Cerca Hotel al miglior prezzo

ZEHST: attraversare l'Oceano in un'ora e mezza a zero emissioni, il futuro dell'aviazione

Quando sarà operativo potrà rivoluzionare il turismo, almeno per quella fascia di persone che potranno permettersi delle cifre consistenti: è stato presentato il progetto del primo aereo passeggeri del mondo di tipo ipersonico, aereo che promette di poter raggiungere l'Australia, partendo dall'Europa, in meno di 3 ore e mezzo, non male rispetto alle circa 20 ore di volo necessarie oggi! Figurarsi l'attraversata atlantica, in meno della metà del tempo rispetto al vecchio Concorde!

Il velivolo viene salutato come il nuovo Concorde, ed i suoi motori a razzo spingeranno l'aereo ad una velocità massima di 5029 chilometri all'ora, più di quattro volte la velocità del suono, oltre 5,5 volte la velocità di un jet tradizionale.

Tutto fantastico, ma c'è un piccolo problema: i passeggeri dovranno aspettare 40 anni per il primo volo commerciale, almeno è quello che sostengono gli sviluppatori del progetto. Soprannominato
ZEHST, acronimo che sta per Zero Emission Hypersonic Trasportation, il velivolo sarà spinto da una miscela di idrogeno e ossigeno, e quindi cioè la sua unica emissione sarebbe il vapore acqueo.

L'aereo potrà trasportare fino a 100 passeggeri e utilizzerà motori a reazione convenzionali per il decollo dalla pista dell'aeroporto ma, una volta in volo, verrà accesa una coppia di motori a razzo, seguiti poi da una serie finale di motori conosciuti con il nome di “ramjets”.

Il progetto è stato presentato durante il Salone di Parigi. Subito è balzata all'occhio la somiglianza con il vecchio Concorde. In effetti secondo Jean Botti, uno dei direttori del progetto l'aereo non è un Concorde, ma ci assomiglia molto, e la cosa dimostra che l'aerodinamica degli anni '60 era già molto avanti con i tempi. Ricordiamo che il concorde volava a circa 2140 km/h e cioè a mach 2 contro i quasi mach 5 di ZEHST.
  •  
close