Cerca Hotel al miglior prezzo

Easy Jet propone matrimoni in volo verso la luna di miele

La compagnia aerea britannica low-cost, easyJet, ha annunciato ieri la sua intenzione di organizzare cerimonie di matrimonio in volo, proponendo una nuova soluzione, con risvolti sia economici che nel sociale. EasyJet sta in effetti indagando la possibilità che i suoi piloti diventino autorizzati ad effettuare matrimoni durante i voli. Il piano dovrebbe vedere il capitano cedere i comandi al co-pilota, una volta in volo, al fine di poter officiare le nozze nella parte anteriore della cabina passeggeri.

Il risparmio di tempo per sposarsi in volo significherebbe che le coppie potrebbero sposarsi direttamente durante il trasferimento verso la loro destinazione per la luna di miele. La compagnia aerea ha annunciato che questo piano segue una ricerca interna che ha dimostrato che più e più persone sognano veramente di sposarsi in mezzo alle nuvole.

"Siamo entusiasti di questo progetto" ha dichiarato Paul Simmons, direttore generale regionale di EasyJet nel Regno Unito, durante una intervista al giornale The Guardian.

"Se c'è l'opportunità, i nostri piloti possano essere impiegati per sposare le coppie in aria. Le Future spose potranno pronuciare il fatidico 'lo voglio' direttamente sul volo da Londra Gatwick a Olbia, in Sardegna, ad esempio. E dopo il loro matrimonio ad un'altezza di 10.000 all'arrivo si troveranno direttamente in luna di miele".

Tuttavia la easyJet si troverà ad affrontare alcune sfide legali prima di poter iniziare a sposare le persone tra le nuvole. Nel Regno Unito la legge prevede che i matrimoni devono essere condotti in una struttura permanente e che non si muove, ed essere officiati da un sacerdote o registrati da un impiegato comunale.

Quello di Easyjet si tratta comunque di un approccio unico alla riduzione dei costi, visto che anche compagnie come United Airlines e Ryanair stanno cercando di applicare costi aggiuntivi, anche per i passeggeri in sovrappeso, il tutto per generare maggiori entrate: per la United Airlines, i passeggeri hanno ora l'obbligo di acquistare un secondo biglietto o passare alla Business Class, mentre la compagnia low cost Ryanair ha annunciato il mese scorso che sta cercando di introdurre una "tassa sui grassi".
  •  

 Pubblicato da il 07/05/2009 - - ® Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close