Cerca Hotel al miglior prezzo

Roaming abolito in Europa: costo chiamate, SMS e connessione ad internet come in Italia

**** Aggiornamento 1 febbraio 2017
A metà giugno 2017 il roaming verrà abolito definitivamente! Finalmente è stato trovato l'accordo tra le tre principali istituzioni europee (Commisione, Consiglio e Parlamento) che hanno definito i prezzi all'ingrosso in materia, spianando di fatto la strada all'abolizione del roaming in Europa, che avverrà entro 4 mesi e mezzo. Finalmente potremmo avere delle vacanze in Europa senza stress di costi aggiuntivi per ricevere semplicemente delle chiamate telefoniche!
Fine aggiornamento ****

**** Aggiornamento del 27 ottobre 2015
Il Parlamento Europa ha ratificato l'azzeramento dei costi di roaming da giugno 2017. Dal 30 aprile 2016, il sovrapprezzo degli operatori dovrà essere limitato ai 5 centesimi al minuto per le chiamate, i 2 centesimi per gli sms e ancora i 5 per ogni megabyte di navigazione
Fine aggiornamento ****

Stanchi di pagare cifre folli con il telefono quando siete all'estero? Se anche voi siete tra quelli che si preoccupano di deselezionare la modalità roaming dati del proprio smartphone, abbiamo oggi una buona notizia: Tra due anni il roaming non esisterà più!

E' stato finalemente trovato l'accordo UE (dopo il nulla di fatto dello scorso anno) che ne ha stabilito l'abolizione a partire dal 15 giugno 2017, anche se già dalla fine di aprile del prossimo anno ci sarà un interessante taglio dei costi. Ciò vuol dire che chi si sposterà all'estero non dovrà più fare i conti con sovrapprezzi - spesso molto significativi - per poter chiamare, inviare SMS e connettersi all'estero.

Andrus Ansip, vicepresidente della Commissione dell'Unione Europea per il mercato unico digitale, ha sottolineato che una forte influenza nella decisione è arrivata dalle richieste dei cittadini europei, che desiderano la fine dei sovraccosti del roaming. Tale provvedimento sostiene anche l'accesso aperto a Internet, che secondo il commissario Guenther Oettinger è indispensabile per le imprese e per i consumatori nell'economia digitale e nella società europea.

Ecco, quindi, che fra due anni in tutta la UE i dati, gli sms e le chiamate costeranno come nel Paese da cui si proviene. Tutti i cittadini in possesso di un contratto telefonico che fa riferimento a una società europea all'estero pagheranno le stesse cifre che pagheranno nel Paese in cui vivono, sia per mandare messaggi, sia per telefonare, sia per navigare su Internet.

L'abolizione del roaming è il frutto di un compromesso che è stato ottenuto tra il Consiglio dell'Unione Europea, la Commissione Europea e il Parlamento Europeo: un compromesso che è giunto dopo anni e anni di ripensamenti, di trattative, di rinvii e di incontri. Nei prossimi mesi l'accordo, che ormai è definitivo, sarà ratificato dal Consiglio e dal Parlamento; quindi, verranno comunicate le linee guida che gli operatori telefonici saranno tenuti a seguire.

Vale la pena di mettere in evidenza che già negli ultimi anni il costo del roaming nella Ue era già diminuito, se è vero che dal 2007 a oggi le tariffe per la navigazione dati e per le chiamate sono scese dell'80%: un'attenzione particolare era stata riservata, per altro, al costo dei download, il quale è sceso del 91%. Ancora un attimo di pazienza, e per chi viaggia in Europa, quello del roaming sarà solamente un brutto e lontano ricordo...
  •  
close