Cerca Hotel al miglior prezzo

Parco Augusto: a Terme Vigliatore il grande complesso termale

Con una storia millenaria da raccontare, che risale al tempo dei romani, il Parco Augusto offre cure idropiniche, stabilmento termale e un centro benessere serviti da un Grande Hotel Terme.

Parco Augusto rappresenta il complesso ricettivo e termale di Termini Vigliatore, località turistica affacciata sul Golfo di Tindari rinomata come meta per le vacanze estive grazie alle sue spiagge ed al mare. Il Parco termale si colloca leggermente nell’entroterra rispetto al lido, un paio di km di distanza dal lungomare, esattamente nel cuore del paese e a pochi passi dalla Stazione F.S. grazie alla quale l’impianto risulta ottimamente collegato con tutto il resto della Sicilia.

La tradizione termale di questa zona é antichissima, come testimoniato dal nome della città (‘termini’ significa ‘terme’) e soprattutto dall’uso ininterrotto che la sorgente termale Fonte di Venere riceve da oltre duemila anni.

Il complesso alberghiero-termale si estende su un’area di ben 35.000 mq e comprende ben due strutture ricettive, ovvero il Grand Hotel Terme (quattro stelle superior) ed il Terme Park Hotel (tre stelle), oltre al Centro benessere Maurice Mességué, al Centro Termale Fonte di Venere e al Lido Baia di Venere, la spiaggia privata da cui si ammirano le isole Eolie.
L’ingresso al Centro Termale ed agli impianti Wellness&Spa é aperto non solo ai clienti dell’hotel ma anche ai visitatori di passaggio.

Acque e trattamenti termali

Gli impianti termali di Parco Augusto sono alimentati dalle acque della sorgente Fonte di Venere che sgorga in superficie alla temperatura di 32,6 gradi. Classificata come sulfurea e bicarbonato alcalina, presenta una peculiarità molto rara a trovarsi: grazie alla sua composizione fisico-chimica, che deriva dai terreni di sabbia e arenarie attraverso i quali filtra in superficie, é una delle pochissime acque sulfuree in Italia ad essere utilizzabile come bibita termale nell’ambito dei classici trattamenti idropinici, grazie ai quali vengono curate soprattutto malattie dell’apparato digerente, del fegato e delle vie biliari. Tali acque trovano tuttavia applicazione anche contro numerose altre patologie come le malattie circolatorie, dell’apparato locomotore, delle vie respiratorie e ginecologiche. In tali casi, le acque della Fonte di Venere si prestano all’uso sotto forma di bagni terapeutici, fanghi, irrigazioni vaginali, politzer crenoterapico, humage, inalazioni caldo-umide, neublizzazioni ed aerosol (ovvero le classiche inalazioni O.R.L. nel loro complesso).

Il centro termale mette a disposizione una piscina coperta aperta tutti i giorni dell’anno e suddivisa in tre aree distinte: una con lettini idromassaggio e cascata per il massaggio dorsale e cervicale, una vasca idromassaggio, ed una con percorso Kneipp che alterna acqua calda e fredda. Tale piscina si presta a numerosi utilizzi, come il nuoto libero, il rilassamento muscolare cervico-sacrale sotto i getti, la migliorazione della circolazione della gambe grazie al camminamento Kneipp ed il benessere della schiena grazie all’angolo idromassaggio lombare.

Particolarità di Parco Augusto é quella di essere esclusivista per Sicilia e Calabria dei Centri di Cura col metodo Mességué, che armonizza percorsi di cura e disintossicazione dell’organismo basati sulle erbe e sui trattamenti naturali come l’idroterapia alla dietetica ed alla fisioterapia.

Parco Augusto comprende al suo interno anche il Centro Benessere Termale denominato Spa Aphrodite, che propone i trattamenti estetici eseguiti con l’applicazione di soli prodotti Maurice Mességué. Esso propone trattamenti di bellezza per il corpo, il viso e le mani oltre ad una gamma completa di massaggi. Il centro fitness annesso, infine, mette a disposizione una palestra attrezzata per la riabilitazione motoria, in cui i pazienti sono coadiuvati da terapisti e personal trainer su richiesta.

Storia dello stabilimento termale

Gli scavi arechgologici effettuati nell’area ci permettono di dire con sicurezza che la sorgente termale Fonte di Venere era già utilizzata in epoca romana, cioé più di duemila anni fa: i resti dell’imponente villa romana rinvenuta nel 1953 in località San Biagio, mostra infatti un complesso sistema di canalizzazioni e rovine di un tepidarium che dovevano servire agli aristocratici del tempo di usufruire delle calde acque sorgive locali. La villa risale al I secolo a.C. e assume per questi motivi il significativo nome di Villa delle Thermae.
Notizie certe dello sfruttamento delle sorgenti termali si hanno invece a partire dal 1643, anno in cui le vasche utilizzate per i bagni curativi vengono concesse per lo sfruttamento dal re Filippo III di Spagna al Comune di Castroreale (da cui si distacca in seguito Terme Vigliatore come Comune autonomo).

Informazioni utili per visitare le terme

Indirizzo, telefono, sito ufficiale
Viale delle Terme, 85, Terme ME, Italia

tel. +39 090 978 1078
Maggiori info: sito ufficile - Prenota online un soggiorno alla terme

Come arrivare

In auto Parco Augusto è particolarmente comodo da raggiungere, dato che dista meno di cinquanta km da Messina, cui è colegato tramite la Statale litoranea, la medesima chen collega lo stabilimento termale anche a Palermo, in circa un paio d'ore. Da Catania, allo stesso modo, si prende la statale litoranea 114 fino a Giardini Naxos, dove si devia per l'entroterra fino a destinazione, con un tempo di percorrenza di circa due ore e un quarto, anche la via più rapida rimane quella che passa per Messina (sebbene un pò più lunga). Coi mezzi pubblici, si consiglia il treno regionale della linea ferroviaria che collega Messina a Palermo: da entrambi i capoluoghi di può infatti raggiungere la stazione FFSS di Terme Vigliatore che dista appena duecento metri dallo stabilimento termale.
14 Novembre 2019 La Mostra sul giovane Rembrandt a Leida ...

“Young Rembrandt - Rising Star” è il titolo della mostra ...

NOVITA' close