Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Giardini Vermanes

Vermanes Park, visitare i giardini più antichi di Riga

Pagina 1/2

I giardini Vermanes (in lettone Vermanes dārzs) sono il più antico giardino pubblico di Riga, la capitale della Lettonia, e probabilmente il più frequentato e amato dai suoi cittadini. Posizionato proprio nel cuore della città, è pulitissimo e pieno di panchine, indubbiamente uno dei luoghi in cui potete rilassarvi se non avete voglia di visitare i tanti musei cittadini e volete invece mescolarvi con le coppie di tutte le età, le famiglie coi bambini, i pensionati e gli scattinatori che vengono a godersi nel verde le belle giornate di sole.

Originariamente nati col nome tedesco di Wöhrmann Park, vennero fatti fatti realizzare nel 1814 dal Governatore Generale della Livonia, l'italiano Filippo Paulucci, militare di successo, e poi ampliati con finanziamenti e terreni donati da Anna Gertrude Wöhrmann, la ricca madre del Console Prussiano Johann Christoph Wöhrmann. La nobildonna donò il parco alla città a patto che non fosse mai diviso e lasciato sempre aperto al pubblico. Vermanes non è altro che la traslitterazione lettone.

Appena due anni dopo venne distrutto da un un incendio durante l'invasione francese della Russia, prima dell'assedio di Riga. Nel giugno del 1817, dopo lavori di sistemazione e l'aggiunta di alberi esotici, un roseto e un ristorante, venne inaugurato con grandi festeggiamenti. Qualche anno più tardi fu eretto un obelisco di granito in memoria postuma di Anna Wöhrmann, poi smantellato prima della Seconda Guerra Mondiale e ricostruito nel 2000.

A partire dal 1881, il direttore decise di espandersi e cominciò a includere parte dei territori confinanti, parte di essi appartenenti al Seminario Greco-ortodosso. I nuovi spazi vennero arricchiti con elaborati giardini e l'aggiunta di nuove piante e arbusti esotici. Ora i Giardini Vermanes comprendono una superficie di circa 5 ettari, ideali per passeggiate romantiche o se volete fare un po' di running anche se siete in viaggio. È possibile noleggiare una piccola barca per 15 € a persona e fare una piccola crociera nel canale che lo attravversa, tra il verde, i piccoli ponticelli e i bei edifici che si affacciano sull'acqua, della durata di circa 45 minuti.
... Pagina 2/2 ...
Gli spazi verdi sono arricchiti da diverse sculture fra le quali spiccano un maestoso leone di pietra, la Fontana delle Quattro Stagioni e statue di personaggi famosi della Lettonia.
Se amate gli scacchi, qui troverete pane per i vostri denti. I praticanti di questo gioco, da sempre popolare nei paesi che hanno fatto parte dell'Unione Sovietica perché amato da Lenin e considerato uno strumento della propaganda, saranno lieti di accogliervi per qualche partita ma il livello non è basso quindi fatevi avanti se sapete di poter dare filo da torcere.

D'estate i bambini possono giocare nei numerosi parchi giochi mentre gli adulti possono fruire di concerti di bande locali o balletti, in particolare a metà agosto quando durante il Riga City Festival le piccole piazze e i sentieri del parco diventano un palcoscenico all'aria aperta. Il parco è dotato di connessione wi-fi e sono molti quelli che ne approfittano per rilassarsi ascoltando musica o guardandosi film sui propri dispositivi, magari dondolandosi su un'amaca.
D'inverno le rigide temperature non scoraggiano i locali che trovano i giardini anche più affascinanti che durante la bella stagione, quando le nebbie li fanno sembrare un bosco di qualche favola gotica e diventa il luogo ideale in cui erigere giganteschi pupazzi di neve.

 Pubblicato da il 06/08/2015 - 1.213 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close