Cerca Hotel al miglior prezzo

Servizio taxi da e per l'aeroporto: dove costa meno e dove evitarlo

Pagina 1/2

Quando si organizza un viaggio, di certo, il costo del volo è il primo che viene preso in esame. A questo però, nell'ottica sempre più crescente del low cost, bisognerebbe sempre associare subito i costi dei mezzi di trasporto per raggiungere o lasciare l'aeroporto, dato che i prezzi possono variare tantissimo, da nazione a nazione. Molti voi sanno che utilizzare un taxi in Italia, per recarsi in aeroporto, può rivelarsi parecchio oneroso, ma il tutto va considerato tenendo conto che anche il costo dei parcheggi in aeroporto può essere una voce non indifferente del vostro budget di viaggio.

Recentemente una compagnia specializzata in cambi valuta, la Moneycorp, ha effettuato uno studio comparativo dei costi relativi ai taxi, da e per i principali aeroporti del mondo. Lo studio, molto interessante, rivela immediatamente quali sono gli aeroporti da evitare come servizio taxi, o viceversa aiuta ad identificare quelli in cui le auto gialle diventano particolarmente attraenti, per le tasche dei consumatori! Ecco allora qualche costo e consiglio per sapere quando e dove utilizzare un taxi per raggiungere un aeroporto!

Partendo dall'Italia possiamo dire che Malpensa è sicuramente uno degli aeroporti più cari dell'Europa, posizionandosi al 7° posto europeo per costo chilometrico, per quanto riguarda il servizio taxi. Partendo dal centro di Milano, il prezzo di una corsa raggiunge gli 80 euro circa, quindi con una tariffa chilometrica di circa 1,80 euro a km. Fortunatamente ora grazie al Malpensa Express i costi per raggiungere l'aeroporto sono stati ridotti, almeno per chi viaggia da solo. Il taxi può diventare interessante se si è in 3-4 persone, e quindi in numero sufficiente per ammortizzare i costi. Costi simili a quelli di Milano si trovano ad Oslo, per raggiungere l'aeroporto Gardermoen, ma si sa che la vita in Norvegia raggiunge i livelli più elevati dell'Europa, e per Milano un pareggio in tal senso, equivale ad una sconfitta.

Di certo il sondaggio Moneycorp rivela che i taxi più costosi al mondo, verso e da un aeroporto sono quelli di Tokyo: per raggiungere il Narita Airport dal centro (68 km) bisogna sborsare circa 240 euro, oltre 3,5 euro al km. Se pensate che il costo del treno, per lo stesso percorso è di soli 22 euro, il taxi diventa una soluzione veramente “pericolosa”, almeno per le vostre finanze.

Se in assoluto Tokyo batte ogni altra destinazione, a livello di tariffa chilometrica Copenaghen, in Danimarca non ha rivali: il suo aeroporto dista appena 8 km dalla città, e quindi il prezzo di una corsa, pari a 40 euro, si traduce in una tariffa chilometrica di ben 5 euro, circa il 40% in più di Tokyo. Altre località asiatiche invece risultano piuttosto economiche, come a Bangkok, Thailandia dove una corsa taxi all'aeroporto costa intorno ai 7 euro, oppure a Nuova Deli la capitale dell'India, dove si spendono appena 3,5 euro per una corsa.

Se ci spostiamo nelle Americhe si passa dai 10 euro circa di Rio de Janeiro, ai 18 euro di Buenos Aires (equivalenti in termini di tariffe chilometriche con 0,5 euro a km), fino ad arrivare ai 35 euro di San Francisco (€ 1,67/km) ed ai quasi 50 euro a New York City (Newark) dove per ogni chilometro spendete circa 1,90 euro, quindi poco più che Malpensa. Il primato del low cost in Europa spetta però a Sofia, la capitale della Bulgaria: il costo di un taxi da centro città all'aeroporto costa meno di 3 euro!

Qui di seguito riportiamo la classifica delle 15 città con le tariffe taxi (per l'aeroporto) più elevate, in base al costo chilometrico (fonte Moneycorp):

1 Copenaghen

 Pubblicato da il 29/04/2013 - 5.735 letture - ® Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close