Cerca Hotel al miglior prezzo

Il giro del mondo a piedi in 11 anni: terminata l'avventura di Jean Beliveau

Vi capita mai di fantasticare su come poter viaggiare nel mondo, lasciando tutto e tutti, compresa la maggior parte dei vostri beni terreni dietro di voi? Sono tanti quelli che l'han fatto e l'ultimo della serie, e forse il più estremo di tutti, si chiama Jean Beliveau, un intrepido, quasi incosciente canadese che all'età di 45 anni aveva deciso di lasciare la sua terra, e partire per un viaggio a piedi, con pochi soldi in tasca, intorno al mondo. Dopo 11 anni e decine di migliaia di km, Jean è finalmente ritornato a casa! Anziché impiegare 80 giorni, come scriveva il grande Jules Verne, ce ne sono voluti oltre 4.000...

Jean Beliveau ha fatto proprio questo, avventurarsi in un tour a piedi attorno al globo, che lo ha portato a camminare 75 mila chilometri, attraverso cinque continenti ed in 64 nazioni prima di ritrovare finalmente la via di casa fino a Montreal, dove è arrivato la scorsa domenica.
Mr. Beliveau ha ora 56 anni dato che era partito da casa nel 2000, dopo aver cessato la sua attività e d essere entrato in una sorta di crisi di mezza età che l'aveva portato sull'orlo della depressione.

Inizialmente aveva iniziato a correre in direzione di Atlanta, alla stregua di un novello Forrest Gump, ma già prima della Georgia aveva trasformato la sua corsa in una camminata. Aveva aggiunto un carrettino a tre ruote per portare con se generi di prima necessità, e poi deciso di proseguire, con la missione di promuovere la pace e la non violenza tra le nazioni. Lungo la strada ha infatti incontrato persone di ogni genere, dignitari e religiosi, attraverso i quali sensibilizzare l'opinione pubblica contro ogni tipo di violenza e guerra.

Non sono mancati i momenti drammatici, in cui il nostro eroe faticava a trovare cibo sufficiente e ripari sicuri per la notte. Come riportato in alcune interviste Jean Beliveau ha anche mangiato insetti e serpenti, e in Africa (Etiopia) ha dormito con i delinquenti ed assassini dentro una prigione. Si può proprio dire, 11 anni vissuti, a tratti, pericolosamente! In totale l'incallito camminatore ha consumato 54 paia di scarpe, durante la sua lunghissima marcia.

Al suo ritorno, il signor Beliveau si è riunito con la moglie e sua madre. Luce Archambault, la sua compagna da lunga data, lo aveva però incontrato circa una volta all'anno, raggiungendolo in qualche tappa del suo percorso. Al ritorno lo stanco Jean ha incontrato anche la sua seconda nipotina, dell'età di 5 anni, ovviamente per la prima volta. Tra le varie dichiarazioni alla stampa colpisce che una delle cose che più gli è mancata in questi 11 anni sia stata quella di bere un tranquillo caffè al mattino con la propria moglie. Ovviamente Jean Beliveau sta già lavorando alla stesura del libro che racconterà la sua lunga avventura.
  •  

 Pubblicato da il 17/10/2011 - 8.091 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
25 Agosto 2017 Il Cinema sotto le Stelle a Cinecittą World ...

In questa caldissima estate 2017 solo di sera si può trovare un ...

NOVITA' close