Cerca Hotel al miglior prezzo

I parchi naturali pił belli d'Australia: Kakadu, le isole e Bungle Bungles

Pagina 1/2

Non c’è niente come la natura, in Australia. Una natura incontaminata, estrema, di una bellezza immane. Dalle formazioni di ere millenarie, alle bianche spiagge corallifere, alle lande sconfinate dove incontrare canguri e dingo. La natura è un’esperienza da vivere lasciandosi tutto alle spalle per intraprendere un cammino alla ricerca di sé, il walkabout. Ci sono scenari per tutti i gusti, a iniziare dai grandi parchi nazionali dove si concentrano rare specie di flora e fauna in un ambiente che è rimasto incontaminato sin dalla notte dei tempi.

Il parco più esteso del continente si trova nel Northern Territory ed è vasto come la metà della Svizzera e visitarlo, richiede diversi giorni. Il nome Kakadu deriva dalle tribù aborigene dei Gagudju che, un tempo, popolarono la regione lasciando una preziosa eredità culturale annoverata oggi Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Ci sono oltre 5.000 siti di pittura rupestre e sentieri ancestrali. Raggiungibili soltanto con una jeep nella stagione secca, le cascate di Jim Jim e le Twin Falls offrono una vista spettacolare. Qui, incontrare un coccodrillo è molto probabile. Anche la regione di Mary River, considerata tra le più affascinanti nel top end, è un autentico “must”.

All’estremo sud della Grande barriera corallina nel Queensland c’è un altro gioiello annoverato Patrimonio dell’Umanità: Fraser Island è un glorioso mix di meraviglie. Le popolazioni aborigene dei Butchulla chiamano l’isola K’gari che significa paradiso. E’ l’isola di sabbia più grande al mondo e la foresta pluviale qui cresce direttamente dalla sabbia. Da non perdere le Champagne Pools, l’Indian Head (da cui è possible scorgere gli squali) e il relitto Maheno. L’isola è rinomata come osservatorio di balene, delfini e tartarughe ed è anche il paradiso per 354 specie di uccelli. Se le dune, le foreste, i laghi e gli animali incredibili che popolano questo eremo non sono sufficienti a incantarvi, vi incanterete ammirando la vastità del cielo stellato e le geometrie della via lattea.

Lord Howe Island, è un’isola idilliaca a qualche ora di volo da Sydney. Nata da un’eruzione vulcanica circa sette milioni di anni fa, l’isola è ricoperta per due terzi da una rigogliosa vegetazione. La maggior parte delle piante, inclusa la palma kentia esistono solo qui. Intorno al reef vivono oltre 500 specie di pesci e 90 specie di coralli variopinti. Qui, gli uccelli si avvicinano curiosi, trotterellando fiduciosi verso i visitatori. Un tour con una guida naturalistica locale vi condurrà al centro di una nuova visione del mondo e di voi stessi. Raggiungere le cime di Mount Gower è una scalata impegnativa che tuttavia regala un panorama mozzafiato. Per tornare alla realtà, basterà un tuffo da una delle 11 spiagge dorate dell’isola.

Un ritorno alle vancanze dell’infanzia? Phillip Island nel Victoria è il luogo ideale. Cittadine tranquille e un magnifico scenario costiero, spiagge eccellenti e un’accoglienza tipicamente famigliare caratterizzano questo angolo di quiete. L’attrazione principale sono le parate dei pinguini, uno degli eventi naturalistici più interessanti e curiosi della zona: tanti piccoli personaggi in tight emergono dall’acqua e marciano verso le dune. Questa piccola isola, in origine abitata dalle popolazioni Boonwurrung, accoglie più di 100 specie di uccelli che possono essere ammirate nell’oasi di Rhyll Wetland, riconosciuta a livello internazionale come osservatorio eccezionale degli uccelli migratori. Seal Rocks è un incanto per i ragazzi: qui potranno ammirare una colonia di oltre 16.000 foche monache. Facendo una crociera “wildlife cruise” potrete entrare in contatto con il loro habitat e quello dei pellicani. Cape Woolamai, Kitty Miller Bay e Nobbies radunano il bello delle spiagge e dei sentieri nel bush per indimenticabili
camminate lungo la costiera frastagliata del sud. Perfino raggiungere l’isola è divertente a bordo del ferry che la connette alla Mornington Peninsula.

Non c’e niente come guidare per un giorno intero e non incontrare nessuno; questa è una sensazione che può accadere spesso, durante un viaggio in Australia. A cominciare da Kangaroo Island (detta KI, nell’idioma locale) al largo della costa meridionale del continente in South Australia. 480 chilometri di costiera, un microcosmo che riunisce diverse tipologie di paesaggio, dalle spiagge bianchissime alle formazioni rocciose spettacolari che costellano questa porzione di oceano, all’incontaminato bushland, tale e quale a quando Matthew Flinders lo nominò agli inizi dell’ottocento; l’oceano qui è popolato da pinguini e delfini e rare specie di uccelli. L’oasi naturale Seal Park è l’unico posto al mondo dove è possible camminare lungo un’intera spiaggia popolata da leoni marini per poi assaporare un gelato al miele di rarissime api liguri.
... Pagina 2/2 ...
Sono striate di arancio e nero le montagne di Bungle Bungles in Western Australia. Queste curiose formazioni dal manto tigrato raggiungono i 578 metri e sono un fenomeno geologico del tutto insolito. E non c’è da meravigliarsi se queste strane formazioni antiche di 350 milioni di anni siano annoverate tra i tesori del World Heritage sotto il nome di Purnululu National Park. Il modo migliore per ammirarle, è in volo da Kununurra o Broome. Un labirinto di forre e gole ricche di incisioni rupestri, animali selvatici e leggende del dreamtime. Un percorso che è molto più di una visita; è un salto nel tempo della creazione.

Nature for two… and even more
Non c’e’ niente come Pillip Island per una vacanza in due o formato famiglia. C’è un modo davvero facile per profittare di tutte le opportunità con un solo pass, il Parks Pass” che include un ingresso al Phillip Island Nature Park, uno alla fattoria storica di Churchill Island e uno per ammirare la parata di pinguini e koala al Koala Conservation Centre. Tutta l’isola in realtà è un allevamento con mandrie di bovini, pecore, oche, galline e i tipici cavalli Clydesdale. Dimostrazioni di mandriani e festival qui si succedono tutto l’anno.

Natura giovane
Non c’è niente come l’esplorazione del Kakadu National Park. Da Jabiru potete prenotare un volo scenografico o fare un itinerario in barca sull’East Alligator River per assaporare lo spettacolo di una natura vibrante. Potete ammirare il territorio attraverso gli occhi delle popolazioni indigene Bininj passando una notte al Kakadu Culture Camp. Per chi ama l’avventura, Bungle Bungles è considerata la fronetira estrema. In questo luogo selvaggio potrete esplorare il terreno accidentato a bordo di un 4x4 o fare trekking nelle gole dimenticate dal tempo.

Fonte: Contracted representative of Tourism Australia
Ufficio stampa: Adam Integrated Communications - Annalisa Costantino
Visita Australia.com
 

close