Cerca Hotel al miglior prezzo

Vedere la fioritura a Cipro: le orchidee ed il "Marzo Giallo"

A Cipro non c'è una stagione in cui non si possano trovare fiori in quantità. Sono però certamente la fine dell'inverno e l'inizio della primavera i periodi in cui se ne possono vedere di più: la ricchezza della flora locale si può intuire considerando che su un'isola così relativamente piccola (9521 km², meno della Basilicata per intenderci) vivono almeno 1907 specie di fiori e piante censite, di cui ben 141 endemiche.
Il clima caldo e secco, infatti, accelera il processo di fioritura, che qui avviene in anticipo rispetto all'Italia e a molte altre zone del Mediterraneo. Le piogge - che generalmente bagnano il suolo da novembre a marzo, ma si concentrano prevalentemente a dicembre e a gennaio - danno vigore al risveglio dei fiori selvatici, tra cui spiccano oltre 30 specie di orchidee. Infine la primavera, spesso in arrivo già a metà febbraio, è preceduta dalla breve (ma intensa) fioritura dei mandorli.

Le fioriture invernali a Cipro

In inverno le temperature si attestano intorno ai 15-20°C durante il giorno, mentre le serate sono ovviamente più fredde. Chi visita Cipro in questo periodo può già ammirare la fioritura di piante come l’asfodelo e il ciclamino, mentre le cosiddette orchidee della baia fioriscono già a gennaio ed è possibile vederle nelle zone di Larnaka e del lago salato Akrotiri, ovvero nella fascia costiera compresa tra Lemesos (Limassol) e Paphos (Pafo).

Tra le molte piante che iniziano la loro fioritura inverno, le prime a regalarci i loro colori sono l’orchidea saccata e l’orchidea di Robert, ma anche l’argolica, la flavomarginata e la transhyrcana. A febbraio è il turno dell’orchidea fusca, la kotschyi, la lapethica, la morio (detta anche giglio caprino, pan di cuculo o ancora orchidea pagliaccio), la punctulata gialla e l‘orchidea a quattro punti.
Nonostante la neve ancora presente sulle vette della catena montuosa dei Troodos, (la cima più alta, il Monte Olimpo, misura 1952 metri s.l.m.), in questo periodo Cipro è già piuttosto verde: i fiori selvatici iniziano la fioritura e sono uno spettacolo molto apprezzato anche dagli appassionati di fotografia e dagli amanti degli immancabili selfie.

Le fioriture primaverili e il mese giallo a Cipro

Con l'arrivo della primavera e l'innalzamento delle temperature, trascorrere una giornata tra i campi ad ammirare i fiori è certamente un'attività che regala molte soddisfazioni; in questo senso la campagna è ottima perché i fiori selvatici si accendono di colori e danno il meglio di sé. E allora via, si parte alla ricerca delle comuni margherite e dei papaveri rossi, degli anemoni gialli, dellle ginestre spinose e delle peonie, mentre i fiori d'arancio profumano l'aria.
Non è un caso che marzo a Cipro sia detto anche "il mese giallo" (yellow month): a dipingere il paesaggio non sono solo i limoni, ma anche le fresie, i ranuncoli e il crisantemo giallo. Sulle coste si trovano di volta in volta il senecione, i cespugli gialli di senape bianca, l’erba medica marina, l’erba medica coronata e i fiori perenni. Ancora: il cisto di Creta, lo sparzio villoso e il finocchiaccio.
Ovunque si guardi è prevalentemente il giallo a catturare la vista, anche se sull'isola nascono ovviamente molti altri fiori. Tra questi le astromerie, i fiori del melo, i fiordalisi, i garofani, i fiori di ciliegio, i narcisi, le felci, l'iris, l'edera, il lillà, imughetti, la peonia, i cotogni, le rose, i tulipani, le viole e le violacciocche selvatiche, le arabette, il capelvenere e i ranuncoli.

A marzo giunge finalmente il momento della fioritura delle orchidee sulle colline e sui rilievi montuosi: un occhio attento non faticherà a trovare l’Orchis Anatolica Troodi (orchidea anatolica Troodi), l’orchidea a quattro punti, l’Ophrys Mammosa (orchidea mammosa), l’orchidea romana e l'orchidea di Robert.
Anche sulla costa fioriscono le orchidee spontanee: tra queste la coriophora, la Schoenorchis fragrans, la sancta, la vesparia, la piramidale, la Ophrys bornmuelleri e la Serapias lingua.

Visto che, come ovvio, i fiori di campo non tollerano di essere recisi e muoiono (alcuni anche più in fretta di altri, come la Ophrys Apifera), è buona norma limitarsi a fotografare e lasciare intatta la splendida natura di Cipro: i fiori ringrazieranno e torneranno a splendere l'anno prossimo.
  •  

 Pubblicato da il 27/01/2021 - - ® Riproduzione vietata

05 Marzo 2021 I musei delle squadre di calcio italiane ...

Il calcio è lo sport più amato e praticato al mondo. Miliardi ...

NOVITA' close