Cerca Hotel al miglior prezzo

I Dukes di Hazzard: In Tennessee i musei dedicati della serie tv americana

Difficile, quasi impossibile essere nati tra gli anni ’70 e ’80 e non avere mai visto almeno una puntata di “The Dukes of Hazzard”. La mitica serie tv americana, meglio nota come “Hazzard”, ha imperversato sulle televisioni di tutto il mondo tra il 1979 ed il 1985, quando è andato in onda il 147esimo e ultimo episodio della settima stagione di quello che con gli anni si è trasformato in un vero e proprio fenomeno di culto, non solo negli Stati Uniti, ma anche in Italia. A quasi trent’anni di distanza un po’ di nostalgia per Bo, Luke, Daisy, Zio Jesse, Cooter Davenport, Davis “Boss” Hogg, lo sceriffo Rosco Pervis Coltrane e l’immaginaria contea della Georgia è lecita, più che comprensibile. Ebbene, negli Stati Uniti hanno pensato bene di far rivivere le emozioni della serie inaugurando non uno ma addirittura due “Dukes of Hazzard Museum and Shops”, divenuti in breve tempo luoghi di pellegrinaggio per i nostalgici.

Sebbene siano trascorse tre decadi dall’epopea di Hazzard, tutti quanti ricorderete come l’omonima contea fosse stata collocata dagli sceneggiatori della serie in Georgia, nel sud-est del paese. Per questo lascia quantomeno stupiti conoscere la localizzazione di entrambi i musei, situati in Tennessee rispettivamente a Nashville, la capitale, e Gatlinburg, tra le Great Smoky Mountains of Tennessee. Poco male. Georgia e Tennessee sono confinanti e gli scorci che circondano i due “santuari” non differiscono di molto da quelli nei quali furono girati gli episodi.

A promuovere l’apertura di entrambi i Dukes of Hazzard Museum and Shops è stato niente meno che Ben Lewis Jones, meglio noto con il nome d’arte di Cooter Davenport, il meccanico dei Duke nonché l’unico estraneo alla famiglia ad avere il permesso a mettere le mani sulla mitica General Lee, la Dodge Charger del 1969 indiscussa protagonista di tutte le puntate della serie. Facilmente riconoscibili grazie alle enormi insegne dominate dalla scritta “Cooter’s”, i due edifici sono per metà musei e per metà negozi. Al loro interno sono esposte vaste collezioni di costumi originali, memorabilia, cimeli e oggetti di scena e si può acquistare ogni genere di gadget talvolta autografato dagli stessi attori.

A Nashville, nel parcheggio, sono a disposizione dei visitatori per foto ricordo quasi tutti i veicoli più importanti degli spettacolari inseguimenti in cui sfociavano le puntate; oltre al General Lee ci sono il Cooter’s Tow Truck, la Daisy’s Jeep e la Rosco’s Patrol Car. A Gatlinburg, invece, grandi e piccini possono divertirsi grazie alla pista di go-kart e al minigolf ricavato di recente all’interno dell’edificio.

Per maggiori informazioni potete cliccare www.cootersplace.com, il sito sul quale è anche possibile consultare il ricco calendario di eventi organizzati tra Nashville e Gatlinburg e addirittura scaricare alcuni brani collegati alla storia e ai personaggi della serie. Entrambi i Cooter’s Places sono aperti sette giorni su sette, ma ad orari differenti.

L’ingresso è consentito dalle 9.00 alle 20.00 da lunedì a venerdì, dalle 9.00 alle 21.00 il sabato e dalle 9.00 alle 18.00 la domenica; più tarda è la chiusura a Gatlinburg, aperto al pubblico da lunedì a sabato dalle 9.00 alle 21.00 e la domenica dalle 9.00 alle 19.00.
  •  

 Pubblicato da il 20/05/2016 - 13.750 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close