Cerca Hotel al miglior prezzo

La sorgente Tre Fontane alle Terme di Sepinia in Molise

Terme Sepinia servito dalla celebre sorgente Tre Fontane, ideale per chi soffre di calcoli renali. L'acqua oligominerale sgorga da un temperatura di circa 10 C ed ideale per le cure di tipo idropinico.

Terme Sepinia è attualmente l’unico stabilimento termale del Molise, cioè l’unico impianto ad impiegare acqua medicamentosa che sgorga da una sorgente naturale. A differenza di molti prestigiosi centri Spa della regione quali Fonte del Benessere a Castelpetroso ed il Centro Phisiothermale Balneoli annesso al complesso Domus Aurea di Bagnoli del Trigno, che arricchiscono e riscaldano le acque per i rispettivi trattamenti wellness e di remise-en-forme, lo stabilimento di Sepino impiega le abbondanti acque che già secoli prima dell’avvento degli antichi Romani erano conosciute come ricche di virtù terapeutiche. Attualmente lo stabilimento sembra chiuso al pubblico.

Lo stabilimento si trova a circa 700 metri di altezza, nell’ambito del complesso montuoso del Matese che domina la valle del Tammaro, a pochi passi dal centro storico, in Contrada Pilone, località intermedia fra quelle di Macchie e Piana d’Olmo. Fa parte di un vasto complesso che comprende anche l’adiacente e lussuosa struttura ricettiva del Park Hotel Tre Fontane il cui Centro Benessere è dotato di sauna e idromassaggio, mentre l’impianto termale è più specificamente indirizzato alla somministrazione di trattamenti terapeutici.

Caratteristica indiscutibile di una vacanza alle Terme di Sepino è la possibilità di ritemprarsi nel verde e nella tranquillità, abbinando i trattamenti termali ad un paesaggio bucolico, a ritmi di vita lenti e non stressanti, grazie all’assenza di inquinamento e di rumori. Il vasto territorio incontaminato nei dintorni dello stabilimento completa la sua offerta di attrazioni per il migliore recupero psico-fisiologico con le specialità enogastronomiche soprattutto casearie ed una serie di attrazioni turistiche di grande suggestione.

Storia dello stabilimento termale

Grazie ai rinvenimenti archeologici sappiamo oggi che le acque sorgive di Sepino erano già diffusamente impiegate in epoca pre-romana, quando la zona era abitata da popolazioni di ceppo sannitico. Le più importanti testimonianze sull’uso delle fonti locali, anche ad uso termale, si ha però in epoca romana, periodo al quale risale uno dei siti archeologici meglio conservati in Italia, cioè quello dell’antica Saepinum scoperto in località Altilia. Risulta ancora oggi possibile individuare all’interno delvasto insediamento millenario i resti di ben tre strutture termali, una destinata ai bagni pubblici, ed altre due invece annesse ad abitazioni private.

Acque e trattamenti termali

Lo stabilimento è alimentato dalle acque che sgorgano dalla famosa sorgente Tre Fontane, che dà ancora oggi il nome alla via in cui si colloca il complesso e lo deriva a sua volta dalle tre cannelle da cui scaturisce da ecoli per il consumo quotidiano da parte della popolazione. Il suo pregio coma acque da bere è tale che fino ad anni recenti era uso offrire il primo bicchiere di acqua al viandante o all’ospite che arrivava a Sepino come forma di cortesia e di accoglienza. Si tratta di un’acqua oligominerale che sgorga alla temperatura costante di 9,9 gradi e possiede un elevato potere curativo contro la calcolosi e le infiammazioni del sistema urinario.

Viene quindi impiegata soprattutto come bibita termale nell’ambito della cura idropinica, nondimeno viene usata anche per la balneoterapia e nell’ambito di trattamenti estetici corpo e viso. L’acqua curativa di Sepino presentano inoltre tracce di selenio, bicarbonato e silicio, e sono quindi adatte soprattutto per il recupero muscolare degli sportivi e degli adolescenti.

Oltre a facilitare la diuresi e l’espulsione degli acidi urici, in casi come la gotta o l’iperuricemia, questa oligominerale favorisce i processi digestivi, cura le affezioni del sistema gastro-intestinale e regola le disfunzioni del ricambio nei tessuti cellulari. Captata a monte della sorgente dalla falda profonda, l’acqua Tre Fontane viene anche imbottigliata come acqua da tavola con il marchio Sepinia, e come tale è ottima per l’uso quotidiano, grazie al quale si ottiene anche un efficace riequilibrio fisiologico nei soggetti che soffrono di eccessiva sudorazione.

Informazioni utili per visitare le terme

Indirizzo, telefono, sito ufficiale
Contrada Piana D'olmo, 1, 86017 Sepino CB

tel. 0874 790023
www.sepinia.it


Come arrivare
I punti di riferimento migliori per arrivare a Sepino sono Napoli e Foggia, entrambe raggiungibili anche in aereo oltre che in bus/treno. Chi viaggia in auto o con un mezzo di spostamento autonomo, raggiunge Sepino da Foggia percorrendo la Statale 17 dell’Appennino Abruzzese in circa un’ora e mezza, e da Napoli usando la Statale 7 Appia fino a Grottaminarda quindi la Statale 87 Sannitica, per un tragitto totale di poco meno che dure ore. Coi mezzi pubblici invece, da Napoli si arriva prima a Isernia in treno e poi a Sepino in autobus con cambio a Bojano; da Foggia, si prende il treno fino a Termoli, quindi il bus fino a Campobasso dove si effettua il cambio per prendere il bus che raggiunge Sepino.