Cerca Hotel al miglior prezzo

Lo Stabilimento termale di Terme Lucane a Latronico

Le Terme Lucane in Basilicata si trovano a Latronico in provincia di Potenza. Sono note per due sorgenti minerali a temperatura medio-bassa ed offrono tutte le tipologie di cure e terapie termali, compresi i fanghi.

Le Terme Lucane di Latronico sono uno dei due soli stabilimenti termali della Basilicata, e si trovano nella parte meridionale della provincia di Potenza, ma più vicine al confine con la Calabria e con la Campania, distanti soltanto 10 kilometri, che al capoluogo che dista invece più di 100 kilometri.

Collocate nel contesto del Comprensorio Ecologico Termale Pollino-Sirino-Maratea, sono meta ideale di vacanza e di villeggiatura per chi ama la natura e desidera abbinare il relax ed il benessere che deriva dall’acqua termale alle molte occasioni divertimento e di svago dei dintorni, come la stazione sciistica del Monte Sirino o il mare di Maratea e Sapri.

Il complesso delle Terme Lucane si trova all’interno di un vasto parco in cui la natura contribuisce a corroborare gli effetti terapeutici delle acque salutifere grazie all’assenza di rumori, di inquinamento e di ritmi stressanti.

Storia dello stabilimento termale

In base agli scavi archeologici effettuati nei primi anni del Novecento nelle grotte di Calda, che si trovano nelle immediate vicinanze delle sorgenti termali, e che hanno portato alla luce numerose offerte votive, è ragionevole supporre che le acque salutifere fossero già conosciute ed apprezzate sin da epoca preistorica, e sarebbero pertanto divenute oggetto di un apposito culto che impiegava le cavità naturali delle vicinanze come sorta di “templi” primitivi.
La prima menzione scritta risale però alle Testimonianze del dott. Michele La Cava su “I bagni di Latronico” del 1732, in cui lo studioso afferma che: “Sono ancora in questo territorio nel luogo chiamato Calda varie acque minerali, che i paesani a guarire vari mali credono buone” mentre nel 1824, nel “Calendario per l’anno Bisestile 1824”, viene riportata: “Scaturiscono dal luogo detto Calda molte polle di acqua minerale le quali contengono principi di gas carbonico, di gas idrogeno solforato, di carbonato di magnesia, di carbonato di calce e di terra silicea”.

Le prime analisi di rilievo scientifico si devono al noto medico Grocco e risalgono al 1842 mentre le prime analisi chimico-fisiche arrivano nel 1899 e sono dovute al prof. Bartolomeo Gosio il quale riporta la credenza comune che le acque affioranti in contrada Calda fossero ricche di zolfo, per il forte odore di uova marce che la gente del posto ben conosceva da secoli.

Acque e trattamenti termali

Delle tre sorgenti presenti presso la “Calda di Latronico” vengono attualmente sfruttate dallo stabilimento termale soltanto due, cioè la Grande e la Piccola, entrambe classificate quali acque medio minerali e ipotermali in quanto sgorgano in superficie ad una temperatura di 22 gradi. Mentre l’acqua della sorgente Grande risulta bicarbonato calcica, quella della Piccola è invece bicarbonato calcica sulfurea, ed in entrambe si trovano tracce di bromo, iodio e litio.

Con l’impiego di questa acque termali vengono somministrati presso Terme Lucane praticamente tutti i cicli di terapie termali esistenti. Si possono infatti fare sia i classici trattamenti di balneoterapia, soprattutto contro le malattie della pelle, di cura inalatoria contro le malattie delle vie respiratorie, e di cura idropinica per le dispepsie di origine biliare e gastroenterica che trattamenti più particolari come le insufflazioni endotimpaniche contro la sordità rinogena, la ventilazione polmonare contro la bronchite cronica e i trattamenti di idromassaggio e idrokinesi in vasche deambulatorie per i postumi di flebopatie di tipo cronico.

Caratteristica delle Terme Lucane e delle sue acque è proprio quella di consentire la cura di quasi tutte le patologie del corpo umano, rappresentando una sorta di “toccasana” naturale efficace contro malattie delle vie respiratorie, artroreumatiche, epatobiliari e gastroenteriche, problemi della circolazione sanguigna e flebologici. Attualmente, e da anni recenti, sono impiegate anche per trattamenti estetici, soprattutto per quanto riguarda interventi anti-cellulite con uso di fango termale.

Informazioni utili per visitare le terme

Indirizzo, telefono, sito ufficiale
Contrada Calda, 85043 Latronico PZ

tel. 0973 859238
www.termelucane.it/

Come arrivare
Considerata la scarsità di collegamenti pubblici nella provincia di Potenza, il modo migliore di raggiungere Latronico e le sue terme è raggiungere in aereo gli scali di Capodichino a Napoli o quello di Lamezia Terme in Calabria. Nel primo caso, si percorre per due ore e un quarto l’Autostrada A3 fino allo svincolo di Pecorone, che dista poche centinaia di metri dalle Terme Lucane. Anche da Lamezia si percorre l’Autostrada A3 fino alla medesima uscita, con un tempo di percorrenza leggermente inferiore (poco più di due ore).