Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Viktualienmarkt

Viktualienmarkt, tra i banchi del famoso mercato a Monaco di Baviera

Pagina 1/2

Qui le uniche cose che contano sono la genuinità e la freschezza. D’altronde quest’antica parola significa “cibi freschi”. Siamo nel cuore di Monaco di Baviera dove, non lontano da Museumsinsel che sorge su un’isola del fiume Isar, si trova il Viktualienmarkt, il più famoso mercato permanente di generi alimentari della città.

In questa istituzione, considerata un vero e proprio unicum in Germania, si trovano pane, latte, burro e formaggi della Baviera così ricca di specialità locali. Ma anche carne, salsiccia, cacciagione, pesce e pollame oltre a spezie, in nessun altro mercato così fresche. Frutta, verdura e addirittura 25 diversi tipi di patate. Senza dimenticare un vasto assortimento di frutti esotici, forse uno dei migliori offerti su tutto il territorio del paese.

Ma ciò che qui non manca è soprattutto la quintessenza della gioia di vivere tipica di Monaco a metà strada fra lo stile rustico e il lusso, il nord e il sud, la cultura e il consumismo, la birra e la tecnologia. Nel cuore di questa città c’è il luogo in cui Monaco è ancora un grosso paese.

Negli ultimi decenni, Munchen si è guadagnata molti appellativi, alcuni lusinghieri e altri meno, fra cui “Atene sull’Isar”, “Roma tedesca” e “capitale ombra della Germania” che danno un’idea ben precisa delle sue varie facce. Il soprannome più recente però, “paese di un milione di abitanti”, che anche i bavaresi sembrano aver adottato di buon grado, spiega come gli abitanti di questa metropoli abbiano la sensazione di vivere in realtà in un paesino di campagna.

Ecco allora che il Viktualienmarkt, a pochi passi da Marienplatz e dalla chiesa di San Pietro, diventa il mercato alimentare per eccellenza, uno dei pochi assieme a quelli di Wiener Markt e Elisabethplatze ad essere aperto dal lunedì al sabato per offrire ai compratori prodotti freschi provenienti dalle campagne.

Un tempo lo si conosceva semplicemente come mercato verde o piazza mercato mentre l’attuale nome risale solo al XIX° secolo quando la borghesia bavarese iniziò a latinizzare molti termini tedeschi.

Con i suoi oltre 22 mila metri quadrati, il “mercato delle vettovaglie” ospita circa 140 banchi di cui molti a gestione famigliare che di generazione in generazione si sono passati la licenza di vendita. In funzione da più di due secoli, è aperto al pubblico dalle 7 alle 19 anche se al sabato alcuni venditori possono decidere di anticipare la chiusura di un paio di ore.

A inaugurarlo il 2 Maggio 1807 fu Max Joseph, quel Massimiliano Giuseppe primo re di Baviera dal 1805 e per i vent’anni successivi. A quel tempo lo spazio destinato al mercato era decisamente più ristretto rispetto a quello odireno perché parte dell’area era occupata dall’ospedale dello Spirito Santo. Demolita la struttura nel 1885, il mercato si ingrandì permettendo così a nuovi commercianti di aggiungersi a quelli già presenti.
... Pagina 2/2 ...
Durante il secondo conflitto mondiale i bombardamenti che colpirono Monaco danneggiarono notevolmente anche il Viktualienmarkt che però già pochi anni più tardi tornò ad essere una delle aree mercatali più frequentate dai bavaresi e poi dai turisti.

Dal 1953 questo mercato ha iniziato anche ad essere abbellito con graziose fontane di acqua potabile dedicate a personaggi del cinema e del teatro fra cui Karl Valentin, Weiß Ferdl, Liesl Karlstadt, Ida Schumacher e Roider Jackl.

Passeggiare fra le bancarelle alla ricerca di qualche tipico prodotto bavarese (se potete acquistate vini e formaggi locali da portarvi a casa, non ve ne pentirete!) o anche solo per curiosare fra la ricca varietà di frutta e verdura esposta in modo ordinato sui banchi tutti verde scuro è un’esperienza da non perdere. I prezzi non sono propriamente bassi ma la qualità è davvero eccellente. Qui vedrete anche i bavaresi fare la spesa giornaliera con i loro cestini in vimini traboccanti di carni e ortaggi ma anche di fiori recisi presenti in una varietà a dir poco sorprendente.

Se poi l’orario è quello dell’aperitivo o meglio ancora di pranzo e cena non avrete che l’imbarazzo della scelta: i ristoranti presenti nell’area mercatale sono davvero molti e per tutti i gusti. Qui potrete assaporare tutte le specialità della gastronomia bavarese scegliendo anche se gustarle in piedi o comodamente seduti in un chiosco all’aperto.

Qualche altro consiglio? Fermatevi al biergarten, il caratteristico giardino della birra nei pressi dell’albero del 1° Maggio, il Maibaum, dove si celebra la grande festa popolare della Baviera, oppure visitate la Schrannenhalle, l’antico mercato coperto di metà Ottocento ristrutturato e riportato allo splendore originario. Lo apprezzerete soprattutto nelle giornate di pioggia e nei mesi invernali.

Se siete a Monaco non perdetevi dunque un giro fra i banchi del Viktualienmarkt, ovviamente con bretzel e birra alla mano!

 Pubblicato da il 29/08/2015 - 2.607 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close