Cerca Hotel al miglior prezzo

Lo Stabilimento termale Oniro Terme a Bognanco in Piemonte

Le Terme di Bognanco in Piemonte offrono tre sorgenti di acqua minerale, ottime da bere ma che vengo scaldate ed utilizzate per la piscina delle Oniro Terme e per trattamenti salutari con sauna e bagno turco.

Lo stabilimento termale Oniro di Bognanco, in Piemonte, è un centro curativo che sfrutta le sue tre sorgenti di acqua minerale naturale di alta montagna sia per l’imbottigliamento di acque da tavola che come fattore curativo per i trattamenti terapeutici somministrati presso i locali impianti termali. E’ famosa da oltre centro anni soprattutto per le peculiari qualità delle sue acque sorgive che sgorgano naturalmente effervescenti e sono particolarmente indicate, per la gradevolezza al palato e la speifica composizione chimica, come bibita termale per cure idropiniche volte a risolvere disturbi digestivi e renali, come ad esempio la classica calcolosi.

Le terme di Bognanco di trovano a circa sette chilometri da Domodossola, nel nord del Piemonte e quasi al confine della Svizzera, in un contesto di alta montagna ricca di verde e di corsi d’acqua che rappresenta una delle più vaste ed incontamintate distese naturali di tutta Europa.

Storia dello stabilimento termale

Le terme di Bognanco vantano una storia di benessere lunga oltre 150 anni, dato che la scoperta delle fonti che ancora oggi alimentano gli stabilimenti risale al 1863, anno in cui una donna del luogo, dissetandosi alla fonte San Lorenzo rilevò l’intenso pizzicore delle acque sorgive, tanto da pensare che scaturisse dalla roccia non acqua ma acquavite.

A beneficiare di questa osservazione fu il suo confessore, don Tichelli, che ottenuta la confidenza sullo strano accadimento dalla donna, pensò bene di acquistare il campo in cui la fonte sgorgava, individuandone altre in seguito e iniziando lo sfruttamento commerciale della cosidetta “Acqua Gazosa di Bognanco” con la sua soietà Tichelli & C..

Il primo trentennio del Novecento è il periodo di maggior splendore per Bognanco, che diventa un centro termale rinomato, grazie alla costruzione di un complesso termale e numerosi alberghi ed alla sua qualità di piacevole centro di villeggiatura estivo. Nel 1929 l’acqua termale di Bognanco diventa inoltre la prima ad essere imbottigliata con procedimento completamente automatizzato. Gli impianti dedicati ai trattamenti termali sono stati completamente rinnovati in anni recenti, fra il 2005 ed il 2011.

Acque e trattamenti termali

Lo stabilimento termale di Bognanco è alimentato da tre differenti sorgenti di acqua minerale naturale: la fonte Ausonia, la Gaudenziana e la San Lorenzo, da cui deriva l’acqua Lindos. L’acqua della sorgente Ausonia è mediominerale, ed è classificata come bicarbonato alcalino terrosa e ipotermale, in quanto sgorga in superficie alla temperatura di 11,3 gradi.

Particolarmente ricca di bicarbonato, stimola la secrezione gastrica favorendo la digestione e diminuendo l’incidenza di bruciori di stomaco. Viene captata all’interno di una galleria di 50 metri scavata nella roccia in cui sgorga naturalmente effervescente ad un altitudine di 700 metri. L’acqua Gaudenziana sgorga ad un altitudine di 1200 metri e si caratterizza per essere molto leggera e particolarmente povera di sodio, risultando dunque ideale nella cura delle patologie renali e delle vie urinarie grazie al notevole stimolo della diuresi. Possiede inoltre una intensa efficacia antinfiammatoria e nella prevenzione dei calcoli renali.

L’acqua Lindos sgorga ad oltre 900 metri di altitudine dalla fonte San Lorenzo, e viene classificata per la sua composizione come minerale e bicarbonato alcalino terrosa carbonica e ferruginosa. Nasce frizzante grazie alla presenza alla fonte di anidride carbonica libera ed è molto ricca di oligoelementi benefici quali magnesio, solfato e calcio.

Lo stabilimento termale Oniro, aperto tutto l’anno, utilizza tali acque minerali in primo luogo per la somministrazione delle classiche terapie termali, quali prima di tutte l’idropinoterapia, e poi le cure inalatorie e l’aerosol, tutte effettuabili in convenzione con il Servizio Sanitario Nazionale.

Nel parco termale le sessioni di assunzione delle bibite termali avvengono ancora oggi nello storico padiglione d’epoca risalente ai primi del Novecento, ed è inoltre disponibile una piscine con acqua termale Gaudenziana riscaldata a 32 gradi provvista di idromassagio, getti per il massagio dorsale e cervicale e vasca per i bambini. E’ inoltre possibile usufruire dei servizi di bagno turco con vapore termale alla temperatura di 42 gradi, docce emozionali con aromaterapia e cromoterapia, che si svolgono attraverso tre differenti tipologie di getto, cioè pioggia tropicale, doccia micronizzata e doccia massaggiante con caduta a cascata, e infine sauna finlandese.

Particolarmente interessante l’esclusivo massaggio ad acqua Spastream, unico in tutta Italia, che produce effetti anti-stress, anti-age ed anti-cellulite, attraverso 1200 getti d’acqua che, programmati elettronicamente, sono in grado di unire i benefici nel massaggio manuale a quelli della tradizionale “doccia di Vichy”.

Informazioni utili per visitare le terme

Indirizzo, telefono, sito ufficiale
P.le Rampone, 10, 28842 Bognanco VB

tel. 0324 234137
bognanco.it


Come arrivare
Il primo punto di riferimento per Bognanco è il locale capoluogo, cioè Domodossola, che si raggiunge sia percorrendo la Strada Statale 33 con un mezzo proprio o in bus da Novara, oppure in treno grazie alla linea che collega la città con Novara. Una volta a Domodossola, chi si sposta in auto, ma anche in moto e camper può proseguire fino a destinazione nel tempo di un quarto d’ora coprendo i circa dieci km di strada che seguono esattamente il corso del fiume. Chi invece viaggia coi mezzi pubblici dovrà prendere il pullman di linea della Comazzi Bus in partenza ogni tre ore, che arriva a destinazione in venti minuti con fermata a Gabbio.
27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close