Cerca Hotel al miglior prezzo

Il Castello di Grazzano Visconti: storia e leggende

Il Castello di Grazzano Visconti non visitabile ma ha una lunga storia da raccontare, con leggende e storie di fantasmi.

Stesa la potente mano, la famiglia Visconti è giunta anche a Vigolzone, borgo ameno della provincia di Piacenza in Emilia-Romagna.

Qui nel 1395, il duca e signore di Milano Gian Galeazzo Visconti permise alla sorella Beatrice - consorte del nobile piacentino Giovanni Anguissola - di far erigere un maniero entro i confini della proprietà conosciuta come Grazzano Visconti (oggi frazione del comune), sicché oggi quel che ci è sottoposto al giudizio oculare si rivela essere un sontuoso e robusto castello ottimamente conservato, organizzato su pianta quadrata con quattro torri angolari, due a base quadrata e le restanti a base circolare.

L’immancabile fossato che lo contiene, tipico elemento medievale, pare uno dei tanti classici tratti della rocca asservita agli intenti difensivi della fazione ghibellina in un periodo di aspre contese, giustizie sommarie, battaglie e duri scontri per il dominio di Piacenza.

Storia del Castello

Quel che si può ora osservare è il frutto di alcuni graduali rifacimenti apportati a partire dall’anno 1698, modifiche che, tuttavia, non hanno stravolto la struttura migliorandola notevolmente più che altro per incentivare la resistenza al tempo, obiettivo palesemente conseguito.

Gli interventi più massicci e invasivi avvennero nei primi anni del ‘900 a opera del duca Giuseppe Visconti di Modrone che, insieme all’architetto Alfredo Campanini, riconcepì i numerosi spazi, l’ubicazione delle sale e la volumetria complessiva dell’edificio con attenzione rivolta al parallelo consolidamento del corpo di fabbrica, al cui interno colpisce la scenografia sobria ma efficace della corte quadrata coronata dai porticati sormontati da corpi di collegamento pronunciati come finestrature e ballatoi esterni.

Inoltre, il duca si curò non soltanto del restauro del fortilizio, ma perfino di quanto esisteva intorno al maniero, dando un nuovo assetto all’abitato e trasformandolo in un peculiare borgo medievale - oggi pieno di botteghe specializzate principalmente nella vendita di souvenir e oggettistica varia - i cui punti di riferimento furono da quel preciso momento il castello stesso e la piccola Chiesa di Sant’Anna, seicentesca cappella viscontea utilizzata a scopo privato.

La leggenda e il fantasma del Castello

Come vuole la tradizione, anche il Castello di Grazzano Visconti accoglierebbe uno spirito inquieto, nella fattispecie il fantasma di Aloisa, dama sposata a un capitano militare che, ripetutamente tradita, perì di gelosia e sofferenza, diventando paradossalmente la protettrice degli innamorati. Il suo ritratto, che a quanto si dice fu da lei stessa disegnato attraverso la mano del duca Giuseppe – appassionato di esoterismo e riconosciuto medium – ha dato spunto alla creazione di numerose statue cui i visitatori della rocca rendono omaggio offrendo fiori all’icona dell’amore sfortunato.

Informazioni utili per visitare il Castello

Il Castello, sebbene di proprietà privata, è unicamente prenotabile per eventi particolari e ricevimenti ma non è visitabile.

Castello di Grazzano Visconti
Dove: Viale del Castello, 2 – Grazzano Visconti, Vigolzone (PC)
Orari: non è possibile visitare il castello
Contatti: Noctua srl tel. 0523/870136 o cell. 340/7634208, mail cipriani@noctua.it o info@castellodigrazzanovisconti.it
Informazioni per ricevimenti: tel. 0523/870151 o cell. 335/7502998, mail c.savi@castellodigrazzanovisconti.it

Orari apertura del parco: dal 18 marzo al 30 giugno e dal 10 agosto al 17 novembre, con visitew guidate il sabato alle ore 15.00 e alle ore 16.30, domenica e festivi alle 11.15 – 15.00 – 16.30
Sito ufficiale: www.castellodigrazzanovisconti.it
Costo biglietti: € 7.00 intero, € 4.00 bambini dai 5 ai 14 anni, € 6.00 over 65, € 5.50 gruppi

Come arrivare
La frazione di Grazzano Visconti nel comune di Vigolzone è distante da Piacenza ca. 12 km e può essere raggiunta tramite l’Autostrada A1 o la A21 uscendo a Piacenza sud per poi imboccare la tangenziale con le indicazioni per “stadio” che introducono in SP 654 in direzione Valnure – Bettola – Grazzano Visconti.

 Pubblicato da il 13/11/2017 - 335 letture - ® Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close