Cerca Hotel al miglior prezzo

Le Grotte di Postumia allungate di 3,5 chilometri, esplorato un nuovo tratto

Chi ama la speleologia o semplicemente ha la passione di visitare grotte naturali di rara bellezza non potrà frenare l'entusiasmo alla notizia che ha come protagoniste le stupende Grotte di Postumia, in Slovenia.

La maestosità del Carso verde è conosciuta praticamente in tutta Europa. Si tratta di un sistema ipogeico carsico composto da un intreccio di grotte, cunicoli di grande fascino che si snodano sotto il suolo dando vita a spot di grande impatto sia dal punto di vista naturalistico che da quello paesaggistico.

Le Grotte di Postumia sono il sistema ipogeico più grande d'Europa e per vastità delle sale e per lunghezza. Conosciute e frequentate da almeno 200 anni hanno ospitato un numero incredibile di visitatori arrivati attualmente a 35 mila. Ma è sbagliato pensare che tutto sia già stato visto. Le prime ricerche all'interno delle Grotte di Postumia furono iniziate nel lontano 1852 quando furono anche iniziati i lavori per posizionare due binari che oggi rendono la visita delle grotte ancora più spettacolare a bordo di un trenino. Nonostante le esplorazioni e le varie ricerche all'interno del sistema, molto restava (e resta) ancora da scoprire.

Una delle cose di cui gli esploratori di epoche passate erano convinti, era che le Grotte di Postumia, l'Abisso della Pivka, il Cavernone di Planina e la Grotta Nera fossero tutti collegati tra di loro, dando luogo a un unico enorme sistema ipogeico. La convinzione nasceva dal fatto che tutti sono percorsi dal medesimo fiume sotterraneo. Ma per dimostrare che dalle Grotte di Postumia si può raggiungere, attraversando le altre grotte, il Cavernone di Planina, bisogna che l'uomo esplori tutto il percorso.

Non si tratta certo di una cosa semplice. Occorre tantissima perizia e, cosa da non poco conto, dei sovvenzionamenti per le spese. Finalmente questi sono arrivati: a finanziare l'operazione che si è svolta il 20 giugno scorso, è stata l'azienda Postojnska jama di cui il presidente del Consiglio di amministrazione è Marjan Batagelj. Questi ha sostenuto, soprattutto finanziariamente, i migliori speleologi della Slovenia che questa stagione hanno davvero dato il massimo, posto che lo scorso anno le condizioni di tempo impervie lo hanno impedito. Da qui la straordinaria scoperta dopo aver, finalmente, superato il difficilissimo 4° sifone: la Grotta di Postumia si snoda per ulteriori 3,5 km fatti di gallerie adesso misurate ed esplorate e che si direzionano proprio verso il Cavernone di Pianina.

L'impresa è stata alquanto complessa: gli speleologi, tutti in eccellente forma fisica, si sono dovuti immergere nei sifoni con un carico di 50 kg di attrezzature. Sott'acqua se non si è allenati le condizioni sono proibitive, basti pensare che non si riesce a vedere oltre i 50 centimetri. La caparbietà e la preparazione degli spelosub hanno così permesso di esplorare nuove sale che verranno però misurate in seguito nei dettagli. Quello che invece è apparso subito evidente è la ricca fauna acquatica delle caverne che consta anche di pesci all'interno dei laghetti a sifone.

L'esplorazione si è svolta in ambienti situati a circa 250 metri sotto la superficie. Ambienti particolarmente impervi, soprattutto quando si tratta di superare i sifoni. In un primo momento la direzione del percorso sembrava allontanarsi da quella del Cavernone, ma gli speleologi non hanno perso le speranze e hanno avuto ragione quando il percorso ha nuovamente seguito la direzione verso sud ovest. Ora manca il 5° sifone da esplorare per raggiungere finalmente il Cavernone di Pianina, in linea d'aria mancano circa 400 metri, ma sarà il programma della prossima spedizione.

Per questa volta ci si dovrà "accontentare" dei nuovi 3,5 km esplorati che si aggiungono al lungo percorso ipogeico già noto. Le Grotte di Postumia hanno ora una lunghezza di 24.120 km e si stima che, una volta esplorato il tratto finale, la lunghezza complessiva si aggirerà tra i 31 e i 35 km. Una volta che le due grotte saranno collegate questo impressionante sistema ipogeico sarà il più grande della Slovenia e tra i più lunghi d'Europa.
  •  

 Pubblicato da il 03/07/2015 - - ® Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close