodamente di arrivarci, non sembra un film?
... Pagina 2/2 ...
Un'altra novità tecnologica che influirà sulle nostre abiutidini di viaggio, magari meno radicalmente, sono gli ologrammi. A metà del 2012, saranno disponibili proiettori di immagini olografiche in 3D, dando il via ad un'esperienza rivoluzionaria.

A dire il vero, in alcuni aeroporti, assistenti virtuali, ologrammi bidimensionali, forniscono informazioni ai passeggeri. Ad esempio all'aeroporto londinese di Luton potreste interagire con due assistenti virtuali "Holly" and "Graham" che forniranno consigli su come accellerare le noiose procedure di sicurezza.

Gli ologrammi in 3D avranno numerose altre applicazioni in questo settore: come mappe tridimensionali degli edifici da visitare, o le vostre fotografie proiettate in 3D da condividere con gli amici su Google Earth, sistemi di intrattenimento sui voli di linea. Fra breve viaggiare non sarà più la stessa cosa...

 Pubblicato da il 13/01/2012 - 2.837 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close